fbpx

Canada, 21esimo giorno: Whistler, piste da sci e non solo

Canada 21esimo giorno Whistler

Come sarebbe vivere a Vancouver? Ce lo siamo chiesti più volte durante questo viaggio Francesco ed io. A Jasper non vivrei, ma a Vancouver? In un ristornate di Victoria, ho chiacchierato con un ragazzo italiano che si è trasferito in Canada, e lui mi diceva: “Tutto è carissimo e non è facile se non hai un buon lavoro, ma in Italia non tornerei mai”. Beh, se vivessimo a Vancouver andremmo sicuramente a sciare nel week-end a Whistler. Canada, 21esimo giorno: Whistler, facciamo finta di vivere a Vancouver.

Canada, 21esimo giorno: Whistler

Il nostro albergo è nell’Upper Village, una collinetta tutta con casette dalle grandi vetrate e lodge. Scendiamo al Village. Tre le cose che ci colpiscono subito:

  1. Il Village è una specie di Disneyland, tutto e solo per i turisti: negozi, ristoranti, e poi ancora negozi e ristoranti, alcuni anche con la filodiffusione per strada; 
  2. Incontriamo solo gente figa e ben vestita;
  3. Hanno una specie di fissazione per il costo del parcheggio, che deve essere per forza esagerato. Al Village mezz’ora di parcheggio costa tre dollari e cinquanta, passata la prima mezz’ora devi pagare la mezza giornata 14 dollari. La giornata intera costa 48 dollari, e non ci sono parcheggi gratuiti; all’Upper Village siamo riusciti a trovare un posto gratis in strada per la notte, perché il garage dell’albergo (una grossa struttura di medio-alto livello) era a pagamento!

Si tratta comunque di un posto molto attraente. A Whistler tutto è perfetto, curato, studiato per rendere felici i turisti; ci sono ristoranti indiani, messicani, italiani, pub super cool e negozi di outdoor da capogiro.

Canada, 21esimo giorno: Whistler, una mattinata al playground

Quando Francesco ha pensato a questa tappa, l’ha scelta perché abbastanza vicina a Vancouver e perché offriva parecchi diversivi per i bambini, come uno spettacolare parco avventura. Ma alla fine abbiamo deciso di non avvicinarci neanche, siamo a fine viaggio, anche i bambini sono stanchi e sono strafelici di giocare al playground dell’Olympic Plaza. In fondo siamo noi adulti che cerchiamo sempre qualcosa di spettacolare per i nostri figli, a loro basta uno scivolo.

whistler parco giochi

Abbiamo passato una bellissima mattinata di relax, i bambini hanno giocato al playground e Francesco ed io ci siamo dati il cambio per esplorare Whistler.

 

Cosa fare a Whistler

A Whistler c’è il Whistler Blackcomb (dal nome delle due montagne), uno dei resort sciistici più grandi del Nord America. Oltre a sciare e andare in snowboard, è possibile anche fare escursioni con le racchette da neve, andare in toboga e praticare il salto con gli sci all’interno del parco olimpico, dove nel 2010 si sono svolti i Giochi Olimpici Invernali.

whistler canada

Insomma, si può fare quasi tutto.  D’inverno si può sciare, d’estate ci sono le piste per mountain bike  (anche per bambini), le passeggiate, le escursioni con la gondola, i percorsi avventura, le zipline. Tantissime le attività e gli spazi a misura di famiglia. Ecco una piccola selezione delle attività che si possono fare a Whistler:

 

  • Sci di fondo: Whistler è famosa per essere un eccellente location per il cross-country skiing;
  • Sci e snowboarding, con una pista per lo slalom e la scuola sci per bambini;
  • Dog sledding: la gita in slitta trainata dai cani è un’attività molto antica e diffusa nella storia canadese;
  • Tree Top Adventures (avventure in cima all’albero): “Esplore Whistler from a bird’s eye view” un vero e proprio percorso avventura con una ragnatela di ponti sospesi fino a più di 50 metri da terra, guardando le acque glaciali del Fitzismmons Creek;
  • Tube Parks: The Coca-Cola Tube Park, la pista dei ciambelloni, aperta in inverno, perfetta per i bambini;
  • Live Escape Room, attività indoor adatta a tutte le età, con vari temi;
  • Magic Castle e Tree Fort, due parchi giochi gratuiti per bambini, ideali per una pausa dagli sci. Il Magic Castle si trova sulla Blackcomb Mountain nel Parco avventura per bambini, accessibile tramite Easy Out, appena sopra la base della seggiovia Catskinner; il Tree Fort si trova sulla Whistler Mountain, appena fuori dalla pista Bear Cub vicino alla seggiovia Big Red Express.
  • Ziptrek e ponti sospesi: un’avventura in vola attraverso le cime degli alberi o sopra il Fitzsimmons Creek.

whistler palyground

Si parte, verso l’aeroporto di Vancouver

Facciamo un pranzo in terrazza al sole e ci mettiamo in auto, direzione aeroporto di Vancouver.

