newsletter-viaggiapiccoli
HomeLombardiaEventi LombardiaSEGNI New Generations Festival 2023

SEGNI New Generations Festival 2023

 

A Mantova torna SEGNI New Generations Festival, la rassegna internazionale d’arte e teatro organizzata dall’Associazione Segni d’infanzia ETS e dedicata a spettatori da 18 mesi a 18 anni (e oltre).



Quale occasione migliore per portare a teatro i vostri bambini? La città si trasforma in un teatro diffuso per famiglie, si riempie di artisti e di colori.

Sono più di 100 gli appuntamenti in programma dedicati alle nuove generazioni, tra spettacoli, laboratori, coloratissime parate ed eventi per scuole e famiglie.

SEGNI New Generations Festival 2023

Il festival Segni d’infanzia quest’anno si terrà a Mantova dal 29 ottobre al 5 novembre. Il tanto atteso Animale Simbolo della sua XVIII edizione è  il Fenicottero. La direttrice artistica Cristina Cazzola ha sottolineato che la scelta dell’Animale Simbolo è una parte essenziale del processo creativo che coinvolge la comunità di Segni.

Il Fenicottero rappresenta l’equilibrio, la sensibilità e la rinascita nel contesto del festival per bambini e famiglie, ma quest’anno ha un valore speciale, infatti, l’idea del  Fenicottero è stata suggerito dai TEEN della Community di Segni. Questo animale ha una simbologia potente ed è di gran moda al momento. Rappresenta concetti importanti come equilibrio, sensibilità, rinascita, altruismo, nuove esperienze e fascino. Inoltre, è associato a tutti e quattro gli elementi: acqua, aria, fuoco e terra.

All’animale simbolo – ispirato al disegno del “fenicottero Magro Magrino” realizzato dalla giovanissima artista Iris Lidia Accini – è associato lo storico concorso creativo a premi. In palio, per le scuole e per le famiglie che partecipano, l’opportunità di vincere un soggiorno e una crociera sull’Isola del Giglio grazie a Maregiglio.

 

Programma di SEGNI New Generations Festival 2023

Parata di apertura

Il festival avrà inizio il 29 ottobre alle ore 15 e, come da tradizione, aprirà con la Danza degli animali fantastici, una coloratissima parata che attraverserà il nuovissimo Parco Te ed arriverà a Palazzo Te scortata dalla musica della Banda Città di Mantova “Alessio Artoni”.

Al corteo potranno partecipare tutti gli Animali Fantastici realizzati durante i laboratori artistici di Vasche in Città e durante l’Atelier del Fenicottero (dalle ore 10 in Piazza Alberti).

Sarà anche possibile presentarsi, alle 14, direttamente al punto di ritrovo, dove lo Staff fornirà un gadget per poter partecipare.

A Palazzo Te sono previsti laboratori sull’animale simbolo, una squisita merenda e la musica dell’Orchestra degli studenti e studentesse della Nuova Scuola di Musica (tutti gli eventi sono gratuiti con prenotazione obbligatoria).

Per la prima infanzia

Ai piccolissimi (dai 18 mesi), mercoledì 31 alla Sala delle Capriate, il festival dedica Ho un punto fra le mani, uno spettacolo multisensoriale capace di stimolare l’immaginazione e divertire. 

Sempre alla prima infanzia sono indirizzati Play Jam, una sessione di improvvisazione danzata (mercoledì 1 e giovedì 2 novembre), e Abaco, un gioco di numeri, dedicato ai bambini piccolissimi che, passo dopo passo, iniziano a scoprire il mondo ed acquistano sempre più coraggio (venerdì 3 e sabato 4 novembre a Palazzo Te – Tinelli).

Dai tre anni

Da non perdere Lovni, esclusivo viaggio nello spazio, comodamente sdraiati, per attraversare paesaggi fatti di suoni e colori. Un’esperienza immersiva, intima, impressionistica, unica e musicale, in cui ogni passeggero potrà vivere la propria storia. (Spazio Studio Sant’Orsola, martedì 31 e mercoledì 1).

