Fuerteventura in gravidanza

Fuerteventura incinta

Fuerteventura in Gravidanza. Il sogno delle Isole Canarie prima di iniziare la grande avventura della maternità.

Viaggiare in gravidanza, se si tratta di una gravidanza fisiologica e sentito il parere del proprio medico, non comporta nessun rischio particolare. Sicuramente può essere opportuno qualche accorgimento, anche tenendo conto di quelle che sono le proprie esigenze.

 

Pulce in viaggio rubrica Viaggiapiccoli

I consigli in prima persona di Ilaria, viaggiatrice appassionata con Mattia, la sua Pulce in viaggio e la sua  rubrica per Viaggiapiccoli Consigli di viaggio di una pulce.

 

 

 

 

Viaggiare in gravidanza: la scelta della meta

Innanzitutto, al momento della scelta della meta può essere utile informarsi sul sistema sanitario del luogo in cui ci si deve recare.

Un’altra accortezza da seguire può essere quella di portare una copia della propria cartella della gravidanza, così da avere tutto il necessario qualora dovesse servire.

Viaggiare in gravidanza, qualche consiglio per il volo

Per quanto riguarda, invece, i voli, è consigliato alzarsi di tanto in tanto, scegliere il sedile vicino al corridoio ed indossare calze a compressione graduata (soprattutto se si tratta di voli lunghi).

Va, poi, tenuto presente che le compagnie aeree, generalmente a partire dalla ventottesima settimana (sul sito della compagnia si trovano indicazioni precise), richiedono che le passeggere in gravidanza presentino un certificato medico o un modulo di idoneità, compilato dal proprio medico di fiducia.

Fuerteventura in gravidanza: meta facile e sicura

Playa de Cofete
Playa de Cofete

Da amante dei viaggi, non potevo certo fermarmi durante la gravidanza. Dopo aver valutato diverse mete, per una serie di ragioni, ho optato per le Isole Canarie.

Questo arcipelago di isole di origine vulcanica è facilmente raggiungibile dall’Italia, a basso costo, con un clima non eccessivamente afoso. È una meta adatta un po’ in tutti i periodi dell’anno, con una grande varietà di paesaggi e attività e ottimo cibo. Va, poi, detto che anche il sistema sanitario è molto buono.

Tra le diverse isole delle Canarie, essendo già stata a Gran Canaria e Lanzarote, ho optato per Fuerteventura, che si è rivelata la destinazione ideale per una vacanza in cui i protagonisti sono il mare, il sole e la natura. L’isola si trova nell’Oceano Atlantico a 100 km dalla costa settentrionale dell’Africa.

Fuerteventura in gravidanza: l’abbiamo girata in auto

Noi abbiamo deciso di noleggiare un’auto ed esplorare, un po’ per giorno, i paesini e le spiagge, così da alternare relax e mare, mercati locali e passeggiate.

Ma, ecco alcuni spunti per chi sta organizzando il suo viaggio:

 

Fuerteventura in gravidanza: Parque Natural de Corralejo

 

Parque Natural de Corralejo : un vero e proprio deserto in riva al mare. È un parco naturale che si estende per 10 chilometri lungo la costa est di Corralejo. Camminare scalzi sulle dune è un’esperienza bellissima, che piacerà sicuramente anche ai bambini!

In questa zona si susseguono diverse spiagge senza soluzione di continuità, da quelle più piccole e selvagge a quelle ampie e attrezzate (con la possibilità di noleggiare lettini e ombrelloni per pochi euro).

Fuerteventura in gravidanza: Isla di Lobos

Isla di Lobos: un’isoletta di appena 4,4 kmq, nota, in passato, per la presenza delle foche monache, nel tempo abbattute dai pescatori locali (anche se è in programma la loro reintroduzione). L’isola si raggiunge facilmente con un’escursione da Corralejo. Una volta sbarcati è possibile fare una passeggiata intorno all’isola (circa 1 ora) e rilassarsi sulla spiaggia. C’è anche un piccolo ristorantino per chi volesse pranzare qui.

Fuerteventura in gravidanza: El Cotillo

El Cotillo
El Cotillo

El Cotillo: un antico villaggio di pescatori che ha mantenuto intatta la sua atmosfera. Nei dintorni si trovano due spiagge, La Concha e Los Lagos, con bellissime acque cristalline.

Fuerteventura in gravidanza: Betancuria

Betancuria
Betancuria

Betancuria: piccolo paesino dell’entroterra, caratterizzato da muretti a secco, case bianche e palme. A fondare la città agli inizi del XV secolo fu il condottiero normanno Jean de Béthencourt che, individuò la valle come il luogo ideale in cui trasferirsi. Qui, fece costruire una serie di abitazioni e una cappella. Da vedere, il piccolo museo archeologico e l’Iglesia de Santa Maria, risalente al XVII secolo.

Fuerteventura in gravidanza: Puerto del Rosario

Puerto del Rosario: è la capitale di Fuerteventura, dove si concentrano la maggior parte delle istituzioni e la vita culturale e commerciale. La parte più interessante della città è quella del Porto Vecchio. All’ufficio del turismo distribuiscono la guida “Puerto on foot”, che contiene una cartina sulla quale sono riportate le 16 sculture collocate in centro.

Fuerteventura in gravidanza: Penisola di Jandia

Cofete
Cofete

Penisola di Jandia: è il corrispettivo meridionale di Corralejo. Si dice che durante la seconda guerra mondiale gli equipaggi dei sottomarini dei tedeschi fossero soliti rifugiarsi in un misterioso punto situato lungo la costa. Ad avallare questo racconto (mai suffragato da prove certe), la costruzione di una misteriosa villa a Cofete, un minuscolo villaggio all’estremità meridionale di Fuerteventura. Le attrazioni principali di questa zona sono: Morro Jable, Punta de Jandia, Cofete, a 10 chilometri da Morro Jable, e Playa de Cofete. Se ci si dirige a Cofete va considerato che la strada è sterrata. Un’alternativa può essere quella di prendere un bus (vi sono degli autobus apposta a quattro ruote motrici).

Fuerteventura in gravidanza: l’Oasis Parl

L’Oasis Park: è il parco più grande delle Canarie. Al suo interno si trovano un parco zoologico ed un giardino botanico. Il primo è uno spazio che riproduce l’habitat naturale delle diverse specie che ospita (ghepardi, uccelli africani, elefanti, cammelli e moltissime altre specie animali). Per chi viaggia con i bambini è un’ esperienza da non perdere: il biglietto d’ingresso (24 euro per gli adulti e 12 per i bambini dai 3 agli 11 anni) comprende l’accesso a parco zoologico e al giardino botanico, quattro spettacoli e l’autobus gratuito dai principali centri dell’isola.

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.