Sono solo centoventi chilometri, ma ci mettiamo più di tre ore. Per arrivare in aeroporto bisogna attraversare la città e c’è un traffico pazzesco. È tardissimo, e una piccola parte di me quasi quasi spera di perdere il volo. Attraversiamo Stanley Park… e ancora un volta immagino la mia quotidianità a Vancouver, mentre accompagno i bambini a scuola o quando li vado a prendere e facciamo una passeggiata nel parco. Quanto mi mancherà il verde del Canada.

 

Scalo a Londra e si torna a Napoli

L’aereo alla fine siamo riusciti a prenderlo. Ora siamo a Londra, quattro ore di scalo all’aeroporto di Heatrow, e tra Harrods e i negozi inglesi, io ho già voglia di ripartire per un week end nella mia amata Londra.

Area bambini a heathrow, terminal 5
Area bambini a Heathrow, terminal 5

Faremo scalo a Roma e nel mezzo della notte prenderemo un autobus per arrivare alle quattro e un quarto di notte a Napoli. Speriamo che il jet lag non ci atterri. Sabato io sono al lavoro e lunedì i bambini cominceranno la terza elementare.

Canada, diario di viaggio

Scrivere in viaggio, con due bambini, non è stato facile. Ho scritto in auto, in tenda, nella hall di un albergo… e spesso scrivevo senza avere linea per pubblicare. Scrivevo per me, pensando ai nonni (che chiedono sempre notizie dettagliate), pensando che non volevo perdermi un attimo di questo viaggio tanto sognato.

Scrivo in aereo con un piede di Giulia, addormentata, sulla tastiera

È stato faticoso, ma mai come in questo viaggio ho fissato i ricordi, prestato attenzione ai luoghi, analizzato le mie emozioni. Ricordi condivisi con Francesco che, paziente, ogni mattina rileggeva i miei post e li arricchiva.

Questo blog aperto un anno fa è stato un grande dono, per la comunità di genitori e viaggiatori che abbiamo conosciuto e per gli stimoli, le piccole sfide, i racconti. Il diario del Canada è stata l’ultima.

Nella prossima settimana cercherò invece di mettere in ordine le informazioni di viaggio. Se avete qualche domanda, scrivetemi, con i ricordi freschi potremo essere più utili e immediati, se pensate di organizzare un viaggio in Canada l’anno prossimo. E abbiamo anche tanti video da montare e pubblicare… insomma… ancora per un po’ grazie al blog potrò tenermi stretto questo viaggio.

Grazie a chi ci ha seguito, a chi ci ha fatto domande, a chi si è preoccupato quando non ci sentiva. Grazie a chi ha viaggiato con noi. È stato bellissimo non essere soli. Sognare insieme è più bello.

Diario di viaggio: 21 giorni in Canada on the road

Primo giorno si parte

Secondo giono Vancouver e la caccia alle balene

Terzo giorno: Vancover, visita a Capilano e a Stanley Park

Quanto giorno:  Vancouver Island

Quinto giorno: la corsa delle capre a Victoria

Sesto giorno: in viaggio verso Port Hardy

Settimo giorno: l’Inside Passage

Ottavo giorno : faccia a faccia con gli orsi

Nono giorno: mille chilometri di Hightway

Decimo giorno: Mountain Coaster a Revelstoke

Undicesimo giorno: il rodeo

Dodicesimo giorno. arrivo a Banff

Tredicesimo giorno. il Parco Nazionale di Banff

Quattordicesimo giorno: Lake Louise e Lake Moraine

Quindicesimo giorno: Relax a Lake Louise

Sedicesimo giorno: la Icefield Parkway fino a Jasper

Diciassettesimo giorno: Five Lakes e Pyramid Lake

Diciottesimo giorno: Maligne lake

Dicianovesimo giorno Skytram e Athabasca Falls

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X