Dai tre anni è, poi, consigliato lo spettacolo Streghe, liberamente ispirato al bestseller “Le Streghe” di Dahl, in cui un gioco tra nonna e bambino diventa realtà e attraverso il teatro di narrazione e quello di figura si esplorano alcune tematiche fondamentali dell’infanzia, dall’incontro con le paure, al loro riconoscimento e alla possibilità di superarle e vincerle (mercoledì 1 novembre al Teatro Ariston).

Giovedì 2 novembre, al Teatro Ariston, andrà in scena Naso d’Argento, che indaga il tema della bugia e guarda a ciò che i piccoli devono fare per diventare grandi.

E ancora, sempre dai 3 anni, è consigliato Nella tana. I piccoli potranno entrare in una vera e propria tana, in cui un coniglietto è rimasto solo mentre la madre è alla ricerca di cibo (dal 31 ottobre al 2 novembre, Ex Convento Benedettino).

 

Da non perdere The big Five, un vero safari nel mondo dei più grandi animali dell’Africa in cui un travolgente gioco di costumi trasporta nel caldo torrido del deserto, dove va in scena una stravagante parata. Uno spettacolo sulla diversità, sul distinguersi ma anche sul mimetizzarsi e sul camuffarsi, una passerella che celebra tutti i colori della natura e dell’umanità. (dal 3 al 5 novembre, ex Convento Benedettino)

 

Dai 4 anni

Per i bambini dai 4 anni è in programma Little Swan Lake, un delizioso mix di musica e movimento, che celebra l’individualità e la diversità. (4 e 5 novembre, Spazio Gradaro). 

È, poi, consigliato Spoon spoon in cui, sfidando la legge di gravità, su un palcoscenico pieno di materassi, tre ballerini e un musicista parlano di libertà, sicurezza e coraggio (da giovedì 2 a sabato 4, Spazio Gradaro)

spoon spoon

Pourquoi pas! vi farà scoprire, attraverso uno spettacolo di marionette, il rapporto tra genitore e figlio. Sperimenterete l’infinita tenerezza, la turbolenta complicità e il clownesco confronto che scandiscono la vita quotidiana (giovedì 2 e venerdì 3, ex Convento Benedettino)

Dai 6 anni

Il festival propone Humana Foresta, una performance esperienziale alla scoperta degli spazi naturali e dei parchi urbani, in cui la fascinazione performativa si mescola all’esperienza personale. (Dal 30 ottobre al 1 novembre, evento itinerante con partenza da Palazzo Te – Esedra)

Humana foresta

Sabato 4 e domenica 5 presso l’ex Convento Benedettino debutta Cartasìa, uno spettacolo geniale e di grande impatto visivo che, senza usare parole, racconta di un artista che si confronta con la materia, la Carta, grezza prima e raffinata poi, che, come nella famosa scena di “Fantasia”, in cui l’apprendista stregone danza con le magiche scope,  prende sempre più vita acquistando la sua indipendenza. 

Non mancheranno le grandi avventure con Jim e il Pirata, un tuffo nel mondo dei pirati verso un’isola lontana e misteriosa, dove giace il tesoro del temibile pirata Flint.  (dai 6 anni, 2 novembre Teatro Bibiena).

Per gli adolescenti

Con ANTIGONE, un guscio di noce vi confronterete con una delle figure femminili più incisive del mito in una messa in scena inusuale, con un approccio e un ritmo che richiama la Stand up Comedy e che propone diverse chiavi di lettura, attraversando, con leggerezza e ironia, concetti complessi e contrapposti. (2 novembre, Spazio Studio Sant’Orsola) 

antigone

Arriva, poi, a Segni Hold Your Horses, storia sul desiderio di tenere duro, raccontata da mani, corpi e chitarre, e dell’urgenza di aggrapparsi a qualcosa o a qualcuno, in un mondo sempre più sfuggente. (31 ottobre, Teatro Ariston).

Il Padiglione MZ

Il festival ospita per il secondo anno Padiglione MZ, progetto a cura di Monica Colella, responsabile organizzativa di Segni, dedicato ai nuovi linguaggi e alla loro divulgazione.

