fbpx
Cerca

Ostuni con i bambini: cosa fare, dove mangiare e dove dormire

bambini in piazza cattedrale a Ostuni

 

Ci siamo fatti un regalo, ci siamo regalati un week-end in Puglia a Ostuni. Meta perfetta. Perché? Perché ci sono le lunghe spiagge di sabbia chiara, la città è accogliente e allegra, ed è una base comoda da cui partire per fare molte gite. Il paese è a pochi chilometri da Alberobello, Cisternino, Fasano, Castellana Grotte. Quindi, se state progettando una vacanza in Puglia, Ostuni con i bambini è una scelta strategica.

Ostuni, la città bianca

ostuni vista

 

Durante la seconda guerra mondiale la soprannominarono la “città bianca”, perché era come un faro sia per gli Alleati che per i Tedeschi, e nessuno mai la bombardò. Anche per le famiglie è un ottimo punto di partenza per godersi le vacanze tra mare (che dista 10 o 15 chilometri), gite e buon cibo.

Noi ci siamo stati per un week-end lungo a giugno (mese perfetto), ma è una buona meta anche a luglio e a settembre per una o due settimane. Ad agosto, un po’ come in tutt’Italia, è affollata e forse ve la godreste meno.

Ma cosa c’è da fare ad Ostuni con i bambini?

Dove andare a mare ad Ostuni con i bambini?

bambina stabilimento balneare

Proprio vicino a Ostuni (che è nell’entroterra) ci sono la Marina di Ostuni e Villanova, ma abbiamo preferito spostarci un altro po’ per trovare spiagge ancora più belle.

Consigliamo tre destinazioni:

  1. La riserva naturale di Torre Guaceto, la più selvaggia delle tre. In spiaggia non si può arrivare con l’auto e si prende un trenino (sconsigliato ad agosto). È necessario portare tutta l’attrezzatura da spiaggia, cibo e acqua, perché è una riserva naturale e non ci sono infrastrutture di nessun tipo. In corrispondenza di ogni fermata di pullmino/trenino c’è un lido attrezzato, ma vi consigliamo di scegliere la spiaggia libera.
  1. Il tratto di mare in direzione di Fasano alterna zone con scogli a piccole baie con sabbia e mare basso. Mano a mano che ci si sposta verso sud le rocce lasciano spazio a spiagge di sabbia fina e bianchissima, a dune ricoperte da macchia mediterranea e a un fondale che degrada dolcemente.Premesso che ovunque troverete spiagge bianchissime e acqua trasparente, come lido per famiglie ci hanno consigliato il “Lido Morelli” e il lido “Bosco Verde”, ma entrambi non hanno il parcheggio vicino alla spiaggia e bisogna fare un bel tratto a piedi (più per il primo). Noi siamo andati al ”Lido Verde”, e facendo una passeggiata sul bagnasciuga, i lidi ci sono sembrati tutti ugualmente attrezzati. Si paga tutto (docce calde, asciugacapelli, cabine… ), ma in generale questi lidi offrono gli stessi servizi (panini e focacce ottimi) e l’acqua è spettacolare.
  2. Da Torre Canne a Savelletri si estende una lunga spiaggia di 8 chilometri che arriva fino alla località Pilone, dove potrete scoprire spiagge profumate da ginepri e piccoli laghetti di acque sorgive.

Una passeggiata per il centro storico di Ostuni con i bambini

bambina tra i vicoli di Ostuni

Ogni pomeriggio ci siamo regalati una passeggiata nei vicoli bianchi di Ostuni, partendo da piazza Libertà (quella con la colonna di Sant’Oronzo) verso la cattedrale.  L’area è pedonale e i bambini possono correre e giocare: piccole gioie di un piccolo paese. Lungo la strada che porta alla cattedrale ci sono tanti negozietti con fischietti, cappelli di paglia, ricami, mandorle, olio… e nei vicoli troverete salumerie, ristoranti, bar. Ostuni è davvero la città del relax, dei tramonti e degli aperitivi, tra bar, poltrone super comode e succhi di frutta fresca.

Nel paese non c’è nulla a misura di bambino (non troverete giostrine e parchi giochi), ma a Enrico e Giulia è piaciuto molto il senso di libertà. Siamo stati a giugno e non c’era folla, per due sere i nostri bimbi si sono fermati a giocare in piazza con altri bambini ad acchiapparello.

Un’idea carina (soprattutto appena arrivati e se i bimbi non vogliono camminare) può essere anche fare un giro del centro storico con il treruote. Come? Non vi preoccupate, gli autisti vi inseguiranno e vi fermeranno ovunque, offrendovi sconti e giri spettacolari. A noi hanno offerto un giro per la famiglia a 20 euro. La sede è in piazza Libertà. Vi spiegano qualche nota sul paese e vi fanno fermare in un paio di punti per fare delle foto, come alla famosa porta blu e verde di Ostuni.

