fbpx

Vienna, cosa vedere: una città family friendly

Vienna cosa vedere

Vienna è, senza ombra di dubbio, la città più family friendly che io abbia visto fino ad ora . Vienna, cosa vedere con i bambini? Tutto può essere visitato con bambini, ci sono parchi gioco attrezzate in ogni angolo della città, zone verdi, insomma Vienna con i bambini si può fare!

 

Per Francesca Carlesi, la parola d’ordine per viaggiare con i bambini piccoli è organizzazione. I tempi del viaggio sono studiati su misura di Beatrice, la sua bambina,  ma lasciano anche spazio ai genitori per godersi la città e gustare tapas e paella. Perchè il viaggio funziona davvero se tutti sono felici: bimbi e genitori.La rubrica su Viaggiapiccoli  si chiama Vita da mamma in viaggio

 

Il volo dall’Italia a Vienna

Abbiamo deciso di andare a Vienna in aereo, per guadagnare qualche ora, infatti il volo dura 1 ora e 20 minuti (noi siamo partiti da Roma Fiumicino, ovviamente la durata del volo varia a seconda della città di partenza!).

Questa volta abbiamo volato con Wizz Air che, purtroppo, non è stata promossa: disinformazione per quanto riguarda l’etichettare il passeggino (volo di andata) e totale disorganizzazione per il volo di ritorno (abbiamo subito un ritardo di quasi due ore!!!); tuttavia il prezzo del biglietto è stato modico.

Vienna cosa vedere: come arrivare in centro città

Siamo arrivati a Vienna intorno alle 19 e ci siamo diretti subito in hotel.

Dall’aeroporto ci sono varie alternative per raggiungere il centro città: autobus, treno, metropolitana e taxi.

Noi abbiamo scelto il taxi e abbiamo speso 40 euro per arrivare fino all’hotel, il Novotel Wien City.

 

Vienna dove dormire

L’hotel, in posizione centrale, a 10 minuti a piedi dalla Cattedrale e a 5 minuti dalla fermata metropolitana, è costato 466 euro per 3 notti.

La stanza era abbastanza comoda: letto matrimoniale, armadio, bagno con doccia, il wc in stanza separata.

Unica precisazione: Booking.com non ci ha fatto prenotare anche per Beatrice quindi consiglio sempre, una volta ultimata la prenotazione, di contattare l’hotel via mail e di comunicare che viaggiate con bambini.

 

Vienna cosa vedere, primo giorno: il centro

vienna bambiniIl primo giorno abbiamo deciso di esplorare il centro città e ci siamo diretti verso la Cattedrale, dove l’entrata è gratuita. Si paga solamente se si vuole salire sul campanile.

Visitata la Cattedrale abbiamo passeggiato per le vie del centro, piene di negozi (di lusso e non), ristoranti e pasticcerie fino ad arrivare al Teatro dell’Opera di Vienna,il famosissimo teatro dove ha luogo il concerto di Capodanno che tutti conosciamo.

 

Vienna cosa vedere: la Sacher Torte

Da amante dei dolci non potevo non assaggiare il mio dolce preferito proprio nel luogo in cui è stato inventato.

Sto parlando della Sacher Torte.

Potete mangiarne una fetta, per un costo di 7 euro, proprio nell’hotel in cui è stata inventata, l’Hotel Sacher, situato proprio accanto al Teatro dell’Opera.

Accanto al bar dell’Hotel trovate anche un shop in cui è possibile acquistare la torta; il prezzo è di 35 euro per una scatola con all’interno 8 piccoli cubi mono porzione.

 

Vienna cosa vedere: il Prater

viennaIl Prater non è altro che un grande parco divertimenti (molto simile ai nostri Gardaland o Mirabilandia) con ingresso gratuito; all’interno si paga poi per ogni singola attrazione.

Il parco è veramente ben strutturato, diviso in zone a seconda dell’età, pulito, ben curato.

Si può anche acquistare del cibo: qui noi abbiamo assaggiato la pizza fritta tipica viennese, il Langos, per 4 euro.

Beatrice si è divertita moltissimo.

Dal Prater abbiamo fatto una passeggiata a piedi di circa 15 minuti per andare a vedere il fiume blu, il Danubio.

 

Vienna Cosa vedere, il secondo giorno: il Castello di Schönbrunn

vienna castello di Schonbrunn
Il castello di Schonbrunn

Abbiamo dedicato gran parte del secondo giorno a visitare il Castello di Schönbrunn . Dal nostro hotel abbiamo preso la metropolitana per circa 15 fermate.

Il prezzo del biglietto è di 2.40 euro.

Il Castello di Schönbrunn si può visitare nella sua totalità, ma comunque bisogna scegliere dei pacchetti.

Noi abbiamo scelto il Winter Pass : 40 sale del castello, giardino zoologico, giardino delle palme, giardino del deserto per un costi di 35 euro a persona (i bambini fino ai 6 anni non pagano).

 

Vienna cosa vedere: il giardino zoologico

Lo definiscono il giardino zoologico più bello d’Europa ed io sono d’accordo.

Pulito, animali ben curati ed in buone condizioni, e soprattutto sicuro.

Gli animali si possono vedere da “vicino” ed in totale sicurezza: ogni “casa dell’animale” è circondata non solo da recinti ma anche da vetri, di modo che i bambini possano vedere bene l’animale senza che i genitori abbiano paura di cadere o di farsi male.

Beatrice è rimasta estasiata dalle giraffe, dal panda, dall’elefante, dalle foche e dai pinguini.

vienna cosa mangiareAbbiamo scelto di pranzare all’interno del zoo, e per una cifra di circa 30 euro abbiamo mangiato due hamburger con patatine, una cotoletta di pollo per Bea e una bottiglia d’acqua.

Un prezzo accettabile per essere in un bioparco, considerando i prezzi della nostra cara Italia.

Perché Vienna è una città family friendly

La città è piena, completamente, di angoli grandi e piccoli per bambini.

Ogni zona verde è adibita a parchetto giochi: altalene, scivoli, dondoli, tavoli e comode panchine per i genitori.

La cosa bellissima? Sono sicuri perché chiusi da una recinzione con cancelletto che riescono ad aprire solamente gli adulti.

Nei miei due giorni trascorsi a Vienna ne ho contati almeno 30.

Nei pressi del Prater ce n’è uno grandissimo con tanto di “montagnetta” per le arrampicate.

Ho rincorso Vienna per molti anni, ma sono felice di aver deciso di andare a visitarla ora, con Beatrice.

È una città piccola, un weekend è più che sufficiente per vederla tutta, ma è veramente una città perfetta per fuggire dallo stress della quotidianità.

Tutto lì è estremamente calmo, la gente gira in bicicletta, i bambini (anche piccoli) possono camminare “soli” per le strade del centro e per le aeree verdi della città.

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X