Nell’ambito del Padiglione MZ, mercoledì 1 novembre alle ore 16, da non perdere  Plantasia, esecuzione integrale dell’omonima composizione del canadese Mort Garson, pioniere della musica elettronica, composta negli anni ‘70 e dedicata alle piante, che si terrà in uno spazio verde cittadino svelato ai partecipanti solo qualche giorno prima dell’evento. 

Eventi speciali 

Tra i progetti speciali da non perdere ForesTEEN, progetto in partenariato con tre enti del territorio mantovano, volto ad innovare l’offerta culturale per le generazioni di spettatori creando un linguaggio comune tra nativi digitali e migranti digitali e stimolando un dialogo transgenerazionale tra professionisti della cultura.

Sabato 4 novembre alle ore 17, è prevista una speciale Caccia al Tesoro aperta a tutti che porterà i partecipanti, divisi in squadre per l’arte a cercare la soluzione per l’obiettivo finale: fare partire il DJSET a Spazio Te in tempo per l’aperitivo.

Nasce per SEGNI 2023 la Ludoteca Sensoriale, uno spazio accogliente e gratuito realizzato in centro città per vivere in famiglia, con piante aromatiche per stimolare l’olfatto, una zona per l’ascolto di suoni e racconti in cuffia.  

Tanti i laboratori e le masterclass previste durante il festival: dall’Atelier del Fenicottero (dai 3 anni) nella Loggia del Grano, nel cuore del centro storico, uno spazio dove condividere con mamma e papà il tempo della creatività, alle masterclass Pasta Madre, esperienze di scambio dal vivo e trasmissione del sapere per artisti, professionisti, operatori e operatrici culturali.

Il festival offre anche contenuti extra e di formazione accessibili online sulla piattaforma segninonda.org  

Il confronto fra generazioni anima gli Spunti(ni) critici e il Teen Kitchen Table (venerdì 3 Loggia del Grano). 

Non mancheranno i laboratori di cucina condotti da Gianfranco Allari con Farmo (dai 6 anni, 4 e 5 novembre, LaCucina Ristorante) e con il contributo di S.Martino (dai 12 anni, 30 ottobre, LaCucina Ristorante)

La nostra esperienza a SEGNI New Generations Festival 2022

Lo scorso anno abbiamo raggiunto Mantova per assistere alla XVII edizione di SEGNI New Generations Festival.

Abbiamo così avuto l’occasione di vedere tre degli spettacoli in programma e di partecipare ai laboratori. Abbiamo riso, ballato, creato e ascoltato storie meravigliose…

Quello che amiamo di SEGNI è che è, davvero, una manifestazione che mette al centro bambini e ragazzi. Loro sono i veri protagonisti ed è bellissimo per noi adulti vedere i loro occhi riempirsi di stupore e sentire le loro risate.

Noi, quest’anno, ci siamo commossi guardando “Hamelin”, uno spettacolo immersivo e coinvolgente, che, partendo dalla storia del famoso pifferaio, trasmette agli spettatori un grande messaggio e regala a grandi e piccini un prezioso momento insieme.

Abbiamo, poi, visto “Le nid”, uno spettacolo, capace di incantare e coinvolgere i più piccoli, che con grande delicatezza, racconta la storia di un incontro, di qualcuno che c’è e di qualcuno che arriva, e che stimola una riflessione sul tema del cambiamento e del relazionarsi con l’altro.

Particolarmente apprezzato da nostro figlio è, poi, stato “Lucky Luuk”, della compagnia olandese Meneer Monster, che ci ha catapultato nel selvaggio west. Uno spettacolo davvero divertente, con tre incredibili performer, capaci di far viaggiare con la fantasia, coinvolgere e far ridere tutta la famiglia.

Nel programma di SEGNI New Generations Festival non ci sono solo spettacoli, ma anche laboratori ed altri eventi.

Nel corso dei weekend, infatti, la loggia del Grano è stata trasformata nell’Atelier della formica, uno spazio dedicato alla creatività, in cui bambini hanno potuto colorare e stare insieme.

