Cosa vedere in Salento, oltre le spiagge c’è di più

salento famiglia

La penisola salentina è quella parte della Puglia che si trova tra il Mar Ionio a Ovest e l’Adriatico a Est.È  una terra bellissima, scelta ogni anno da tantissime famiglie per le loro vacanze. Ma cosa vedere in Salento?  Pensando al Salento vengono subito in mente le incantevoli spiagge: Leuca, Porto Cesareo, Baia dei Turchi, Maldive del Salento e tantissime altre. Ma se fai una vacanza in Salento, puoi anche prenderti una pausa dal mare e dalla vita da spiaggia per visitare le tante bellezze naturalistiche. Si possono fare infatti tante escursioni facili, adatte anche ai bambini, per scoprire questa meravigliosa zona a tutto tondo. Ecco Cosa vedere in Salento oltre le spiagge.

Leggi anche le più belle spiagge nel Salento

 

Cosa vedere in Salento, le Grotte Zinzulusa

A quattro chilometri da  Castro Marina si trova la Grotta Zinzulusa, una grotta carsica che si è formata a causa dell’erosione marina. La grotta è stata scoperta alla fine del 1700, ma è stata esplorata solo dal 1950 e aperta al pubblico solo nel 1957.

Nel 1999 è stata inserita nell’elenco delle 10 cavità più importanti al mondo.

La grotta prende il nome dalle stalattiti che pendono dal soffitto che ricordano degli “stracci appesi” che in dialetto sono chiamati appunto “zinzuli”.

Come visitare la grotta

Una volta fatto il biglietto per raggiungere l’ingresso bisogna percorrere un tragitto a picco sul mare davvero scenografico.

La visita alla grotta è adatta anche ai bambini perché seppur guidata, dura solo mezz’ora e viene effettuata in piccoli gruppi.

Per la visita vi consiglio di indossare tutti un abbigliamento comodo e scarpe chiuse perché all’interno si può scivolare. Vi consiglio anche di portare una felpa perché la temperatura è di 18 gradi circa.

Il percorso dentro la grotta è di soli 150 metri ma in questo breve tratto sono custoditi incredibili reperti paleontologici e preistorici. Per i bambini sarà senza dubbio un’avventura poter entrare in una vera grotta e vedere con i loro occhi stalattiti e stalagmiti.

La grotta non è accessibile con i passeggini quindi se i vostri bimbi sono piccoli vi consiglio di portarli in fascia o in marsupio.

Info e biglietti

  • Il biglietto costa 6 euro per gli adulti e 3 per i bambini. Anche i cani possono entrare.
  • E’ aperta tutto l’anno ma non è visitabile in caso di mare mosso.

Curiosità

La Zinzulusa è stata usata da Carlo Verdone come set della scena finale del suo film “Si vive una volta sola” ma viene anche citata da Checco Zalone nel video della canzone “ La vacinada”.

Dove si trova e come raggiungerla

L’indirizzo della grotta è Piazzale Zinzulusa, Castro.

La grotta Zinzulusa si può raggiungere in auto oppure via terra da Castro Marina o ancora con un’escursione in barca, potete prendere informazioni al porto di Castro Marina

  • Per info e prenotazioni: 0836-943812

Castro Marina

castro marina

Dopo aver visitato la grotta Zinzulusa merita una passeggiata anche la vicinissima Castro Marina con il suo porticciolo molto caratteristico. Al porto troverete ormeggiate le tante e coloratissime barchette dei pescatori locali, che vengono chiamate “le barche volanti”. Le barche infatti sembrano quasi volare grazie all’effetto ottico dato dall’acqua cristallina che si incontra col fondale bianchissimo.

Quello di Castro Marina è uno scorcio salentino veramente caratteristico che vi consiglio di non perdere.

 

Cosa vedere nel Salento: imperdibile la Cava di Bauxite

Trovarsi nel Salento e sentirsi nella West Coast americana. E’ possibile visitando la cava di Bauxite di Otranto.

