Vacanze in Campania con i bambini: la tua guida

bambini al mare

 

Spesso ci chiedono se la Campania con i bambini è una buona idea per le vacanze. Vivendo a Napoli la conosciamo bene e ovviamente la consigliamo. Ma appena diciamo che è una buona idea, scatta la seconda domanda, dove vado in Campania con i bambini? E  cosa vedere in Campania con i bambini?  E allora per tutta la comunità di genitori che si fida di noi, proviamo a scrivere una mini guida (che continueremo sempre ad aggiornare) sulle vacanze in Campania con i bambini.

In questo articolo per organizzare le tue vacanze in Campania con i bambini troverai

1. Perché fare una vacanza in Campania con i bambini
2. Per visitare la Campania si parte da Napoli
3. Una gita sul Vesuvio
4. Campania con i bambini: Pompei
5. Campania con i bambini: una gita sul Faito
6. Campania con bambini: il Castello di Baia e i Campi Flegrei
7. Campania con bambini: la Reggia di Caserta
8. Campania con i bambini Caserta Vecchia
9. Campania con i bambini, alla scoperta del Cilento
10. Campania con bambini: un giorno a Salerno
11. Campania con i bambini, la Costiera Amalfitana
12. Campania, con i bambini, Ciro il Dinosauro
13. Le isole della Campania con i bambini: Ischia, Capri e Procida
14. I musei per bambini in Campania
15. Fattorie didattiche in Campania
16. Dove dormire in Campania con i bambini
17. Quando organizzare una vacanza in Campania


Perché fare una vacanza in Campania con i bambini

La Campania è adatta a una vacanza di famiglia perché trovate spiagge bellissime, tanta natura, siti archeologici tra i più famosi al mondo e piccoli borghi da scoprire, potete scegliere se fare una vacanza relax o una vacanza on the road. Le distanze non sono mai eccessive e a parte il traffico della costiera amalfitana ( veloci raggiungere), spesso anche in traghetto. E molte strutture si stanno velocemente attrezzando per diventare Family friendly, un esempio per tutti, l’Hotel le Canne a Ischia, che abbiamo provato personalmente e che da albergo nato per accogliere i turisti tedeschi, con camere piccole e essenziali si è trasformato in un albergo con stanze ampie, baby club, piscina e giochi.
Ma andiamo con ordine, ecco, secondo noi, le tappe imperdibili per organizzare una o più vacanze con i bambini in Campania

Per visitare la Campania si parte da Napoli

bambini vicoli di napoli

Molti vengono in Campania e vanno sulle isole o in costiera amalfitana, snobbando Napoli ed è un errore, Napoli è una città che ha tantissimo da offrire alle famiglie.
Non ci credi?

Scopri Napoli con il Free tour di Civitatis: una cisita guidata che parte da piazza Plebiscito, tocca il San Carlo, il maschio Angioino, la Galleria Umberto e il lungomare.

Devi leggere assolutamente la nostra guida su cosa vedere a Napoli con i bambini

Una gita sul Vesuvio

cratere vesuvio

Un’altra gita, forse non troppo gettonata, ma che consigliamo, soprattutto se venite in primavera o autunno (d’estate fa troppo caldo e d’Inverno spesso c’è la neve), è la gita sul cratere del Vesuvio.

Per vedere il cratere, potete prenotare il biglietto in autonomia sul sito del Parco del Vesuvio, con il biglietto è prevista una visita guidata gratuita. La passeggiata è facile e alla portata davvero di tutti, noi nella nostra ultima escursione abbiamo incrociato una nonna austriaca di 91 anni.

Se però avete poco tempo a disposizione e bambini dai dieci anni in su, molti tour operator propongono una giornata con due gite: Pompei più Vesuvio è può essere una buona idea per ottimizzare il tempo e vedere due posti meravigliosi

Pompei e Vesuvio: visita guidata da Napoli, la visita dura otto ore e prevede anche la visita a una fabbrica di Cameo. Nel prezzo è compreso anche il pranzo: clicca qui se vuoi prenotare o avere più informazioni

Oppure, se rimanete più giorni,  vi consigliamo ben tre sentieri adatti ai bambini sul Vesuvio

Campania con i bambini: Pompei

E poi, appunto c’è Pompei. Impossibile venire in Campania e non vedere Pompei e passeggiare nella storia, come antichi romani. Con l’eruzione del Vesuvio, la città è rimasta “cristallizzata” per sempre al 79 dopo Cristo.

