Rocca Calascio: uno dei 15 castelli più belli al mondo

L’Abruzzo è una regione bellissima perché, anche se da un certo punto di vista potrebbe non sembrare tra le più family friendly d’Italia, in realtà regala tante avventure bellissime da fare coni i bambini. Noi la amiamo perché offre tanti trekking mozzafiato e tra questi forse il più incredibile e avventuroso è quello per raggiungere Rocca Calascio.

Rocca Calascio è un luogo unico che merita di essere visto almeno una volta nella vita. Si trova nel parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga a ben 1460 metri d’altezza. E’ famosa perché, oltre ad essere uno dei castelli più belli d’Italia, è anche tra quelli che si trovano ad un’altitudine maggiore.

Soprattutto, è un posto dal fascino incredibile che desideravamo vedere da tantissimo tempo.

Il Castello di Rocca Calascio , un po di storia

Quando si parla di Rocca Calascio si intende non solo il castello ma anche il vecchio borgo adiacente.

La storia della rocca è molto interessante, nasce infatti intorno al 1400 come torre d’avvistamento ma nel 1703 fu quasi totalmente distrutta da un fortissimo terremoto.

Dopo il terremoto gli abitanti hanno dovuto abbandonare il Castello e il  borgo ormai in rovina e si sono spostati nel borgo di Calascio, appena nato.

Nel corso del 1900 le abitazioni del vecchio borgo sono state in parte recuperate e ora ospitano quasi totalmente strutture ricettive e ristoranti pronti ad accogliere le tante persone che vengono a visitare la Rocca che è una delle principali attrazioni della zona.

Nell’immaginario collettivo Rocca Calascio è diventata famosa perché è stata il set per molti film come Lady Hawke e Il nome della Rosa.

 

Rocca Calascio: come arrivare

Per raggiungere la rocca bisogna parcheggiare prima del borgo perché oltre la strada non è accessibile alle auto e poi bisogna proseguire a piedi.

Lungo la strada che sale ci sono dei tornanti con alcuni parcheggi. Il percorso vi porterà prima ad attraversare il borgo e poi vi condurrà lungo un sentiero che vi porterà alla bellissima chiesa di Santa Maria della Pietà.

Superato il borgo il panorama sulle montagne diventa magnifico con una vista esclusiva sul Gran Sasso. Una volta superata la chiesa  il percorso per arrivare alla rocca si fa più impegnativo, perché la pendenza aumenta e alcuni tratti sono scoscesi ma non esposti.

La parte finale del percorso è particolarmente dissestata.

Per entrare nella rocca si attraversa una rampa di legno, che un tempo era un ponte levatoio.

Non si paga il biglietto d’ingresso ma si può lasciare un’offerta libera. Per salire al piano superiore del castello bisogna salire una scala a chiocciola molto stretta.

 

Alcuni consigli per visitare Rocca Calascio con i bambini

Visitare Rocca Calascio è un trekking fattibile con i bambini, anche piccoli, ed è anche molto divertente, ma prima di organizzare questa incantevole gita è bene sapere alcune cose.

Il percorso non è fattibile con i passeggini, quindi se i vostri bambini sono piccoli è meglio organizzarsi con fasce o marsupi. Lo consiglio per piccoli camminatori dai 5/6 anni in su a seconda dell’attitudine a camminare del bambino.

E’ assolutamente consigliato indossare scarpe da trekking e assolutamente no sandali e infradito.

Il percorso, superato il borgo, è aperto, per cui esposto al sole e al vento. Meglio evitare in estate le ore più calde e nelle altre stagioni giornate troppo ventilate, perché lassù il vento si fa sentire, siamo comunque a quasi 1500 metri d’altezza.

Superato il borgo non troverete chioschi ma solo natura incontaminata, quindi portate con voi acqua e qualche snack.

Rocca Calascio è una meta molto amata dai turisti, proprio per il suo fascino d’altri tempi in alcune domenica di primavera o inizio estate, la zona viene presa d’assalto e parcheggiare diventa impossibile.

