Reggia di Caserta con i bambini: come rendere unica la visita

reggia di caserta

Visitare la Reggia di Caserta con i bambini potrebbe risultare un’impresa lunga, stancante e noiosa, considerando sia l’enorme ampiezza del palazzo, che quella del parco reale. Tuttavia se vi trovate nei pressi di questa piccola ma graziosissima città, questa tappa è d’obbligo.

Grandissima rivale della Reggia di Versailles, quella di Caserta è a dir poco maestosa, sontuosa ed estremamente sfarzosa. Dichiarata patrimonio dell’UNESCO nel 1997, si tratta della residenza reale più grande al mondo per volume. Come non trascorrervi almeno una giornata quindi?

Se però è proprio l’ampiezza di questo palazzo reale a farvi paura, vi proponiamo di seguito delle idee originali che renderanno la visita con i bambini il più divertente e rilassante possibile.

 

In questo articolo su cosa vedere alla Reggia di Caserta con i bambini troverai:

1. Consigli utili per visitare la Reggia di Caserta con i bambini
2. Tappa N°1: Gli appartamenti Reali a prova di bambini
3. Tappa N° 2: Il Parco Reale, un posto magico per i più piccoli
4. Attività per bambini al Palazzo Reale di Caserta
5. Informazioni Utili

Consigli utili per visitare la Reggia di Caserta con i bambini

Come ho già detto, la Reggia di Caserta oltre ad essere bella, è anche molto grande. Il primo consiglio è quindi quello di decidere in precedenza cosa vedere e andare spediti verso le mete prescelte (appartamenti reali, giardino all’italiana, giardino inglese, peschiera, castelluccia etc).

L’ideale sarebbe scegliere di preferenza una giornata in cui non è prevista pioggia e dividerla in due momenti: in mattinata visitare gli appartamenti reali, per pranzo un picnic rigenerante nel parco reale ed il pomeriggio dedicato alla visita dei giardini e delle fontane. Solitamente i bambini preferiscono il momento al parco, decidere quindi di vedere gli appartamenti reali il mattino è meglio.

Tappa N°1: Gli appartamenti Reali a prova di bambini

La Reggia di Caserta conta all’incirca 1200 stanze, ma tranquilli, il percorso dedicato ai visitatori è molto più breve! Nonostante ciò, le sale da vedere sono molte e per dei bambini non amanti delle lunghe camminate e dello stile barocco, dopo un po’ potrebbero risultare noiose. In questo caso il mio consiglio è quello di stare al loro ritmo e sostare più o meno a lungo nelle diverse stanze.

Iniziate il percorso raccontando loro la storia della Reggia di Caserta per bambini proposta più in basso in questo articolo, poi per rendere questa visita ancor più ludica e divertente, potreste inoltre proporre ai bambini una caccia al tesoro all’interno della Reggia oppure dei piccoli quiz che potrebbero spingerli ad osservare con più attenzione i diversi dettagli. 

Un aiuto prezioso pososno essere i Podcast della Reggia di Caserta: le voci degli attori del Teatro Civico 14  in una serie di audioracconti spiegano le bellezze del Parco Reale e del Giardino Inglese.

E per avvicinare i bambini al magico mondo dorato della reggia di Caserta impedibile la’udio racconto di “C’era una volta un re…anzi due

La Reggia di Caserta spiegata ai bambini

La storia della reggia di Caserta è davvero molto interessante. 

Sicuramente vi starete dicendo « Solo un re ricco e potente avrebbe potuto costruire un palazzo così grande! » E avete proprio ragione. Fu infatti proprio il Re di Napoli, Carlo di Borbone a lanciare il progetto, desideroso di avere un palazzo così bello e imponente che potesse rivaleggiare con la Reggia di Versailles situata in Francia. 

Dopo aver parlato con diversi architetti quindi, il re si affida a Luigi Vanvitelli, un ideatore di fama internazionale che giunse appositamente a Caserta per lui e in pochissimi giorni propose un progetto senza paragoni. 

Nel 1752 iniziano dunque i lavori, che termineranno solo ben 93 anni dopo! Un lavoro immenso, che diede luogo al palazzo come lo state vedendo voi adesso.