Ma vi avvertiamo subito, Pompei è tanto meravigliosa quanto impegnativa. Primo consiglio (non andateci d’estate, fa troppo caldo, o quanto meno organizzate la gita nelle prime ore del mattino). Secondo consiglio, se avete dei bambini non pretendete di vederla tutta, scegliete una o due sezioni e godetevele. Ecco i nostri cinque consigli d’oro per visitare Pompei con i bambini.

Oppure un altro buon suggerimento è affidarsi a un tour guidato, in genere non durano più di tre ore, perché il rischio è di girare a vuoto, stancarsi e non vedere nulla.

  • Il Tour con Civitatis costa 40 euro e per i bambini 30 ( sotto i 4 anni è gratis) e comprende il transfert dal vostro albergo: clicca per il tuo tour da Napoli a Pompei

 

  • Get Your Guide propone: un tour di due ore per piccoli gruppi con un archeologo a 49 euro o emplicemente l’ingresso prioritario con guida e mappa a 30 euro 

Arrivare a Pompei da Napoli è facilissimo, ci vuole mezz’ora in Circumvesuviana ( si prende in piazza Garibaldi vicino alla stazione centrale) e la fermata è proprio davanti agli Scavi

Da qualche anno è stato anche creato un percorso facilitato che permette di visitare parte degli scavi anche con il passeggino (o in sedia a rotelle).

Campania con i bambini: una gita sul Faito

funivia del Faito
Funivia del Monte Faito

Una gita che non troverete in molte guide e che invece vi consigliamo se state organizzando una vacanza in Campania con i bambini è quella al monte Faito. Il Faito è una delle vette più famose del Parco Regionale dei Monti Lattari e dalla sua vetta potrete ammirare il golfo di Napoli d’alto ( si sale con una funicolare recentemente ristrutturata e panoramica) e fare un bellissimo e facile trekking nella natura, fermandovi a fare un pic-nic o a gustare prodotti locali in una masseria.

Se vuoi organizzare la tua gita da solo leggi in nostri consigli per un’escursione sul Monte Faito con i bambini o prenota un trekking sul Monte Faito organizzato da Civitatis, per bambini dai sette anni in su.


Campania con bambini: il Castello di Baia e i Campi Flegrei

Un’altra meta che amiamo e che secondo noi è assolutamente a misura di famiglia è la zona dei campi Flegrei, qui potete organizzare una giornata sulle spiagge di Capo Miseno e Miniscola, un’escursione al Castello di Baia e al parco sommerso e piccole gite ai siti archeologici dei Campi Flegrei, ma andiamo con ordine, perché c’è davvero tanto da vedere.

Il Castello di Baia, castello aragonese che domina il golfo di Baia

Il parco sommerso di Baia, dove gli adulti possono fare immersioni e i bambini snorkeling, tra i resti di mosaici e statue romane, trovate tutte le informazioni sul sito del Centro sub Campi Flegrei : è un’epserienza indimenticabile.

Foto Pasquale Vassallo

E da quest’anno si può esplorare il parco archeologico sommerso di Baia anche con i sommergibile di Nemo Sub Italy

Il cratere degli Astroni con passeggiata tra i dinosauri, davvero imperdibile se i vostri bimbi sono appassionati di dinosauri.

L’antro della Sibilla Cumana, vi diciamo subito che non è il vero antro della Sibilla, ma è una galleria abbandonata, però è anche vero che è molto suggestiva e il piccolo parco archeologico è interessante. Il biglietto costa 4 euro per gli adulti e due per i bambini. Ec’è uno dei più bei prati dove abbiamo mai fatto un picnic.

La Piscina Mirabilis, antica cisterna romana, si visita in 20 minuti (leggi i nostri consigli al link)

La Dragonara, altra cisterna romana a ridosso della spiaggia di Miseno (leggi la nostra visita al link)

La meravigliosa Casina vanvitelliana, sul lago Fusaro,  che molti chiamano la casina di Pinocchio.