Se potete sarebbe meglio organizzare la visita in giornate infrasettimanali o fuori stagione, anche perché sarebbe un peccato non godere della pace e dell’atmosfera unica che si respira.

Il bellissimo borgo di Santo Stefano di Sessanio

Santo Stefano di Sessanio è un piccolo borgo di 120 abitanti che si trova a pochi km da Rocca Calascio. Dopo aver visitato la rocca vi consiglio di visitare anche questo piccolo gioiello medievale che fa parte dei borghi più belli d’Italia.

Costruito in pietra calcarea bianca, tra torri, rocche e fortificazioni offre una bellissima passeggiata anche ai bambini che si sentiranno catapultati nell’epoca delle principesse e dei cavalieri.

La storia recente del borgo è molto particolare perché un imprenditore milanese con origini svedesi, Daniele Kihlgreen, innamoratosi del borgo, ha finanziato un progetto di recupero conservativo e ha realizzato un albergo diffuso, il Sextantio. Gli alberghi diffusi sono un tipo di ospitalità che si sta diffondendo in Italia, soprattutto nei borghi, in cui le camere dell’albergo vengono allestite nelle  varie abitazioni del paese, che devono essere vicine tra loro. In questo modo i borghi vengono riqualificati e allo stesso tempo i turisti hanno modo sentirsi parte integrante del borgo che li ospita.

 

Dove dormire a Rocca Calascio e dintorni

Una parte del vecchio borgo di Calascio è stata ristrutturata conservandone il fascino. Se volete restare a dormire potete farlo nel Rifugio della Rocca, un altro albergo diffuso. Le camere sono state recuperate restaurando gli antichi ruderi del borgo e ora hanno tutti i comfort e bagno interno. Per chi ha bimbi piccoli e preferisce preparare i pasti ci sono anche due appartamenti. La reception è aperta h24 e nessuno meglio di loro potrà consigliarvi sulle varie attività della zona. L’albergo non ha un parcheggio riservato, quindi se soggiornate qui dovrete parcheggiare prima di Calascio e arrivare a piedi. Consideratelo se viaggiate con bimbi piccoli.

Qui trovate tutte le info Il rifugio della rocca a Rocca Calascio

 

Dove mangiare a Rocca Calascio e dintorni

L’albergo diffuso Rifugio della Rocca ha anche un ristorante con lo stesso nome in cui potrete assaggiare i piatti tipici abruzzesi in uno scenario da favola.

Se avete voglia di spostarvi un po’, a circa 30 minuti in auto da Rocca Calascio, c’è un posto che amiamo molto in cui potrete provare un’esperienza culinaria davvero fuori dal comune che divertirà molto anche i bambini.

Nella zona di Campo Imperatore, in località Fonte Vetica, potrete fermarvi a mangiare al ristoro Mucciante. Si tratta di una macelleria immersa fra i monti e la natura (leggi in in mezzo al nulla) in cui si possono acquistare la carne compresi i tipici e buonissimi arrosticini abruzzesi e poi cucinare tutto in autonomia sui bracieri messi a disposizione dal ristoro. Forniscono tutto loro, a voi resterà il divertimento di cucinare all’aria aperta e poi mangiare sui tavoli di legno. E’ un’esperienza che cerchiamo di ripetere  ogni volta ci troviamo in zona perché ci divertiamo sempre moltissimo.

Come avete avuto modo di leggere la zona di Rocca Calascio offre davvero tante esperienze bellissime, vi consiglio di cuore di organizzare un week-end in questa zona perché tornerete con gli occhi pieni di meraviglia.

 

Rocca Calascio film

Rocca Calascio come avete letto è un luogo magico, set naturale per film indimenticabili. Quali film sono stati girati a Rocca Calascio?

  • Ladyhawke
  • Il nome della rosa
  • The american

E anche  il National Geographic cita il castello di Rocca Calascio tra i 15 castelli più belli al mondo.

 

Rocca Calascio Meteo

E prima di organizzare la tua gita in uno dei castelli più belli del mondo, consulta prima di partire il meteo a Rocca Calascio sul Meteo.it

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.