La porta blu e verde di Ostuni

porta blu verde ostuni

Dove si trova la casa con la “porta blu e verde” di Ostuni? A pochi passi dalla piazza della Cattedrale. Lasciatevi la cattedrale alle spalle e girate al primo vicolo a destra, è Vico Castello, la casa con la porta blu la trovate in fondo sulla sinistra, in via Brancasi. Bellissimo il belvedere da cui ammirare il tramonto.

mamma con bambini davanti a porta blu di Ostuni

Perché questa porta è famosa? Qualcuno racconta che porti fortuna, ma più probabilmente è solo un effetto virale dei social.

Che souvenir comprare a Ostuni

Da ogni vacanza non si può tornare a casa senza un ricordo. Qual è il souvenir perfetto di Ostuni? Provo a darvi tre idee:

Le massaie salentine: sono statuette di ceramica che rappresentano delle donne dalle forme “rotonde”, di buon augurio. Io ne ho comprate due (numerate e fatte a mano), al costo di 35 euro da “D’Alò ceramiche tradizionali” in corso Cavour. Sono “Le Mimì e Cocò”, una con le mani in tasca e una con i fiori. Mi piaceva l’idea delle due massaie che ciarlano sul mio comò.

Sempre rimanendo sulla ceramica, potete comprare un “pumo”, quelle strane pigne colorate, che vedrete praticamente ovunque: quelle piccole costano tre euro, quelle più grandi possono arrivare a costare fino a 50/80 euro;

donna ricama

Terza idea: un cappello, un grembiule, una tovaglia ricamata; noi abbiamo comprato il cappello “Viaggiapiccoli” da Ricordi Ricamati , in via Cattedrale: Nunziana è bravissima a trovare il ricordo perfetto per ogni cliente.

Dove dormire a Ostuni

famiglia sul terrazzo di una casa vacanza di Ostuni

Quando viaggi con i bambini per noi un’ottima soluzione è l’appartamento, perciò abbiamo scelto una casa vacanza a Ostuni, proprio nel centro storico, con terrazza, usando l’app e il sito di Dormoa Italia.

Se cerchi una casa vacanza a Ostuni o in Puglia prova a chiedere informazioni con il nostro link

Dove fare colazione a Ostuni

pasticciotto e cornetto

 

Nell’articolo cosa fare in Puglia con i bambini vi ho elencato i patti tipici pugliesi da provare assolutamente e tra questi c’è il pasticciotto. La nostra casa a Ostuni era a pochi passi da piazza Libertà, dove ci sono bellissimi bar, ma su consiglio di una signora del posto con cui mi sono fermata a chiacchierare siamo andati al Bar-pasticceria centro antico, vicino alla Cattedrale, dove abbiamo trovato i pasticciotti freschi alla crema e crema e amarena.

Dove mangiare a Ostuni

famiglia a tavola al ristorante estate

Premesso che in Puglia si mangia benissimo, noi vi diciamo dove abbiamo mangiato noi e ci siamo trovati molto bene

1. Casa San Giacomo, Via Bixio Continelli, 4 con pasta fresca fatta in casa (ha una sede anche a Villanova, con Menù di pesce)

2. Sapere e Sapori, con bellissimi tavoli tra i vicoli: ottimi gli antipasti e buonissimo il capocollo alla brace

3. Farina 32,  se avete voglia di pizza potete andare in via Cattedrale 32 (appunto), bello il locale, con una bellissima parete tutta di maioliche e buono l’impasto ( abbiamo provato anche quello ai 9 cereali), a parte la margherita le altre pizze son un po’ care, ma anche molto buone e condite con abbondanza.

Esperienze da provare ad Ostuni

donne tre generazioni Ostuni

Noi l’abbiamo provata e ve la consigliamo con il cuore perchè abbianm oconosciuto due persone meravigliose, Nonna Rosetta e Tiziana, e ci siamo divertiti, se siete in vacanza ad Ostuni, una mattina dovete  imparare a fare le orecchiette (leggete il nostro racconto): i bambini si sono diveritti moltissimo con le mani in pasta.

Gite da Ostuni

E come vi dicevo Ostuni è in una psoizione strategica: noi con facilità abbiam oorganizzato gite a Cisternino, Locorotondo, Alberobello, Martina Franca, per esplorare la meravigliosa Valle D’Itria.

Poi vi consigliamo una giornata alle Grotte di Castellana e, non non andiamo agli zoo, ma c’è anche lo Zoo Safari a Fasano, per vedere giraffe e leoni.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X