Una giornata vighinga al museo delle Lofoten

museo vichingo lofoten

Sei mai entrato in una casa vichinga? Hai mai navigato su una nave guidata da un guerriero?  Nel nostro giro alle Lofoten abbiamo fatto tappa a Bøstad dove c’è il Lofotr Viking Museum. Un vero viaggio nel tempo. È un museo creato su un sito archeologico, quindi ricco di reperti, ma anche interattivo e coinvolgente. Puoi mangiare un pasto vichingo o fare giochi vichinghi. Ti dico solo che ci siamo rimasti mezza giornata. E siamo andati via a malincuore.

Bøstad e i ritrovamenti archeologici vichinghi

A Bøstad c’è uno dei 15 insediamenti dell´età del ferro nel Nord della Norvegia. Le ricerche archeologiche degli anni 1983-1986 hanno riportato alla luce un´abitazione lunga 83 metri ,la più grande fin’ora conosciuta risalente al periodo dei Vichinghi, oltre a un tesoretto di reperti.

Quest´insediamento fu fondato nel 500 d.C. circa e abbandonato intorno al 950.

La visita al Lofotr, il  museo vichingo alle Lofoten

La visita inizia da una grande sala con dei video e una seconda sala con i reperti archeologici, spade, gioielli, oggetti di uso quotidiano. Ogni postazione ha una spiegazione veloce e chiara (adatta anche ai bambini) anche in italiano. Puoi ascoltare l’audio o con le cuffie o direttamente con il tuo smartphone. La sala buia, le luci che riflettono antiche iscrizioni vichinghe… è la porta verso il passato.

Dopo le prime due  sale siamo entrati nella sala cinema, dove ogni 20 minuti (alle 10, 10.20, 10.40….)trasmettono un film. È in inglese, ma molto intuitivo. Il filmato racconta la storia dell’insediamento. L´ ultimo capo del villaggio di Borg fu probabilmente Olaf Tvennumbruni che si ristabilì  in Islanda. Si crede che la fuga fu dovuta a conflitti interni tra i vari capi-tribù. La storia viene raccontata dal punto di vista della figlia di Olaf, costretta a lasciare la Norvegia con il padre e da grande tornata a casa per sposare il suo amico di infanzia.

Dopo il film si esce e , all’esterno, si va a vedere la casa del capo tribù. Ci sono i veri resti, ma anche una fedele ricostruizone.

La casa vichinga

casa vichinga museo vichingo lofoten

All’interno della casa le guide sono vestite da vichinghi e ti spiegano filatura, giochi e cucina vichinga. Cercate Laura, è italiana e ha molta pazienza con i bambini. Ma soprattutto dentro la casa del museo vichingo si può toccare tutto e così scoprire artigianato, tessuti, decorazioni. Ci sono anche gli animali della fattoria: cinghiali, cavalli, pecore selvatiche e mucche che pascolano all’aperto.

I bambini però sono impazziti per l’angolo con i vestiti da guerrieri. C’è tutto, tonache, calzarti, cinture, mantelle, eli, scudi e faretre. In un batter d’occhio si sono trasformati in due piccoli vichinghi.

Lofotr museo vichingo lofoten

I giochi vichinghi

tico con l'arco

Ma non è finita. Dopo la visita alla casa vichinga, si fa una breve passeggiata lungo un sentiero di ghiaia, ben indicato e si arriva all’area dei giochi vichinghi. Sempre con delle guide si possono fare gare di tiro con l’arco e tiro con l’ascia.

Qui c’è anche un piccolo bar con caffè caldo e pancake salati con prosciutto o salmone.

Gita sulla barca vichinga

barca vichinga al museo vichingo lofoten

I bambini dopo la visita alla casa e i giochi vichinghi erano super eccitati e la visita è finita in bellezza con una gita su una barca vichinga. Noi abbiamo fatto il giro in un giorno di vento e il comandante ha spiegato le vele, altrimenti i passeggeri devono anche remare.Il giro dura circa 15 minuti e prima di salire a bordo grandi e piccini indossano i giubbotti di salvataggio.

Il fabbro

Cinque giorni alla settimana  c’è anche il fabbro che lavora in fucina. Le visite all’aperto possono subire variazioni per il mal tempo.

 

Cibo e bevande

All’interno del museo c’è anche un caffè dove è possibile mangiare panini, zuppa di agnello e idromele dal 15 giugno al 15 agosto.

 

Info prartiche per la visita al museo vichingo alle Lofoten

  • Il biglietto costa 20 euro per gli adulti e 15 euro per i bambini
  • booking@lofotr.no e www.lofotr.no

Il Lofotr, musso vichingo alle Lofoten uno dei musei più belli che abbiamo visto. La tappa da segnare per tutti  ,piccoli e grandi. È un vero viaggio nel tempo nell’era vichinga, tra tessuti, odori, con il vento tagliente e i prati a perdita d’occhio.

Author: viaggiapiccoli

Cristina e Francesco viviamo a Napoli, ma la nostra casa è il mondo...un mondo che scopriamo con i nostri "piccoli", i gemelli Enrico e Giulia. Siamo i coordinartori della grande famiglia di Viaggiapiccoli  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.