Composizione: 

reggia di caserta cappella palatinaQuando il re parlava di un palazzo imponente, non scherzava affatto! La Reggia ad oggi conta 1200 stante, 1742 finestre, 34 scale, 1026 camini, una presepe grandissimo e una Cappella religiosa! Riesci ad immaginare cosa significava raggiungere la sala da pranzo per chi usciva dalla camera da letto?

Ricco di oggetti provenienti dal mondo intero, dei tessuti più pregiati e dei libri più rari, la Reggia di Caserta è un vero e proprio gioiellino per il patrimonio italiano che aspetta solo voi!

E se tutto ciò non vi ha ancora convinti ad andare a visitare alcune delle migliaia di sale del palazzo, posso magari convincervi parlando invece di Star Wars? I piccoli amanti della saga fantascientifica drizzeranno subito le orecchie. Ricordate il palazzo della regina di Naboo? Ebbene si, l’episodio I La minaccia fantasma ed il II L’attacco dei cloni, sono proprio stati girati negli appartamenti reali. Cosa aspetti, corri a scoprire in quali sale sono stati ambientati!

Qualche idea di quiz per visitare la Reggia di Caserta con i bambini:

  • Gli appartamenti del palazzo reale sono ricchi di orologi di manifattura francese in oro zecchino, riusciresti a scovarli tutti e tenere il conto?
  • Sala di Alessandro: in questa sala, dei dipinti raffigurano il matrimonio di Roxane e Alessandro il Macedone, riusciresti ad individuare gli sposini?
  • Sala del dio Marte: in questa sala dedicata al dio della guerra, ci sono i bassorilievi di moltissime armature, riesci a contarle?

Reggia di Caserta Sala del Trono

 

  • Ala dedicata al Trono, in questa Sala grandissima, posizionati di spalle alle finestre e guarda in alto. Se osservi bene sono raffigurate delle finte finestre dipinte a mano, una di esse ha un particolare, sapresti indicare quale?
  • Sala dell’estate: sul soffitto gli affreschi mostrano degli angioletti maneggiare diversi strumenti musicali, trovane almeno 5!
  • Sala dell’inverno: cosa ne dici di scoprire la favola mitologica di Borea che rapisce Orizia?
  • Biblioteca Palatina, seconda stanza: Tra questi enormi libri conservati, riesci a trovare Il Torneo di Caserta?
  • Presepe gigante: un asinello che trasporta decine di verdure ti sta aspettando, trovalo!

 

Tappa N° 2: il Parco Reale, un posto magico per i più piccoli

Mappa: per scaricare la mappa del parco clicca qui! 

Anche i giardini della Reggia sono immensi e colmi di fontane, statue e piante ricercate.

La peschiera e la castelluccia sono visitabili a piedi, mentre se volete salire fino alla base della cascata di Diana e quindi visitare poi i giardini inglesi, c’è la possibilità di prendere una navetta che per il modico prezzo di 2,50€ a/r vi porta fin sopra il parco e vi riporta giù all’entrata della Reggia. Le navette passano generalmente una volta ogni mezz’ora, quindi potete scendere dove volete e prendere la successiva al ritorno. 

giardini reggia casertaSe i vostri bambini non sono stanchi, il mio consiglio è quello di salire con la navetta, fare il giro dei giardini inglesi e poi scendere a piedi. La passeggiata certo è lunga, ma essendo in discesa vi sembrerà poco pesante e sarà un’esperienza unica.

Se invece preferite un mezzo di trasporto più ecologico, la Reggia propone delle bici in affitto. Una mappa mostra diversi percorsi per difficoltà partendo dal facile, al medio, al difficile. Le biciclette sono di diverse misure, adatte anche ai più piccoli. Unico bemolle, l’assenza di veicoli con rotelle.

NB: è impossibile visitare i giardini inglesi con le bici, quindi l’ideale sarebbe affittarle solo se avete intenzione di visitare la Peschiera.

Anche nel Parco Reale potreste immaginare una caccia al tesoro per bambini.

Qualche idea di quiz sui Giardini della Reggia di Caserta:

Peschiera: 

  • Questo grande lago destinato inizialmente alle simulazioni di battaglie navali e arrembaggi oltre ad essere ricco di alghe, ospita anche tanti animali. Riusciresti a trovarne le diverse varietà? (Pesci, tartarughe, uccelli, cigni, anatre…)

Fontana di Diana e Atteone il mito:

Conosci la storia di questi due personaggi della mitologia greca? Se non la ricordi, te la racconto io!

