fbpx

Salisburgo con i bambini, cosa vedere

salisburgo con i bambini viaggiapiccoli

Abbiamo ballato il walzer in piazza, pattinato sul ghiaccio sotto la luna, comprato spada e scudo per principesse. Salisburgo è una delle città più romantiche d’Europa. Impossibile non innamorarsi. È vicina all’Italia e soprattutto, avendo un centro storico molto piccolo, si gira facilmente a piedi e con il passeggino, o per i più romantici, anche in carrozza. È una città perfetta per un lungo week-end con i bambini .Ecco la nostra guida a Salisburgo con i bambini (e non solo): cosa vedere.

salisburgo

Salisburgo con i bambini, passeggiare nel centro storico

La prima cosa che abbiamo fatto arrivati a Salisbrugo è stata una passeggiata lungo la Getreidegasse, la strada dello shopping. Una passeggiata da fare con il naso all’insù ammirando i palazzi barocchi e le vecchie insegne in ferro battuto che indicavano le vecchie botteghe.

salisburgo

Il centro storico è un piccolo dedalo di stradine che convergono tutte su Getreidegasse, meravigliosa con la sua architettura barocca ed eleganza austera. In Getreidegasse 3 trovate anche “Steiff”, negozio austriaco per bambini con vestitini e peluche: impossibile non entrare.

La SalzburgCard

Dopo la passeggiata, tappa in Mozartpl. 5, all’ufficio turistico. Qui abbiamo ritirato le nostre Salzburg Card. Vi consigliamo di acquistare la Salzburgcard che ha una validità di 24, 48 o 72 ore perché si risparmia molto: vi potete spostare con tutti i mezzi di trasporto pubblici, compresi la funicolare per raggiungere la Fortezza e il battello sul fiume e usufruirete dell’ingresso gratuito nei principali musei e principali attrazioni. In alcuni musei (come le case di Mozart, leggi più giù), siamo davvero stati felici di avere le nostre card.

Salisburgo con i bambini, il Duomo

Abbiamo fatto una veloce visita al Duomo (15 minuti), abbiamo fatto vedere ai bambini la porta mediana, dedicata alla Carità, opera dell’italiano Manzù e le quattro statue sulla imponente facciata di marmo (gli apostoli Pietro e Paolo, con le chiavi e la spada, e i due patroni della regione Rupert e Virgilio con la saliera ed un modello della chiesa).

Gli abbiamo spiegato che si tratta di una chiesa barocca e siamo scesi nella cripta dove, quando siamo andati noi, c’era un’opera molto suggrestiva di un’artista contemporaneo sugli spiriti.

ombre

Salisburgo con i bambini, il DomQuartier

Armati di Salzburcard e pieni di energia dopo il Duomo, abbiamo visitato il DomQuartier. In particolare abbiamo visitato la residenza dei principi vescovi e siamo tornati nel Duomo, ma visto dall’alto, dove c’è l’organo.

Alla residenza dei principi vescovi abbiamo dedicato un’ora e mezza (per vederla bene e fare tutto il giro ci vogliono almeno tre ore , passando per i saloni di gala della residenza e le stanze dove i principi vescovi dormivano o ricevevano il popolo.

Per i bambini c’è una guida in Italiano dedicata. È stato perfetto per introdurli alla città e spiegare come Salisburgo sia nata e fiorita sul commercio del sale, grazie a storielle e aneddoti.

Biglietti:

  • Adulti € 13,00 / € 10,00*
  • Bambini fino ai 6 anni gratis
  • Scolari (con documento) € 5,00 / € 4,00*
  • Persone disabili con documento + 1 accompagnatore gratis
  • Famiglie € 27,00 / € 22,00*
  • Ragazzi fino ai 25 anni € 8,00 / € 6,00*
  • Terza età, religiosi appartenenti ad un ordine e preti, gruppi € 10,00 / € 8,00*
  • Con la SalzburgCard: ingresso gratuito per una volta

Il primo giorno a Salisburgo ci siamo concentrati sul centro storico. Nelle vostre passeggiate, passate anche dal “Ponte dell’Amore”, il Makartsteg, con migliaia di lucchetti a forma di cuore e non agganciati e dall ‘abbeveratoio monumentale  costruito nel 1695 per i cavalli delle scuderie dei principi-arcivescovi e trasformato in fontana nel 1732. (In inverno tutte le fontane sono chiuse con pannelli in legno e plexiglass).

Gli orari in Austria

In Austria bisogna tenere conto anche dei ritmi “austriaci”  e bisogna svegliarsi presto perché le giornate sono corte. Alle 17 tutti i musei chiudono e si può solo passeggiare o rintanarsi in un pub a mangiare wurstel e Wienerschnitzel ( la cotoletta viennese). Non è che sia un grande sacrificio, ma ci è sembrato un po’ strano doverci fermare a metà pomeriggio. Forse ci dovremmo abituare ai ritmi austriaci (più lenti)!

