Zalpa: trekking con gli Alpaca in Friuli

bambino trekking alpaca

Tra le verdissime colline del Friuli esiste un piccolo regno a metà tra un’arca di Noè e la casa di Nonna Papera, dove si può fare facili trekking con alpaca e lama, scoprire il mondo delle api, rilassarsi con il profumo del miele e gustare ottimi piatti a km zero. Questo posto si chiama Zalpa!

Curiosi di scoprire tutto? Allora continuate a leggere!

Zalpa: una ne pensa e mille ne fa

Zalpa si trova a Travesio a circa 15 minuti di macchina da Spilimbergo, cittadina molto carina che vi consigliamo di vedere e che potete leggere anche nel nostro racconto di viaggio in Friuli con i bambini (online a breve).

Appena usciti dal paese di Travesio la strada si inerpica su un’altura dove Zalpa vi da il benvenuto.

Sono oramai 10 anni che Edoardo – ora insieme a uno staff appassionato e ben assortito – gestisce questa realtà decisamente multitasking, ampliando le attività e le passioni.

Appena arrivati Tommaso, da bravo precisetti della famiglia, ha subito chiesto cosa volesse dire il nome e ci è stato spiegato che si tratta dell’acronimo delle prime due attività dell’azienda: lo zafferano – che ancora viene coltivato e rivenduto – e, ovviamente, gli alpaca, che insieme ai lama costituiscono l’attrazione più grande di Zalpa e uno dei pochi posti in Friuli dove poter fare trekking semplici con loro.

Gli spazi sono davvero grandi e i progetti per il futuro ambiziosi – “il naturale proseguimento del progetto è restaurare un vecchio rudere per trasformarlo in un b&b, così il cerchio si va a chiudere” afferma orgoglioso Edoardo.

bambini alpaca friuli

Dalla A di Alpaca alla Z di Zalpa: trekking e non solo in Friuli

Ogni sabato e domenica a Zalpa organizzano una visita della struttura che si divide in diversi momenti, tutti molto interessanti.

Si parte con un’introduzione alla realtà e a tutti i suoi prodotti, che sono acquistabili nel piccolo shop: ci sono i prodotti della terra come appunto lo zafferano, le patate e le cipolle  – presidio Slow Food ufficiale – e i prodotti derivanti dagli animali, dal miele delle api (qui si producono millefiori, castagno e acacia) a tutto quello che si può realizzare con la lana degli alpaca.
Ci sono calzettoni, guanti, berretti e sciarpe e anche un piccolo pupazzo, tutti fatti con la caldissima lana degli alpaca – voi lo sapevate che la lana di alpaca è 7 volte più calda di quella di pecora? – lavorata a mano o a macchina e non tinta per lasciare le sfumature naturali, che in natura sono fino a 22 colorazioni differenti.

A seguire abbiamo fatto un avvicinamento agli animali per conoscerli e imparare a distinguerli (voi le sapete tutte le differenze tra lama e alpaca? noi le abbiamo scoperte!)
Gli animali – ad oggi circa una quindicina – vivono in un terreno veramente ampio, tra alberi e saliscendi che permettono loro anche tanto movimento, sempre però sotto l’attento sguardo dei due pastori maremmani che vegliano su di loro.

Dopo le presentazioni con Black e Baita, i lama a noi assegnati, siamo partiti per una passeggiata di circa 45 minuti , un piccolo trekking insieme anche ad altri lama e alpaca, nel bosco alle spalle di Zalpa.
In passato avevamo fatto passeggiate e trekking insieme agli asinelli – trovi qui i nostri racconti delle esperienze in Abruzzo e Liguria – ma abbiamo trovato lama e alpaca più docili, dal passo più lento, ma sempre con la stessa fame! Con il loro passo morbido e l’andatura regale camminare con loro sarebbe molto rilassante … se non fosse per i gridolini di felicità e eccitazione dei bambini che rendono tutto più una festa che un esercizio di meditazione.

L’Apiario del Benessere di Zalpa: eccellenza del Friuli

Terminata la passeggiata e riaccompagnati gli animali nel loro recinto, siamo stati insieme ad Edoardo a scoprire l’incredibile mondo delle api sul quale non si smette mai di imparare e soprattutto di stupirsi.

Oltre a circa 35 arnie, a Zalpa dal 2020, con un’idea di Edoardo proprio durante il lockdown, è stato creato anche un Apiario del benessere.
Sapete di cosa si tratta? Noi non lo avevamo mai sentito e la scoperta è veramente interessante.
L’apiario del benessere è una casetta in legno con delle aperture nelle pareti, rivestite con una rete a maglie fitte, che si trovano in corrispondenza delle arnie.
Cosa succede? Le api non entrano, ma entra il profumo del miele da loro prodotto che venendo assorbito dal legno della casetta crea una piacevole atmosfera che è una vera Terapia che apporta benefici per l’apparato respiratorio.
Inoltre il costante ronzio delle api dona un senso di tranquillità e benessere.

Gli Apiari del benessere sono circa una decina in tutta Italia e sono ovviamente regolamentati con specifiche misure da rispettare in base al numero di arnie poste nelle vicinanze e materiali.
Un’ora al giorno per una settimana… e gola e polmoni ne trarranno beneficio.

bambina apiario del benessere

Conclusione in dolcezza da Zalpa

Fame di conoscenza per tutti … ma anche fame del corpo. A Zalpa, se volete, ci si può ovviamente fermare a pranzo nell’ agriturismo dove noi abbiamo mangiato benissimo!
Pasta fatta in casa, condimenti di stagione e prodotti del territorio, polenta con formaggi, carni e salumi e dolci deliziosi, ovviamente insieme a vini friulani o alla birra prodotta direttamente da loro.

Aver conosciuto la realtà di Zalpa nel nostro viaggio in Friuli è stato molto interessante e non solo per la possibilità di fare trekking con gli alpaca.

Tommaso ovviamente è stato felicissimo dell’esperienza con gli animali e ha imparato cose nuove sulle api; Camilla incredibilmente incuriosita da questi grandi e silenziosi animali ha poi apprezzato molto anche la cucina di casa, mentre noi abbiamo imparato cose nuove e abbiamo passato una bellissima giornata nel verde.

Se siete interessati a visitare Zalpa e partecipare alle iniziative vi lasciamo di seguito i contatti.

Trekking con gli alpaca in Friuli: i contatti

ZALPA
Azienda Agricola
Via Praforte
33090 Travesio / Pordenone / Italy
Tel. 349 080 3670
Email:zalpa.info@gmail.com

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This field is required.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*This field is required.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.