Passeggiata autunnale al lago di Arpy: un bagno di colori

Lago di Arpy

Hai mai sentito parlare della ruska? È così che i finlandesi chiamano il foliage, quando d’autunno i boschi si tingono di giallo e regalano paesaggi mozzafiato. Non abbiamo avuto bisogno di goderci questo spettacolo andando così lontano, ci è bastato prendere l’auto e a due ore da Torino, a Morgex piccolo comune della Valdigne (l’alta Valle d’Aosta), ci siamo trovati immersi in un bagno di colori che nulla ha da invidiare a quelli nordici. Seguici alla scoperta del foliage sul Lago di Arpy.

Passeggiata d’autunno al lago di Arpy

Il percorso che abbiamo affrontato è molto semplice e adatto a tutti, si tratta di una passeggiata pianeggiante attraverso un bosco di abeti e larici che giunge dopo circa un’ora di cammino al bellissimo lago d’Arpy, in cui si specchia la catena montuosa nel monte Bianco.

Per intraprendere questa passeggiata si giunge con la macchina all’altezza del bar La Genzianella, al Colle San Carlo (8 chilometri da Morgex), si parcheggia e si segue il sentiero 15. Il Lago di Arpy è raggiungibile tramite un sentiero privo di difficoltà (3,3 km totali) e con un dislivello di poche centinaia di metri. Per chi ha bambini molto piccoli consiglio marsupio o fascia perché il passeggino potrebbe essere ingombrante.

 

Il sentiero lungo il lago di Arpy

Il sentiero, ben indicato non presenta bivi ( tranne uno dopo 15’, che dovete prendere a sinistra) pertanto potete proseguire tranquillamente dritti fino a quota 2.066 metri di altezza dove, in una splendida conca racchiusa tra il Monte Charvel e la Becca Poignenta a sinistra del Monte Colmet, si trova questo affascinante specchio d’acqua. Il lago è alimentato dall’emissario del lago di Pietra Rossa che si trova più in alto.

Camminando intorno al lago potrete ammirare lo spettacolo offerto delle Grandes Jorasses, cime che fanno parte della catena del Monte Bianco. Sulla sua destra potrete invece osservare il Monte della Croce dalla cui cima, tra l’altro, si gode di un bellissimo panorama su La Thuile.

panbino sullo sfondo foliage

Al lago non ci sono bar né punti ristoro pertanto vi consiglio di portare tutto il necessario per un picnic sulle sue rive da cui se siete fortunati potrete avvistare le trote e una rara specie di anfibio, il tritone alpino (Triturus Alpestris).

Noi siamo stati fortunati e c’era un sole splendido ma nelle zone d’ombra la temperatura scende di parecchi gradi quindi vi consigliamo un abbigliamento adeguato. Se non volete surgelare, riprendete la via di ritorno entro le quattro godetevi l’ultima luce del sole sorseggiando una bevanda calda al bar prima di riprendere l’auto.

Coca c’è da vedere vicino al Lago di Arpy

Dal Lago è possibile raggiungere altre mete: il Col de la Croix (1h00 – E) e il suggestivo Lago di Pietra Rossa (2h00 – E) Il percorso dal lago d’Arpy al lago della Pietra Rossa è di circa 1 ora e 45 minuti e incomincia con un sentiero classico che lo si percorre in circa 25 minuti, ma successivamente si camminerà quasi esclusivamente su pietraia, ma noi non ci siamo avventurati oltre.

Con i bambini ti consiglio Il Parco della lettura e il Biblio-Museo del fumetto.

A Morgex ci sono diversi itinerari alla portata di tutti, sul sito Discover Morgex potrete trovarli tutti descritti oltre a un Qrcode che rinvia a un video che ne presenta le caratteristiche, le pendenze e le eventuali difficoltà. L’obbiettivo dell’amministrazione comunale è quello di far scoprire gli habitat differenti del territorio. Noi, dopo questo “yellow bath”, non vediamo l’ora di tornarci e scoprirli tutti.

 

Dove:

Localita Colle San Carlo 2, 11017 Morgex Italia

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.