Salisburgo con i bambini, la Fortezza

Il secondo giorno ci siamo svegliati di buon mattino e siamo andati a visitare la fortezza (in tedesco Festung Hohensalzburg): un castello medievale che domina la città di Salisburgo dall’alto del Festungsberg.
Ci si arriva con la funicolare (gratuita con la Salzburg card) che parte dal centro storico ogni dieci minuti.

Salisburgo funicolare

In realtà si può arrivare a piedi, ma magari sfiancare i bambini, a prima mattina non è una buona idea.
La funicolare si prende tra piazza Duomo e il cimitero di San Pietro, è facile da trovare, basta seguire le indicazioni “Festungbahn”.

La visita alla fortezza dura circa un’ora e mezza, tappe imperdibili: la piccola stanza delle torture (anche se ricostruita) e la torre da cui si ammira Salisburgo dall’alto.

Anche in questo caso la visita è stata super piacevole, grazie alle guide per bambini.

bandiera salisburgo

Attenzione, quando pensate di aver finito la visita, nella struttura dove c’è il bookshop c’è la sala che ci è piaciuta di più: una sala con giochi per famiglie, da bombarda la fortezza a esci dal labirinto. Un’idea semplice che ai bambini è piaciuta moltissimo. Nel Book Shop abbiamo comprato balestra e frecce a Enrico e scudo e spada a Giulia, a 9 euro ciascuno, un ricordo che è piaciuto molto ai nostri due piccoli cavalieri.

Biglietti:

  • Adulti: € 16,30
  • Bambini (6-14 anni): € 9,30
  • Famiglia: € 36,20
  • Ridotto: € 15,00
  • Fino alle 11 si può accedere gratuitamente a tutte le sale
  • Gratuito con lòa Salzburg Card

Attività per bambini

A luglio e agosto, ogni giovedì hanno luogo i programmi speciali per bambini alla Fortezza Hohensalzburg. Il punto d’incontro è la Talstation della funicolare della Fortezza alle ore 14:00. Il programma per le vacanze dura 2 ore e ha un costo di 4 € a bambino. In caso di maltempo si aggiungono ulteriori costi per la funicolare della Fortezza.

Prenotazione
Dr. Siegrid Schmidt
+43 662 831645 oppure +43 699 11323003
siegrid.schmidt@sbg.ac.at

Salisburgo con i bambini, i musei

Se a noi genitori passeggiare per Getreidegasse è piaciuto moltissimo i bambini ricorderanno Salisburgo per i musei: bellissimi. Ci sono piaciuti così tanto e c’è tanto da dire che abbiamo scritto un post dedicato ai musei.
Leggi il nostro post su I musei per bambini a Salisburgo.

Le due case di Mozart

Salisburgo, patrimonio Unesco, è anche la città natale di Wolfgang Amadeus Mozart, quindi pensavamo fosse una grande occasione per presentare ai nostri bimbi il grande compositore, perciò abbiamo dedicato un pomeriggio alla visita delle case di Mozart. Ma vi diciamo subito che ci hanno deluso entrambe. Era impossibile non visitarle e non sappiamo cosa consigliarvi, magari se avete la Salzburg card fateci un salto, ma giusto per dire di esserci stati.

Mozart’s Geburtshaus – Casa Natale di Mozart

Getreidegasse 9
È la casa in cui nacque Mozart il 27 gennaio 1756. È possibile visitare l’appartamento con ritratti, documenti della famiglia e strumenti del compositore. Unico momento emozionante è stato vedere il primo violino di Mozart, interessanti anche le ricostruzioni della cucina dell’epoca e della sala da pranzo, ma i bambini non si sono proprio sentiti coinvolti.
C’è una audioguida per adulti che si scarica sul telefono, ma il wifi era debole e ci abbiamo rinunciato

Biglietti :

  • 10 euro per adulti;
  • 3,50 euro per bambini dai 6 ai 14 anni e scolaresche dai 6 ai 18;
  • 4 euro per giovani tra i 15 e 18 anni;
  • Gratuito per i possessori di Salzburg Card.

Mozart Wohnhaus – Casa di Mozart

Makartplatz 8

Si tratta dell’abitazione dove visse la famiglia Mozart e dove Wolfgand Amadeus trascorse gli anni dal 1773 al 1780. Sono custoditi oggetti della vita della famiglia Mozart e della storia dell’edificio. La visita è possibile con audioguide. Ma la casa è fredda e impersonale. L’abbiamo visitata in quindici minuti (cinque dei quali i bambini si sono seduti su un divanetto ad ascoltare musica) e siamo fuggiti.

Salisburgo con i bambini, il teatro di marionette

Il teatro delle marionette a Salisbrugo è uno dei più antichi al mondo e dai racconti ddei nostri amici molto suggestivo, ma noi lo abbiamo scartato, perché crediamo sia più per adulti che possano apprezzare scenografie e musica, che per bambini.
Lo spettacolo infatti è in tedesco e una didascalia in varie lingue (ma non in italiano) proiettata a un lato del palcoscenico aiuta a capire il contenuto dei dialoghi cruciali, ma i bambini non hanno il tempo di leggere. Il biglietto costa dai 30 euro a salire e uno spettacolo dura due ore.

