fbpx
Cerca

Vacanza in Abruzzo con i bambini: tra castelli, boschi e passeggiate.

vacanza in abruzzo

 

In cerca di una vacanza nella natura quest’anno abbiamo deciso di esplorare l’Abruzzo, una meta perfetta per una vacanza con i bambini.

Quest’anno in tanti abbiamo riscoperto la nostra bellissima penisola.
Certo, che fosse bellissima lo sapevamo già, ma che ci fossero così tanti posti che non conoscevamo forse ci era ignoto. E per noi così è stato con l’Abruzzo!

L’Abruzzo ha un mare pulito e spiagge attrezzate, borghi romantici e una cucina regionale ottima, natura incontaminata e vera, passeggiate per principianti e trekking per esperti.
Cosa volere di più?

gole di fara san martino

Vacanza in Abruzzo con i bambini: l’imbarazzo della scelta.

Avrete già capito che in questa vacanza abbiamo visto e provato un po’ di tutto.

Già al momento di programmare la nostra vacanza in Abruzzo avevamo appuntato tantissimi posti che avremmo voluto vedere, ma poi arrivati nelle singole località abbiamo scoperto ancora più cose che non potevamo proprio perdere.

Sul blog trovate già le più belle passeggiate dell’Abruzzo , ma, per raccontarvi il nostro viaggio, abbiamo deciso di suddividerlo nei 4 parchi abruzzesi, più la costa (qui però abbiamo chiesto aiuto alle amiche Simona, Marta e le loro rispettive famiglie… noi dovendo tralasciare qualcosa abbiamo optato per trascurare il mare).

vacanza in abruzzo asinelli gira e rigira

Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

E’ forse il parco più famoso della regione, che si estende comprendendo anche le due regioni limitrofe.
Boschi bellissimi, località turistiche organizzate e ben attrezzate, e tantissime passeggiate da fare, a piedi, in bici o anche a cavallo.
Ma cosa vedere in particolare per una vacanza in Abruzzo con i bambini?

  • Pescasseroli: il borgo più turistico del parco, frequentatissimo sia in estate sia in inverno. Qui si trova anche il Centro visita del Parco, dove, oltre a spiegazioni sul Parco, troverete anche alcuni animali in “riabilitazione” in attesa, si spera, di venir presto rilasciati liberi nel loro habitat.
    Pescasseroli ha una grande offerta di attività ed eventi e noi abbiamo partecipato a “Un giorno da orso” organizzata da Wildlife Adventures: una bellissima attività didattica che ci ha insegnato tante cose sugli orsi e la natura, perfetto per i bambini. Leggete il nostro racconto per mettervi anche voi nei panni e pelliccia di un orso.

bambini abruzzo attività orso

  • Lago di Barrea: sul Lago artificiale di Barrea si può fare canoa, kayak e windsurf e inoltre ha un bellissimo litorale percorribile a piedi o in bici. Il borgo di Barrea – leggermente sulle alture – è veramente pittoresco con le sue case in pietra e da lì il panorama sul lago è incredibile. Consiglio: andateci al tramonto, per una vista ancora più romantica.

vista panoramica lago di barrea

 

  • La Camosciara: vi abbiamo già parlato della passeggiata della Camosciara, un grande classico per una vacanza in Abruzzo con i bambini. Con un grande parcheggio, un’altrettanto ampia area pic nic e una piacevole passeggiata di 5 km – che potete fare a piedi, in bici, a cavallo oppure… con il trenino – per poi arrivare in meno di 15 minuti alla Cascata delle Ninfe in mezzo al bosco. Stupenda!

camosciara abruzzo

 

  • Val Fondillo: qui la passeggiata più gettonata è assolutamente quella fino alla Grotta delle fate. Due ore in mezzo al bosco – con terreno però molto sassoso – che portano in questa piccola grotta nel bosco. Se volete potete anche proseguire fino al Passo dell’Orso, anche se il dislivello aumenta di molto in pochissimo tempo. Portate ovviamente con voi acqua (c’è solo una fontanella lungo il percorso) e cibo… ma al ritorno potete sempre rifocillarvi al ristoro di fianco al parcheggio con qualche arrosticino (giusto una dozzina..o ventina…).

 

  • Lago di Scanno: in realtà il Lago di Scanno non fa già più parte del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, ma è così bello che non può essere tralasciato… e poi è di strada…
    Circondato da boschi, il Lago di Scanno è molto frequentato dai turisti, grazie a piccole spiagge attrezzate e noleggi di bici normali, a pedalata assistita e risciò. Se poi avete voglia di allungare un po’ la visita vi consigliamo di seguire il “Sentiero del Cuore” per vedere il lago dall’alto… e scoprire che ha davvero la forma di un cuore.

vacanza in abruzzo con i bambini lago

Parco Nazionale della Majella

Per me il parco meglio organizzato, il che è un bell’aiuto per una vacanza in Abruzzo con i bambini; il parco ha tanti punti informazioni dislocati nelle varie località, personale gentile e preparato e brochure molto chiare e invitanti. Cosa abbiamo visto qui?