I Campi Flegrei si raggiungono in auto, percorrendo la Tangenziale di Napoli, oppure servendosi dei treni metropolitani o della Curcumflegrea. E possono essere una tappa verso le isole, infatti da Pozzuoli è possibile imbarcarsi per Ischia e la meravigliosa Procida.


Campania con bambini: la Reggia di Caserta

Ed è vero che se avete fatto Tappa a Napoli avete sognato con la reggia di Capodimonte e Palazzo reale, ma la reggia di Caserta è seconda solo a Versailles.

Forse la visita ai meravigliosi appartamenti non attirerà i bambini, anche se a dire i lvero la reggia di Caserta ha studiato un programma kids, con Favole e ma anche per l’immenso parco monumentale, dove potrete trovare fontane, vasche piene di pesci, sentieri boschivi e prati assolati, oltre al celebre Giardino Inglese (non perdetevi il Bagno di Venere e il Ninfeo) e alla scenografica Fontana di Diana e Atteone. La visita al sito può richiedere anche un’intera giornata. All’interno della Reggia sono disponibili un bar tavola calda (un altro punto ristoro si trova nel parco, all’ingresso del Giardino Inglese) e un noleggio di biciclette per adulti, che però di solito non dispone di seggiolini e caschetti. È comunque possibile introdurre nei giardini le proprie bici o utilizzare il servizio di navetta elettrica a pagamento. Per raggiungere la Reggia di Caserta si può usare l’auto o i treni che arrivano nella vicinissima stazione. La domenica è attivo anche un servizio speciale da Napoli Centrale a bordo di un treno d’epoca.

Alla reggia di Caserta di arriva in treno: Dalla stazione sono circa 5 minuti a piedi,
attraverso la piazza antistante al Palazzo Reale. E se avete tempo e risucite potete addirittura prendere un treno storico il Reggia Express.

Se invece volete un bus navetta, ecco il tour guidato alla reggia di Caserta.

Intanto, se programmate una visita alla Reggia di Caserta con i bambini, vi consigliamo questo Podcast gratuito

Info: Reggia di Caserta

Campania con i bambini Caserta Vecchia

In molti non conoscono il piccolo borgo di Caserta Vecchia. Vi consigliamo una gita di un giorno a Caserta vecchia (leggi il nostro racconto) e al Bel Vedere di San Leucio, con la visita al quartiere operaio e all’antica fabbrica della seta.

Prenota con sul sito Comune di Caserta la tua visita a San Leucio.

Campania con i bambini, alla scoperta del Cilento

E poi merita una vacanza a parte il Cilento. Noi se possiamo ogni anno facciamo una piccola fuga, come base una buona idea può essere Marina di Camerota.

Il mare è spettacolare, potete scegliere le spiagge di Castellabate, Palinuro, Marina di Camerota. Sono calette sabbiose…ad Acciaroli, per esempio, in particolare, trovate grandi e sabbiose spaigge dai fondali bassi.

 

Si può dedicare una giornata al sito archeologico di Paestum , esplorare il Parco del Cilento o visitare le grotte di Pertosa. Le Grotte si Pertosa- Auletta sono le uniche grotte in Italia dove è possibile navigare un fiume sotterraneo, il Negro e sono anche le sole in Europa a conservare i resti di un villaggio palafitticolo risalente al II millennio a.C. Esistono due percorsi di diversa durata, entrambi guidati e adatti anche ai bambini. Le Grotte si estendono per circa tremila metri nel massiccio dei Monti Alburni, in viaggio sotterraneo tra stalattiti e stalagmiti di ogni colore e forma. Nei pressi delle grotte sorgono anche un interessante Museo del Suolo e un Museo Speleo-Archeologico,

In Cilento si può anche provare l’emozione di volare sul ponte sospeso di Laviano (adattissimo ai bambini).

Il Cilento è selvaggio e incontaminato, per innamorarvi di questa terra vi diciamo solo che se siete fortunati sulle spiagge cilentane potete vedere la schiusa delle uova di tartaruga e che in questa terra si nasconde il segreto della longevità, studiato da scienziati di tutto il mondo.

