fbpx
Cerca

Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino: in gita in Lombardia

Pontile Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino

Avete mai sentito parlare delle Torbiere del Sebino? Se siete alla ricerca di idee per una gita in Lombardia con i bambini, magari un po’ diversa dal solito, non potete non prendere in considerazione questa Riserva Naturale, situata sulla sponda meridionale del Lago d’Iseo.

Una gita in famiglia in Lombardia

Le Torbiere del Sebino, oltre ad essere una destinazione perfetta per chi vuole fare birdwatching e per gli appassionati di fotografia, è il luogo ideale per una gita in famiglia in Lombardia non particolarmente impegnativa. I percorsi della Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino, infatti, non richiedono una particolare forma fisica e possono, essere affrontati anche dai più piccoli.

Una delle caratteristiche di questa riserva naturale è che il paesaggio cambia completamente in base alla stagione in cui la si visita. Con il passare delle stagioni, infatti, mutano i colori e lo scenario che ci si trova ad ammirare; ciò, fa delle Torbiere del Sebino il luogo ideale per una passeggiata in qualsiasi momento dell’anno.

 

Storia della Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino

La Riserva Naturale, situata tra la Franciacorta ed il lago d’Iseo, è la zona umida più significativa, per estensione ed importanza ecologica, della provincia di Brescia.

Quando, verso la fine del ‘700, si scoprì che la torba, formatasi in seguito al ritiro delle acque del lago d’Iseo, una volta essiccata, ha una resa calorica superiore a quella della legna, alcune famiglie cominciano ad utilizzarla per il riscaldamento domestico.

Lo sfruttamento di questo giacimento si fece con il tempo sempre più massiccio. La torba era, infatti, un materiale prezioso per l’economia della zona, potendo sostituire il carbone, la cui importazione era molto costosa Nel corso degli anni, l’estrazione di questo prezioso materiale, trasformò profondamente quest’area, finché, intorno agli anni ’50, il suo utilizzo cessò completamente.

 

La fauna della Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino

Esplorare le Torbiere del Sebino per i bambini si rivelerà una bella avventura. Qui, infatti, potranno ammirare uccelli, pesci ed altri piccoli animali.

La zona è stata dichiarata “Zona di Protezione Speciale (ZPS)” dall’Unione Europea. Le Torbiere del Sebino ospitano, infatti, 31 specie di uccelli di interesse comunitario. Nella riserva sono, inoltre, presenti piccoli mammiferi, appartenenti agli ordini degli insettivori, roditori e chirotteri, rettili e pesci.

 

Percorsi della Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino

bambino corre su un sentiero

All’intero della Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino si possono percorrere due diversi itinerari.

Il primo è l’itinerario sud-centrale, con partenza ed arrivo dal Monastero San Pietro in Lamosa oppure dalla stazione di Provaglio. Il percorso è lungo circa 4 chilometri e si percorre in 2-3 ore.

L’itinerario nord-centrale, invece, con partenza ed arrivo al Centro Visite, ha una lunghezza complessiva di circa 5 km e si percorre in 3-4 ore.

Il tratto più suggestivo della riserva coincide con il percorso centrale, che si snoda direttamente nel cuore della stessa, attraverso diverse passerelle in legno che collegano le lingue di terra tra le vasche.

 

Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino con i bambini

La visita delle Torbiere del Sebino è una delle gite in Lombardia con bambini che ci sentiamo di consigliare. I sentieri della riserva sono, infatti, pianeggianti e, scegliendo l’itinerario sud-centrale, si cammina per lo più su passerelle di legno o su strada.

Il percorso sud è accessibile anche per i passeggini, ma considerate che si tratta di un percorso sterrato. Il mio consiglio è quello di prediligere per i più piccoli un marsupio o una fascia.

In ogni caso, la passeggiata è alla portata di tutti, anche dei più piccoli. Noi abbiamo visitato la zona con il nostro bimbo, di tre anni, che ha camminato per tutto il tempo, senza particolari problemi.

Se i bambini sono abbastanza grandi, potreste coinvolgerli nell’avvistamento della fauna locale, portando magari un piccolo binocolo.

In ogni caso, se visitate le Torbiere del Sebino con i bambini, ricordatevi di fargli indossare delle calzature adeguate, così da evitare che possano scivolare, e non dimenticate di portare un cappellino.

Ricordate che la somministrazione di cibo agli animali selvatici è assolutamente vietata, poiché potrebbe essere deleterio per la conservazione degli ecosistemi. Spiegate, quindi, bene ai bambini come comportarsi all’interno della riserva.

Visitare la Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino

Orari di apertura delle Torbiere del Sebino

La Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino è aperta ogni giorno dell’anno, dall’alba al tramonto. Eventuali visite notturne sono ammesse, ma solo a seguito di autorizzazione.

Ingressi alle Torbiere del Sebino

È possibile accedere alla riserva da tre punti:

  • Ingresso Nord: a Iseo, presso il Centro Accoglienza visitatori, di fronte al campo sportivo.
  • Ingresso Centrale: a Provaglio d’Iseo, presso il Monastero San Pietro in Lamosa.
  • Ingresso Sud: a Corte Franca presso l’Infopoint, Via Segaboli, vicino al parcheggio del Centro Commerciale “Le Torbiere”.

 

Costi Torbiere del Sebino

Chi non risiede nei comuni di Iseo, Provaglio e Cortefranca, deve pagare un biglietto (del costo di 1 euro) per accedere alle Torbiere del Sebino. Il ricavato dalla vendita dei biglietti d’ingresso servirà a finanziare i lavori di conservazione e ricerca effettuati nella riserva.

I biglietti si acquistano presso alcuni erogatori automatici, situati in prossimità dei tre ingressi alla Riserva.

Ricordate che gli erogatori accettano solo monete da 1 euro.

In ogni caso, se non avete a disposizione le monete necessarie, è possibile acquistare il biglietto in alcuni locali:

  • Il Viandante Franciacorta, presso la stazione ferroviaria di Provaglio d’Iseo
  • La Trattoria Fontanì, a Provaglio d’Iseo
  • Il Ristorante Pizzeria Nonna Nice, a Iseo;
  • Bar Fuori Norma, a Provaglio d’Iseo.

 

Alcune informazioni utili per organizzare la visita delle Torbiere del Sebino

Se state pensando di visitare questa interessante riserva, potrebbero esservi d’aiuto alcune informazioni:

–          nella riserva non è consentito introdurre cani, perché la loro presenza potrebbe disturbare la fauna locale e recare danni all’habitat specifico;

–          la pesca è consentita solo all’interno di aree appositamente segnalate;

–          solo il percorso sud della riserva è percorribile in bicicletta, mentre, negli altri percorsi non è possibile transitare con i mezzi a due ruote;

–          nella riserva sono vietati i bagni ed i picnic;

–          è possibile fare delle visite guidate, rivolgendosi alle guide ufficiali della riserva (http://www.torbieresebino.it/guide-della-riserva/ ).

 

Ilaria Rossi viaggiapiccoli Ilaria , autrice di “Una pulce in Viaggio

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X