  • Per gli amanti della montagna Pescocostanzo e Roccaraso sono le due località più attrezzate, soprattutto in inverno.
  • Tra i borghi più caratteristici sicuramente Pacentro, a circa 15 minuti di distanza da Sulmona, con il suo castello medievale con due torri e le stradine strette e caratteristiche.
  • Gli eremi: è il parco degli Eremi, quelli nei boschi o sotto le montagne. I più belli sono quello di S. Spirito a Maiella e quello di S. Bartolomeo in Legio, letteralmente incastrato sotto una grande roccia (per raggiungerlo una breve ma un po intensa passeggiata a partire da Roccamorice).
  • Le gole di Fara S. Martino: conoscete la Petra d’Abruzzo? È veramente uno spettacolo, così tanto, che poche parole non bastano, quindi le abbiamo dedicato un intero racconto che trovate qui.

gole di fara san martino abruzzo

  • Caramanico Terme e la Valle dell’Orfento: se dal paesaggio di rocce delle gole di Fara San Martino preferite passare alla vegetazione più selvaggia assolutamente da non perdere il Sentiero delle Scalelle nella Valle dell’Orfento, a partire dal centro di Caramanico Terme. Trovate più informazioni in questo articolo.

bambino binocolo abruzzo

  • in cerca di animali? Partiamo dal presupposto che in tutta la vostra vacanza in Abruzzo può capitarvi di vedere animali liberi mentre fate una passeggiata nel bosco oppure guidate all’imbrunire. Se volete essere più certi di vederlo a Palena c’è il Centro visita dell’Orso, mentre a Popoli il bellissimo Centro visita del Lupo, che abbiamo visitato e che oltre ad alcuni esemplari di lupo permette di conoscere più da vicino anche altri animali come cervi, caprioli, cinghiali e rapaci.
    Attenzione: non sono zoo! Sono centri di recupero per animali malati, gestiti in maniera seria e responsabile e che vogliono anche trasmettere ai visitatori una maggiore consapevolezza della fragilità della natura che ci circonda. Però è possibile che gli animali non abbiano voglia di farsi vedere, a noi è successo con il povero lupo Romolo, che proprio non era in giornata per ricevere visite!
    Unico avvertimento: soprattutto in estate questi centri visita sono molto frequentati, quindi prenotate con diverso anticipo la vostra visita, potreste non trovare posto.

Parco Regionale del Sirente-Velino

A sud de L’Aquila, questo parco regionale presenta molti bellissimi borghi ma che hanno anche parecchio risentito del terremoto del 2009. Come Fontecchio e la sua bellissima fontana del 1300 oppure Gagliano Aterno e Castelvecchio Subequo.

  • Grotte di Stiffe: assolutamente da vedere le grotte di Stiffe, particolarissime con il fiume che scorre per quasi tutta la lunghezza della grotta creando anche vere cascate di 20 metri all’interno. Si calcola che la grotta sia lunga circa 6 km ma solo un terzo è visitabile dal pubblico. Con il supporto della guida farete un bellissimo ed interessante giro di un’ora che i bambini ameranno certamente. In Abruzzo ci sono anche altre grotte visitabili, come quelle di Pietrasecca, quasi al confine con il Lazio. Purtroppo Tommaso è troppo piccolo e non è stato possibile fare la prenotazione… ma promettiamo di tornarci tra qualche anno.

vacanza in abruzzo grotte di stiffe

  • Ovindoli: località montana molto conosciuta e frequentata sia in estate che in inverno.
  • Celano e Aielli: al confine meridionale del parco questi due borghi, distanti solo 10 minuti circa, si distinguono il primo per il suo bellissimo castello – Castello Piccolomini – mentre il secondo per essere diventato la patria della Street Art a cielo aperto, con un bellissimo festival che si tiene ogni anno in estate (ma ovviamente le opere possono essere viste tutto l’anno sui muri dei palazzi del borgo).

Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Questo è il parco de La Montagna, quella con la M maiuscola.
In quello che è il parco più esteso della regione, ovviamente svetta il massiccio del Gran Sasso e il suo incredibile altopiano di Campo Imperatore, detto anche Piccolo Tibet.
Cosa fare qui?

  • Prendete la funivia che parte a 2 km da Assergi in località Fonte Assereto e salite a 2100metri di altitudine. Da lì potete proseguire a piedi per il rifugio Duca degli Abruzzi (40 minuti crica) oppure proseguire a piedi per ammirare Campo Imperatore.

vacanza in abruzzo

  • Lago di Campotosto: questo grande lago nella parte settentrionale del parco è molto suggestivo, soprattutto dalla sua sponda più a nord, guardando il Gran Sasso sullo sfondo. Sfortunatamente qui il terremoto del 2009 e poi quello del 2016 hanno lasciato molti, moltissimi danni, sia ai singoli paesi sia alle attività turistiche, che faticano un po’ a riprendersi anche se con grande e buona volontà.