C’era una volta Atteone un giovanotto bello e grande amante della caccia. Un giorno, mentre si trova nei boschi con i suoi fedeli cani alla ricerca di qualche bel cervo da cacciare, scorge una grotta che conduce ad un laghetto con dell’acqua cristallina. Il ragazzo entra allora nella grotta e poco più avanti nota la presenza della dea Diana che fa il bagno insieme alle sue ninfe. Piuttosto che andare via, il giovane Atteone, incantato dalla bellezza della dea, rimane a guardare finché, facendo un passo falso, si fa scoprire.

Diana allora si accorge di lui e arrabbiata come non mai per essere stata osservata furtivamente, gli lancia un incantesimo crudele. Il giovane Atteone come punizione per non aver resistito alla tentazione viene quindi trasformato in un animale. Ma non un animale qualunque, un cervo, proprio quello che stava cacciando fino a pochi minuti prima. In pochissimo tempo quindi, viene sbranato dai suoi stessi cani.

  • Guardando questa composizione marmorea, riusciresti a identificare tutti i personaggi della storia? 

Giardino Inglese: 

  • Come ogni giardino inglese che si rispetti anche questo è ricco di vegetazione. La tua missione quest’oggi è di trovare almeno 10 varietà di piante e fiori.
  • Tra tutte queste piante, riusciresti a trovare Eucalyptus camaldulensis? Si tratta di uno degli alberi più preziosi dell’intero giardino. (Aiuto: si trova nei pressi della grande serra botanica!)
  • Nei pressi del criptoportico, c’è qualcuno che sembra farsi un bagno, riusciresti a capire di chi si tratta?

Attività per bambini alla Reggia di Caserta

La Reggia di Caserta propone regolarmente attività su misura e visite guidate per bambini:

guida-interattiva-per-bambiniAudioguide per bambini: questo progetto totalmente inedito è uscito proprio quest’anno! Oltre alle solite audioguide destinate agli adulti, la Reggia di Caserta ha realizzato dei supporti dedicati proprio ai bambini. Nato dalla collaborazione tra i servizi del Museo e il concessionario del servizio, Opera Laboratori, il progetto propone delle registrazioni sonore tra Re Carlo e Menino, due personaggi immaginari che raccontando in modo accattivante, semplice e divertente la storia e i dettagli degli appartamenti reali, rendono la visita un momento ludico di puro piacere anche per i più piccoli. Queste audioguide sono delle vere e proprie visite guidate per bambini e possono essere acquistabili al modico costo di 4 euro in italiano ed in inglese.

Podcast: la Reggia di Caserta propone regolarmente dei podcast gratuiti, udibili su Spotify dedicati interamente ai bambini. Questi audio raccontano in modo fiabesco storie, aneddoti e vicissitudini dei componenti della dinastia reale. 

Reggia Kids: la rubrica settimanale Reggia Kids offre la possibilità a tutti i mini visitatori di scoprire alcuni dettagli della Reggia giocando e divertendosi insieme. Sul portale online dedicato, è possibile scaricare una serie di pdf stampabili che propongono disegni da colorare, piccoli enigmi e indovinelli per bambini. 

HortiCultura: il progetto HortiCultura organizzato dall’associazione Con i Bambini ha lo scopo di  contrastare la povertà educativa. Si tratta di spazi dedicati all’interno del parco reale in cui i bambini possono sporcarsi le mani e divertirsi imparando molto sull’importanza dell’ecologia, della botanica e della cura del proprio territorio. 

Kids Pass Day: la Reggia di Caserta partecipa regolarmente ai programmi del Kids Pass Day, un progetto mirato a diffondere l’accessibilità della cultura a misura di bambino. Quest’anno, il tema prescelto sono i ritratti dei bambini a corte, un focus brillante e divertente sulla vita e le rappresentazioni di tutti i bambini che hanno vissuto nel palazzo reale. 

NB: alcuni progetti propongono degli eventi regolari. Per scoprire quale attività viene proposta durante in giorno della tua visita, corri a visitare sia il sito ufficiale della Reggia di Caserta che la pagina Facebook. 

Informazioni utili per visitare la reggia di Caserta con i bambini

ORARI DI APERTURA DELLA REGGIA DI CASERTA

La Reggia di Caserta è aperta tutti i giorni eccetto il martedì.