Presso il ristorante LaCucina-Mantova, abbiamo, infine, partecipato al laboratorio DOLCE AD ARTE, nel corso del quale, i bambini, sotto la guida dello chef Gianfranco Allari, hanno realizzato due buonissimi piatti con i golosi ingredienti offerti da Farmo. E’ stata un’esperienza davvero meravigliosa. Nostro figlio, insieme ad altri bimbi si è diverto tantissimo nel creare, con le sue mani ed in completa autonomia, i suoi dolci.

Il festival si svolge ogni anno nel periodo autunnale. Se ne avete l’occasione vi consigliamo di raggiungere la città in quel periodo: potrebbe essere l’occasione ideale per visitare Mantova!

 

Sponsor

La manifestazione è promossa e sostenuta da Comune di Mantova, MiC – Ministero della Cultura, Ufficio Milano del Parlamento Europeo, Fondazione Cariplo, Fondazione Comunità Mantovana, Fondazione BAM, Performing Arts Fund olandese, patrocinata da Comitato Unicef Italia, Regione Lombardia, Provincia di Mantova, Confindustria Mantova e Camera di Commercio di Mantova e supportata, tra gli sponsor, da Gruppo Tea.

SEGNI New Generations Festival: Prenotazioni ed informazioni utili

I biglietti di SEGNI New Generations Festival sono acquistabili, dal 25 settembre, in via L.C. Volta, 9/B, sede dell’associazione Segni d’infanzia e, dal 26 ottobre, si sposterà in Piazza L. B. Alberti, Sala delle Colonne.

Online su VIVATICKET e presso i punti vendita del circuito.

ORARI DI BIGLIETTERIA

Lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 10:00 alle 14:00.
Martedì e giovedì, dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 17:00 alle 19:00.
Sabato dalle 12:00 alle 18:00.
Durante il festival, dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 18:00.

COME

1) Telefonando in biglietteria e confermando la prenotazione con il pagamento tramite bonifico (entro 48 h per gli eventi pomeridiani e serali | entro 10 giorni per gli eventi per le scuole).

2) On line su vivaticket.com, con ritiro biglietti sul luogo del primo evento prenotato.

3) Presso la biglietteria a Mantova. Si privilegia il pagamento elettronico.

EVENTI GRATUITI

Prenotazione necessaria tramite eventbrite.it.

NOTA BENE: la prenotazione tramite eventbrite è necessaria anche per gli eventi “ASPETTANDO SEGNI FESTIVAL”

COSTI

Biglietto unico € 8,00 (a partire da 18 mesi)
Biglietto scuole € 7,00 a studente
Insegnanti ed educatori: omaggio
Persona disabile: ridotto € 5,00
Accompagnatore di persona con disabilità: omaggio

RIDUZIONI

Per famiglie: l’acquisto di 4 eventi per almeno 1 adulto e 1 bambino/ ragazzo dà diritto alla riduzione di 1 euro su tutti i biglietti.

BIGLIETTO SOSPESO

Chiunque può acquistare dei biglietti da destinare a persone che non hanno le risorse necessarie per partecipare agli eventi del festival.

CONTATTI

Telefono +39.0376.752882
biglietteria@segnidinfanzia.org

RELATED ARTICLES

SCRIVI UN COMMENTO

Per favore inserisci il commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

A spasso con Musy

Iscriviti alla Newsletter

Rimaniamo in contatto - Entra a far parte delle famiglie Viaggiapiccoli, riceverai via mail agende esclusive con eventi nella tua città, codici sconto, offerte e itinerari in anteprima

Chi siamo

Eravamo in due, Francesco e Cristina, improvvisamente ci siamo trovati in quattro, quando nel 2012 sono nati Enrico e Giulia. Abbiamo capito che le nostre vite sarebbero cambiate, ma non volevamo rinunciare alla nostra passione: VIAGGIARE. Grazie ai nostri “piccoli” abbiamo capito che esiste sempre un viaggio giusto.

Pubblciità 10 per cento di socnto per l'assicurazione di Viaggio Heymondo