vacanza in abruzzo con i bambini lago

  • Rocca Calascio e Santo Stefano di Sessanio: ovviamente i vostri bambini non conoscono il film Lady Hawke… ma voi con tutta probabilità sì. Quindi come potete perdervi il castello che ha fatto da sfondo alla romantica storia d’amore e che si trova a circa mezz’ora da L’Aquila? Per arrivarci ovviamente ci sono vari modi, a piedi o in macchina, ma noi invece abbiamo scelto il trekking someggiato! Si perché abbiamo fatto insieme a Gira e Rigira un bellissimo percorso – due ore comprensive di soste e visita della rocca – con Tommaso in sella a un simpaticissimo ciuchino, a partire dal piccolo borgo di Santo Stefano di Sessanio. consiglio per i genitori: gli asinelli non sono animali lenti, quindi preparatevi a tenere il passo!

vacanza in abruzzo con i bambini

Vacanza in Abruzzo: il mare

A meno che non siate un po’ eremiti come noi, per una vacanza in Abruzzo con i bambini il mare è certamente una delle tappe fondamentali. Le spiagge abruzzesi si alternano tra quelle sabbiose e quelle di ciotoli e scogli. Tantissime sono le spiagge libere con la possibilità di noleggiare le attrezzature.

Le località sul litorale sono organizzate, molto bimbo friendly e ancora poco prese d’assalto dal turismo di massa, cosa che le rende particolarmente godibili. Vi lasciamo giusto qualche spunto di viaggio, in attesa di approfondire meglio.

  • Costa dei trabocchi: la costa abruzzese da Ortona a Vasto conosciuta soprattutto come “costa dei trabocchi” queste antiche macchine da pesca su palafitte che sfiorano l’acqua e che venivano usate dai pescatori per il loro lavoro e che ora sono una delle attrazioni turistiche più amate sia per scatti fotografici sia per romantici pasti con i piedi nel mare.
  • Strada ciclopedonale Via verde Costa dei Trabocchi – in completamento – che permetterà di percorrere 43 km lungo la costa per raggiungere in maniera green appunto spiagge sabbiose e calette di scogli e sassi.
  • Riserva Naturale di Punta Aderici: dune e spiagge sabbiose in una riserva naturale verde e totalmente libera. Bellissima la Spiaggia de Libertini con una vista fantastica sul promontorio.
  • molto più a nord l’Area marina protetta di Torre del Cerrano (vicino a Roseto degli Abruzzi) con una spiaggia sabbiosa bellissima e, all’interno della Torre, un centro visite e una biblioteca del Mare che vuole sensibilizzare verso l’educazione ambientale.

Vacanza in Abruzzo con i bambini: informazioni utili

Ultime informazioni che speriamo possano esservi utili.

  • Trasferimenti: noi siamo partiti da casa con la nostra macchina e ci siamo spostati sempre così. Le distanze tra i vari posti non hanno mai superato l’ora e mezza. Ma se siete molto fortunati e molto ben organizzati date un’occhiata alla Transiberiana d’Italia, un treno storico bellissimo che parte da Sulmona e arriva a Isernia passando per Roccaraso e Castel di Sangro. I posti sono pochissimi e quindi i biglietti vanno a ruba. Noi purtroppo non ci siamo riusciti, ma, potrebbe essere una grande idea farla durante il periodo natalizio per visitare i mercatini.  
  • Alloggi: In 10 giorni di viaggio abbiamo cambiato 6 alloggi diversi, tutti appartamenti. Per noi l’appartamento è la scelta più indicata, ci lascia liberi con i nostri orari, prepariamo i pranzi al sacco e a cena cuciniamo cose più equilibrate per Tommaso. Abbiamo prenotato sempre su Booking o su Air Bnb, trovando soluzioni belle, pulitissime, centrali e piene di confort. Se volete consigli scrivetemi in privato.
  • Cosa mangiare: bhè la cucina abruzzese è naturalmente ottima. Nell’entroterra è prevalentemente di carne e noi non ci siamo fatti mancare arrosticini e agnello. Sulla costa invece il pesce la fa da padrone. Dolci? Tantissimi biscotti artigianali: mostaccioli, tarallucci abruzzesi, ciambelline al vino… e poi le ferratelle, cialde croccanti e morbide allo stesso tempo. Impazzirete tutti!

bambino arrosticini

Questo è solo il nostro (e di altre famiglie di viaggiatori) racconto dell’Abruzzo, visto con i nostri occhi e con quello che siamo riusciti a vedere e fare.

Ma naturalmente l’Abruzzo è molto di più, è una terra ospitale e che vuole farsi conoscere di più, è cultura, arte e natura.
Al nostro resoconto mancano sicuramente molti bellissimi posti, che ci ripromettiamo di tornare a conoscere il prima possibile.
Per il momento torniamo a casa con tantissimi ricordi di una vacanza bellissima e libera nella natura.

 

Per tutti i racconti delle famiglie di Viaggiapiccoli sull’Abruzzo vi rimandiamo a questa pagina.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X