Gli appartamenti reali sono aperti dalle ore 8:30 alle 19:30. L’ultimo ingresso è alle 19:00.

Gli orari del Parco Reale variano di mese in mese:

  • Gennaio: dalle 8:30 alle 16:00
  • Febbraio: dalle 8:30 alle 16:30
  • Marzo: dalle 8:30 alle 17:00
  • Da aprile a settembre: dalle 8:30 alle 19:00
  • Ottobre: dalle 8:30 alle 17:30
  • Novembre e Dicembre: dalle 8:30 alle 15:30

Gli orari del Giardino inglese variano di mese in mese:

  • Gennaio: dalle 8:30 alle 15:00
  • Febbraio: dalle 8:30 alle 15:30
  • Marzo: dalle 8:30 alle 16:00
  • Da aprile a settembre: dalle 8:30 alle 18:00
  • Ottobre: dalle 8:30 alle 17:00
  • Novembre: dalle 8:30 alle 15:00
  • Dicembre: dalle 8:30 alle 14:30

A causa dell’emergenza sanitaria, il Teatro di Corte è temporaneamente chiuso. 

Qanto costa il biglietto della Reggia di Caserta

A causa dell’emergenza sanitaria i biglietti d’entrata possono essere acquistati solo online sul sito TicketOne. Prevedere l’acquisto in anticipo. 

Adulti: 

  • 14€ (Comprende ingresso agli Appartamenti Reali, al Parco Reale ed al Giardino Inglese)
  • 9€ (Comprende solo Parco Reale e Giardino Inglese)

Giovani:

  • 2€ per tutti i cittadini europei tra i 18 e i 24 anni (Comprende ingresso agli Appartamenti Reali, al Parco Reale ed al Giardino Inglese)

Bambini: 

  • Tutti i minori di 18 anni hanno accesso sia agli Appartamenti Reali che al Parco e ai Giardini inglesi gratuitamente.

Altre Gratuità:

Possono usufruire del biglietto d’ingresso gratuito anche le persone con disabilità, gruppi scolastici, insegnanti, studiosi, docenti e studenti universitari, guide turistiche, interpreti turistici, giornalisti italiani e stranieri, operatori delle associazioni di volontariato, personale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e membri ICOM. 

COME ARRIVARE ALLA REGGIA

In posizione strategica, raggiungere la Reggia di Caserta è semplicissimo.

Treno: La città è collegata con le maggiori città del paese sia con Trenitalia che con Italo. Una volta scesi alla fermata « Caserta » il palazzo reale si trova proprio di fronte l’uscita della stazione, a circa cinque minuti a piedi. 

Auto: A1 (Milano- Napoli) uscita Caserta nord, oppure A30 uscita Caserta sud. In piazza Carlo di Borbone, proprio nei pressi della stazione, vi è un parcheggio seminterrato per tutti i visitatori. 

Autobus: Un servizio autobus collega le maggiori città campane e il porto di Napoli a Caserta. 

2 Replies to “Reggia di Caserta con i bambini: come rendere unica la visita”

  1. Marianna Campagnano says: 24 Agosto 2021 at 4:07 PM

    Ci vuol coraggio a vantarsi di essere un posto adatto ai bambini quando non è possibile spostare una prenotazione: chi ha bambini sa bene che gli inconvenienti sono all’ordine del giorno. Avevo comprato tre biglietti e anche se ho avvisato ben prima di 24 ore che avevo necessità di spostare la visita in un altro giorno, in cui c’era disponibilità ovviamente, o in alternativa di ottenere un rimborso, mi sono state negate entrambe le soluzioni. Risultato: 30 euro buttati!! Ma ora non mancherò di fare la giusta pubblicità per evitare che altri si ritrovino nella mia stessa situazione.

    1. viaggiapiccoli says: 26 Agosto 2021 at 12:39 PM

      Ciao Marianna, capisco benissimo quello che mi dici….e concordo che con i bambini è molto facile avere imprevisti…ma non è colpa della Reggia Di Caserta….ma del Covid e delle nuove regole…pensa a noi è capitata la stessa identica cosa a Legoland a Monaco (posto sicuramente per bambini e anche aihmè molto più caro) …questi invonvenienti (sgradevoli) fanno parte della nostra nuova vita… Non mollare….e magari manda una mail alla direzione della Reggia…sono sempre molto gentili con le famiglie

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.