  • Indirizzo: Schwarzstraße 24, 5020 Salzburg,
  • Telefono: +43 662 872406

Il Castello di Hellbrunn

È il castello dello stupore, residenza rinascimentale con meravigliosi giardini, giochi d’acqua, grotte e parco giochi.
L’accesso al parco è libero, invece il castello si visita con la guida. Il parco è spettacolare e i bambini hanno a disposizione un bellissimo parco giochi, la visita è consigliata in primavera ed estate, nel periodo che precede il Natale il cortile e l’antico accesso al castello si trasformano in un suggestivo mercato dell’Avvento.

Hellbrunn

  • Giochi d’acqua con visita guidata, castello con audioguida, Museo del folclore
  • Adulti € 13,50
  • Bambini e scolari (4-18 anni) € 6,00
  • Studenti (19-26 anni, con documento) € 8,50
  • Persone con disabilità: adulti € 11,00; bambini € 3,00 – Accompagnatore: se riportato nel documento – ingresso gratuito
  • Famiglie (2 adulti e 1 bambino) € 29,50, per ogni bambino in più € 3,00
  • Comitive a part. da 20 adulti per persona € 12,00
  • Con la SalzburgCard: ingresso gratuito per una volta
  • È disponibile un biglietto cumulativo per Zoo di Salisburgo, Giochi d’acqua, castello Hellbrunn, museo del folklore.

Il Castello Mirabell

Se però cercate un parco giochi a Salisburgo, la vostra meta è Mirabell, dove si trova il parco giochi più grande della città, con una torre con un lunghissimo scivolo, facili percorsi d’ equilibrio, giochi di sabbia. C’è anche un labirinto e un giardino degli Gnomi , che risale all’epoca dell’arcivescovo Johann Ernst Graf Thun. Originariamente c’erano 28 figure di gnomi di marmo bianco dell’Untersberg. È il giardino degli gnomi più antico d’Europa. Incantevole anche il Roseto, con le sue aiuole
Attorno al castello c’è il bellissimo parco con labirinti di siepi e fiori ed il giardino degli gnomi, con statue di nani e di strani personaggi grotteschi, da scovare e fotografare.

Salisburgo, le miniere di Sale

tunnel miniere turisti

L’ultimo giorno abbiamo rinunciato alla crociera sul fiume Salzach (che anche deve essere bella) e abbiamo deciso di andare alle miniere di Sale, poco fuori città. E ci siamo divertiti moltissimo, siamo diventati dei veri minatori. Leggi tutte le informazioni sulle Miniere di Hallein.

Il Festival di Salisburgo

Il 2020 è l’anno di Salisburgo. Quest’anno il festival di Salisburgo celebra il suo centesimo anniversario. Il programma, a cui partecipano artisti di caratura internazionale, entusiasma sempre e sono previste centinaia di rappresentazioni e concerti in tutta la città dal 18 luglio al 30 agosto 2020.
Info sul sito

Salisburgo con i bambini, a Natale e Capodanno

pista pattinaggio salisburgo

Noi siamo andati a Salisburgo a Capodanno: la città addobbata è ancora più romantica. Leggi il post Salisburgo a Natale e Capodanno.

Salisburgo con i bambini, dove dormire

Per cenare nei pub non abbiamo mai speso più di 60 euro in 4, mentre per dormire i prezzi sono abbastanza alti. Noi abbiamo scelto un albergo a due chilometri dal centro per risparmiare ed è stata una buona idea, infatti all’andata si può raggiungere il centro a piedi (in un quarto d’ora) o in autobus (passano ogni dieci minuti) e al ritorno, la sera la corsa taxi costa 10 euro.

 

Come arrivare a Salisburgo

In Aereo

A Salisburgo si può arrivare in aereo: la città è servita dall’ aeroporto internazionale Salzburg W.A. Mozart International Airport, che dista circa 3 chilometri. Per raggiungere la città, partendo dall’ aeroporto, è possibile utilizzare il servizio navetta dei pullman. La linea 2 collega l’aeroporto con la stazione ferroviaria, situata in prossimità del centro. Le partenze hanno frequenza di

In Auto

Dal Brennero (A22)

Dopo l’autostrada del Brennero prendere la A13 in direzioen Innsbruck e poi in direzione Salisburgo attraverso le autostrade A12, E45, E60. Tempo di percorrenza dal confine circa 2.30h.

Da Tarvisio (A23)

In territorio Austriaco proseguire in direzione Villach (A2) e poi seguire in direzione Salisburgo sulle A10, E55, E60. Tempo di percorrenza dal confine circa 2.30h.

Avvertenza importante

Attenzione: per viaggiare lungo le autostrade austriache è necessario avere attaccato alla macchina un adesivo “Vignette” che permette di utilizzare tutte le strade ed autostrade dello Stato. L’adesivo è acquistabile subito dopo la frontiera, alla barriera o nelle stazioni di servizio nelle prossimità.

In Treno

Esistono Treni diurni da molte città italiane con cambio ad Innsbruck, o da Venezia fino a Villach e poi il treno Villach/Salisburgo. Treni notturni diretti, partono da Venezia.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X