Pila, in Valle D’Aosta: tra prati e giri in bici

Per #raccontamilatuaestate vi voglio raccontare la nostra quarta estate in Valle D’Aosta e precisamente a Pila 1800 metri di altitudine, lungo pendii verdi, mucche e giri in bicicletta

Siamo ormai abituati a trascorrere una settimana nel mese di agosto in montagna perché penso che non ci sia vacanza migliore per rilassarsi e godere totalmente della natura incontaminata.

Pila in Valle D’Aosta

Pila è una famosa località sciistica, facilmente raggiungibile durante la stagione invernale e quella estiva da una telecabina che la collega direttamente con Aosta, capoluogo della regione.

Si possono fare innumerevoli escursioni, passeggiate a cavallo, gite in bicicletta o provare il bike park e gite in giornata per raggiungere altre località della zona.

Pila valle d'Aosta

Pila, in Valle D’aosta, dove dormire

Noi abbiamo soggiornato a pochi chilometri da Pila e precisamente a Gressan nella frazione Gran Cherise in una casetta molto caratteristica di montagna con le travi a vista, il camino e un bellissimo giardino per ammirare le montagne circostanti.

Abbiamo suddiviso la nostra vacanza in gite verso altre località e giornate di totale relax.

Pila, in Val D’Aosta, cosa fare

Noi vi consigliamo di visitare:

Cogne

Cogne è considerata la Perla delle Alpi ed è una meravigliosa località alpina ricca di cose da fare e da visitare. Il suo centro storico è ricco di negozi, bar e ristoranti.

Intorno a Cogne si trovano immensi prati e sentieri per lunghe passeggiate.

Noi quest’anno abbiamo voluto noleggiare le biciclette e trascorrere la giornata pedalando tra i vari sentieri fino a raggiungere le famose cascate di Lillianz tramite un sentiero fra gli alberi e vicino ad un torrente adatto a tutti perché pianeggiante. Il sentiero si inoltra nel bosco di larici e abeti rossi, popolato da numerosi scoiattoli e uccelli. Una vera meraviglia!

Le cascate di Lillianz

Arrivati a Lillianz; bellissimo paesino pieno di gente e verde si seguono le indicazioni per le cascate e in poco più di 10 minuti di camminata si arriva al torrente e quindi alle cascate. Poi se si vuole si può anche salire a vedere le cascate dall’alto. Il sentiero è un pò tortuoso e si arrampica ma la bellezza delle cascate dall’alto ricompensa.

Il Parco faunistico di Introd

Il parco faunistico di Introd, immerso nella natura, con tanto verde: piante varie e soprattutto tanti animali di varie specie: marmotta, cinghiale, riccio, camoscio, stambecco, cervo, aquila; loro sono veramente nel loro habitat e l’unica divisione dai visitatori sono delle reti di sicurezza.

Courmayeur

Courmayeur (dista circa 1 ora di auto da Pila) sorge in una conca verdeggiante circondata da abeti e larici, montagne e ghiacciai. E’ una delle località più famose della Valle D’Aosta sia in inverno per piste da sci sia in estate per le passeggiate, la vicinanza alla Val Veny e Val Ferret e soprattutto la vicinanza al confine francese.

Noi essendo la prima volta che visitavamo la città ci siamo dedicati al centro storico e pedonale e nel pomeriggio abbiamo raggiunto il vicino Fun Park a Dolonne, un parco giochi per bambini dove poter utilizzare la discesa con i ciambelloni. Divertimento assicurato!

Montagna valle d'aosta

Da Pila, Aosta è vicinissima

Da Pila è possibile raggiungere la città di Aosta anche tramite telecabina in meno di 20 minuti.

Aosta è il capoluogo della regione con un caratteristico centro cittadino e circondata da mura, il centro storico è un susseguirsi di botteghe e localini. Merita una visita soprattutto la piazza del Municipio.

Pila e il lago di Chamolè

Una bellissima camminata che consigliamo da Pila è l’escursione verso il lago di Chamolè a 2400 metri di altezza. Noi siamo saliti in seggiovia ed è stato davvero bello salire tra gli alberi, in mezzo alla natura, in un piacevolissimo silenzio e poi abbiamo raggiunto il lago in circa 10 minuti a piedi tramite un sentiero facilmente percorribile anche con bambini ma senza passeggino.

Il lago di Chamolè
Il lago di Chamolè

Il lago di Chamolè è piccolo, ma gradevole, circondato da prati e con la possibilità di fare un bagno rinfrescante, seppur l’acqua sia ghiacciata. Si può decidere di fare un picnic, portandosi magari qualche coperta (non ci sono infatti aree attrezzate con tavoli), oppure si può proseguire per il rifugio Arbolle e gustare le prelibatezze locali; la passeggiata per il rifugio dura però almeno 1 ora.

bambini montagna

Noi dal lago abbiamo optato per una passeggiata più breve di circa 40 minuti lungo il sentiero delle Marmotte e raggiunto la cima da cui si gode una vista incantevole su tutta la valle sottostante fino al monte Rosa.

Per il ritorno abbiamo deciso di tornare a piedi: la passeggiata dura circa 70/80 minuti ma si può fare una sosta per la merenda alla baita La Societè (noi qualche volta siamo andati anche a pranzo: cibo raffinato e porzioni abbondantissime. Menù per bambini e tiramisù eccellente. da provare )!

bambino bici montagna

Per gli appassionati di bici MTB, c’è un bel percorso che scende da Chamolè fino a Pila, con la possibilità di risalita attraverso la seggiovia. Da quest’anno poi a Pila hanno creato anche un percorso di bici per bambini direttamente all’arrivo della telecabina. I bambini hanno la possibilità di noleggiare le biciclette e lanciarsi verso salite e discese create proprio per loro

 

Pila, passeggiate e pic nic

Da Pila con una breve passeggiata di mezz’ora lungo un sentiero pianeggiante che si inoltra dentro un bosco si raggiunge la chiesa di San Grato con la possibilità di fare un picnic nel prato vicino o di proseguire la passeggiata lungo altri sentieri.

 

Questi sono solo alcuni suggerimenti per visitare la Valle D’Aosta che è molto di più di queste escursioni e che merita di essere visitata sia in estate sia in inverno.

 

 

bambini bici

 

Post scritto da Monica Bricco, in vacanza con Leonardo, Nicolò e Paolo Di Muro.

Di Monica potete leggere anche Cefalonia, l’isola delle tartarughe

 

#raccontamilatuaestate

Il nostro motto è: “Esiste sempre un viaggio giusto”. Perciò abbiamo chiesto alla comunità di genitori che ci segue su Instagram e su Facebook di raccontarci la loro estate. Crediamo che per viaggiare con i bambini i migliori consigli siano quelli senza filtri.

Inviateci i vostri racconti:  #raccontamilatuaestate!

Troverete post scritti con stile diverso e con informazioni più o meno precise, ma saranno tutti post scritti da genitori che hanno visitato i luoghi con i loro bambini e che potranno rispondere a tutte le vostre domande.

 

Per #raccontamilatuaestate puoi leggere anche

Un week-end a Sant’Antioco e Carloforte

Mini guida delle Marche in cinque puntate

Passeggiata al Santuario di San Remedio

La Provenza con i bambini on the road

San Nicola Arcella, la spiaggia più bella della Calabria

Vacanze in Puglia: Gargano e non solo

Viaggio a Rodi con i bambini

La Val Fondillo: escursioni e passeggiate

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.