La cava non è altro che un ex giacimento di Bauxite, scoperto nel 1940 e sfruttato fino al 1976, anno in cui è stato dismesso. Da allora la natura ha preso il sopravvento su questo lembo di terra perché a causa delle infiltrazioni delle falde acquifere e grazie ai residui di bauxite ancora presenti si è formato un laghetto color verde smeraldo. La terra tutta intorno è invece rosso acceso ed il contrasto tra acqua e terra è stupefacente e ricorda i paesaggi dei grandi parchi americani.

La passeggiata per raggiungere la grotta è facile ma è meglio affrontarla con scarpe chiuse, un cappellino, acqua e snack perché non ci sono punti di ristoro. Qui è la natura la protagonista in tutto il suo splendore.

Vi consiglio di effettuare questa escursione in estate nelle ore più fresche perché anche se la passeggiata è breve non ci sono punti d’ombra.

Come raggiungere la Cava di Bauxite

Da Otranto in direzione Santa Cesarea, bisogna entrare a Otranto dall’ultimo incrocio e svoltare subito a destra. Così facendo ci si immette in una stradina di campagna che ben presto diventa sterrata. Sulla sinistra troverete un parcheggio (costo 3 euro solo in estate)

Una volta lasciata l’auto bisogna camminare per circa 300 metri ma dal parcheggio la cava sarà già visibile alla vostra destra.

 

Faro di punta Palascia

Nella nostra lista di cosa vedere in Salento c’è anche un faro unico. Lo sai che in Salento si trova il luogo più a est d’italia?

È  il faro di Punta Palascia ed è una delle tante meraviglie del Salento.

Il faro si trova appunto a Punta Palascia, a pochi km da Otranto.

Si raggiunge con una semplice passeggiata, ma anche senza scendere fino al faro potrete comunque godere di un panorama fantastico. Il faro spicca in mezzo alla costa salentina a strapiombo sul mare e nelle giornate più serene è addirittura possibile intravedere le coste dell’Albania … si trova così ad Est che può capitare addirittura che il cellulare si agganci alle celle telefoniche della Grecia.

Tradizione salentina vuole che il primo giorno tanti ragazzi si rechino qui per ammirare l’alba del nuovo anno.

 

Info per raggiungere il faro di Punta Palascia

Se volete arrivare fino al faro sappiate che il percorso è in discesa (e poi ovviamente in salita), il terreno è leggermente scosceso quindi anche qui consiglio scarpe chiuse, è comunque fattibile anche con i sandali.

Il faro di Punta Palascia è raggiungibile dalla strada litoranea che da Otranto porta verso Santa Maria di Leuca, vari cartelli lo indicano.

Una volta parcheggiata l’auto si raggiunge con una passeggiata di circa 15/20 minuti considerando i tempi dei bambini.

 

Grotta della Poesia

Un’altra perla naturale del Salento è la Grotta della Poesia, inserita tra le piscine naturali più belle del mondo.

Questa grotta  fa parte di un complesso carsico formato da cavità che un tempo erano delle grotte dotate di una copertura di roccia. Nel tempo a causa dell’erosione del mare e degli altri fenomeni atmosferici la copertura è crollata e quello che ne rimane ora è in pratica una piscina naturale veramente bellissima.

Info per visitare la Grotta della Poesia

La grotta si trova nel comune di Roca Vecchia, una frazione di Melendugno, in provincia di Lecce.

Per tutelare il territorio che fa parte dell’area archeologica di Roca Vecchia, da qualche anno l’ingresso alla zona è stato regolamentato ed è previsto un biglietto d’ingresso di 3 euro per gli adulti e 2 euro per i bambini e i ragazzi sotto i 16 anni.

Nella zona vige il divieto di balneazione, quindi non è possibile tuffarsi e fare il bagno. Purtroppo però questo divieto viene totalmente ignorato e ciò toglie un po’ di magia ad un posto veramente unico.

Indirizzo, orari e contatti

Troverete la grotta della poesia a questo indirizzo: Strada Statale San Cataldo, Via Otranto, Roca Vecchia,

L’area archeologica di Roca si può visitare tutti i giorni da Aprile a Ottobre dalle 10 alle 19.

Contatti 3283280483 e 3392063223

E-mail: retevivarch@gmail.com

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This field is required.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*This field is required.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.