Campania con bambini: un giorno a Salerno

Altra città sottovalutata della Campania è Salerno, che invece nasconde molti angoli adatti ai bambini come il castello di Arechi o i giardini della minerva. Leggi la nostra guida a cosa vedere a Salerno in un giorno.


Campania con i bambini, la Costiera Amalfitana

 

La Costiera Amalfitana, poi è un vero sogno. Ahimè, non è molto comoda. Vi dovete armare di pazienza per il traffico o magari valutare i traghetti e con i bambini piccoli rinuciare al passeggino, ma scegliere il marsupio.

In costiera vi consigliamo:

Se non hai l’auto provata arrivare in costiera può essere difficile ( per le strade e il traffico), perciò la soluzione migliore, soprattutto con i bambini é un tour con transfer provato:

1. Un’escursione guidata in giornata ad Amalfi : sei ore  55 euro gli adulti e 44 i bambini ( sotto i cinque anni non pagano: clicca qui
2. Un’escursione guida a Sorrento, Positano e Amalfi: 8 ore, 75 euro : clicca qui

 

Campania, con i bambini, Ciro il Dinosauro

Altra tappa per chi ha bambini appassionati di dinosauri è il Paelolab di Pietraroja , dove è conservato Ciro, il cucciolo di Scipionyx samniticus vissuto 113 milioni di anni fa e ritrovato nel beneventano negli anni ’80. Si tratta dell’unico fossile di dinosauro ritrovato con parti di tessuti molli ed organi interni in eccezionale stato di conservazione, conosciuto per questo in tutto il mondo.


Le isole della Campania con i bambini: Ischia, Capri e Procida

E poi una vacanza in Campania con i bambini vuol dire anche vacanze sulle isole. La più famosa è Capri, ma è quella che conosciamo meno e crediamo la meno adatta ai bambini, al massimo vi suggeriamo più Anacapri.

Poi c’è Ischia, l’isola delle Terme, degli orti. Noi l’amiamo moltissimo. Ecco qui
Due articoli

E poi c’è la nostra amata Procida, l’isola di Arturo e dei bambini:

Anche a Procida potete fare un giro in sottomarino e noi abbiamo provato il sottomarino di Procida coni bambini

Se vuoi spostarti in sicurezza dall’aeroporto al tuo hotel, prendi un transfer privato. Costa circa sei eruo in più a un normale taxi, ma è sicuro e sopratto con i bambini non hai pensieri: clicca qui

I musei per bambini in Campania

E se stai programamndo la tua vacanza in Campania con i bambini, ecco una mini guida che ti può tonare utile sui musei per bambini in Campania. Imperdibile secondo noi il museo della Scienza, leggi come organzizare la tua visita e cosa vedere

Fattorie didattiche in Campania

I bambini amano gli animali e le scampagnate all’aria aperta, un’altra mini guida che ti può utile nelle tue vacanze è quella alle più belle Fattorie didattiche in Campania.

Dove dormire in Campania con i bambini

Ultima domanda, o forse la prima quando si organizza una vacanza è dove dormire in Campania con i bambini: abbiamo provato a fare un elenco delle strutture family Frindly in Campania, tra hotel, B&B e case vacanze.

Quando organizzare una vacanza in Campania

In questo articolo, con difficoltà, abbiamo provato a indicare solo le cose più belle da vedere in Campania con i bambini, ma l’elenco sarebbe molto più lungo. Il periodo migliore per venire i Campania? Sempre. Grazie alle temperature miti si può fare il bagno da maggio a ottobre e d’Inverno respirare l’aria di Natale in via San Gregorio Armeno a Napoli è un’esperienza unica. E non abbiamo parlato della cucina campana.!!! Insomma una vacanza in Campania con i bambini è una vera tentazione…e noi da napoletani ti invitiamo a cedere. Non te ne pentirai.

 

Se vui approfondire le gite da fare in campania guarda il nostro sito Campania con i bambini

 

Author: viaggiapiccoli

Cristina e Francesco viviamo a Napoli, ma la nostra casa è il mondo...un mondo che scopriamo con i nostri "piccoli", i gemelli Enrico e Giulia. Siamo i coordinartori della grande famiglia di Viaggiapiccoli  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.