Dove si trova la spada nella roccia in Italia

spada nella roccia che straggono la spada nella roccia

 

Il mito di re Artù, dei cavalieri della tavola rotonda e della famosa spada Excalibur non è diffuso solo in Inghilterra. Anche se non possono essere tutte realmente originali, di spada nella roccia in Italia ce ne sono più di una. Lo sapevate? Ma dove si trova la spada nella roccia in Italia? Anzi dove si trovano? Ognuna è nascosta all’interno di trekking in mezzo alla natura o in luoghi particolarmente ricchi di suggestione e pathos. In ogni luogo italiano vederla è sempre emozionante e risveglia la fantasia di grandi e piccini.


In questo articolo sulla mappa di dove si trova la spada nella roccia troverai

1.La spada nella roccia, dove si trova secondo la leggenda
2. La storia della spada nella roccia: tra mito e leggenda
3. Dove si trova la spada nella roccia in Toscana: San Galgano
4. Dove si trova la spada nella roccia in Veneto: il sentiero Excalibur
5. Dove si trova la spada nella roccia in Liguria: ce ne sono due
6. Dove trovare la spada nella roccia in Lombardia: l’Excalibur delle Orobie

La spada nella roccia, dove si trova secondo la leggenda

La domanda è: la spada nella roccia dove si trova secondo la leggenda?  La risposta non è così facile come credevamo. La più famosa spada nella roccia in Italia è senz’altro la spada nella roccia di San Galgano, in Toscana, attorno alla quale c’è la storia di uno dei miracoli del santo.

Le altre spade nella roccia che abbiamo scoperto in diverse Regioni italiane, però, anche se meno ricche di storia si trovano tutte in sentieri suggestivi e non suscitano meno emozioni. In questo articolo vi accompagneremo alla scoperta delle spade nella roccia tra mito e leggenda a spasso per boschi fatati, sentieri magici e storie fantastiche.

La storia della spada nella roccia: tra mito e leggenda

Esistono diverse versioni della storia di Excalibur, la mitica spada conficcata nella roccia. La più famosa è sicuramente quella raccontata da Robert de Boron nel racconto francese in versi intitolato “Merlino”. Quella che conosciamo noi tutti è la storia della misteriosa spada nella roccia, sospesa tra mito e leggenda legata alla figura di Re Artù. Come aveva annunciato Mago Merlino chi fosse riuscito ad estrarre la spada dalla roccia sarebbe diventato re d’Inghilterra.

Ed Artù fu proprio quell’uomo che, inginocchiato di fronte alla roccia, estrasse la pesante spada e la portò alla Cattedrale dove la depose sull’altare. Dopo questo gesto Artù fu acclamato come futuro re dopo essere stato unto con l’olio santo e aver giurato solennemente di essere un sovrano leale per il resto dei giorni della sua vita.

Diversi autori nei secoli hanno parlato di questa spada, ma non sempre Excalibur è stata identificata come la spada nella roccia. In alcune versioni della leggenda, infatti, le due spade non coincidono.

Quale sia la vera storia tra tante non lo sappiamo, ma sicuramente è certo che ogni spada conficcata nella roccia ancora oggi conserva un fascino senza tempo ed ha il magico potere di continuare a farci sognare.

Dove si trova la spada nella roccia in Toscana: San Galgano

spada nella roccia sotto una teca

 

In Toscana nel 1180 Galgano Guidotti, che divenne poi San Galgano, piantò la Spada nella Roccia sull’Eremo di Montesiepi, uno dei luoghi del Santo Graal. La spada si trova oggi protetta da una teca di plastica all’interno dell’Eremo, dopo che un folle anni fa ruppe l’impugnatura nel tentativo di imitare Re Artù.

Leggi la nostra gita per trovare la Spada nella roccia di San Galgano

 

La storia e il miracolo di San Galgano

Galgano Guidotti nacque nel 1148 a Chiusdino, provincia di Siena. A 32 anni al futuro santo apparve in sogno l’Arcangelo Michele, grazie al quale si convertì al Cristianesimo iniziando a predicare in modo religioso in tutta la zona vicino a dove abitava. In un altro sogno Galgano ricevette l’ordine direttamente dai 12 Apostoli di costruire una Rotonda nell’area di Montesiepi, dove avrebbe dovuto anche ritirarsi a vivere. E’ così che Galgano capisce cosa vuole il Signore da lui e decide di ritirarsi in una capanna che poi sarà l’eremo sopra il Monte Siepi dove, per segnare la transizione con lo stile di vita passato, compie il miracolo da cui ha nasce il mito: conficca la sua spada nella roccia formando una croce con l’elsa.  L’Eremo di Montesiepi (o Rotonda), fu costruito appena dopo la morte del Santo sopra all’antica capanna dove visse l’ultimo anno della sua vita da cristiano. Da allora attira ogni anno tantissimi visitatori: pellegrini, ma anche appassionati del mito di Excalibur: la celeberrima Spada nella Roccia.

I miracoli di San Galgano

La spada piantata nella roccia, fu il primo dei 18 miracoli riconosciuti e documentati di San Galgano. La storia di San Galgano assomiglia a quella di San Francesco d’Assisi che nacque quando il Santo morì dopo essersi convertito al cristianesimo un anno prima.

Dove si trova la spada nella roccia in Veneto: il sentiero Excalibur

spada conficcata nella roccia
copyright @viaggiapiccoli

A differenza della spada nella roccia Toscana, quella in Veneto non è protetta da nessuna teca e per la gioia dei bambini si può toccare. La mitica Excalibur si trova a Tonezza del Cimone, in provincia di Vicenza ed è posta lungo un sentiero didattico naturalistico chiamato con il medesimo nome. In questo articolo trovate la nostra esperienza su questo sentiero dove vedere e toccare la spada nella roccia in Veneto.

Dove si trova la spada nella roccia in Liguria: ce ne sono due

La spada sul Monte Gifarco nel Bosco delle Fate

Monte Gifarco spada nella roccia
Foto di Marco Bozzano

In Liguria la spada nella roccia si trova sulla cima del monte Gifarco all’interno di un sentiero naturalistico nel Bosco delle Fate. Il Bosco è a poco meno di un chilometro dal paese di Fontanigorda in provincia di Genova, nella splendida Val Trebbia. Prima di iniziare il sentiero si incontra un’area ricca di faggi e castagni, dove ci sono anche un centro ricreativo e polisportivo, un campo da minigolf e un’area giochi.

Il sentiero è segnalato con il simbolo di un cerchietto giallo che dovete seguire per riuscire ad arrivare alla spada. Il tratto prima di arrivare al cucuzzolo del Monte Gifarco, dove secondo la leggenda proprio San Galgano tornando dalle crociate piantò questa spada nella roccia, non è consigliato per bambini troppo piccoli. Ma in generale la gita al Bosco delle Fate può essere un’ottima idea per trascorrere una giornata all’aria aperta tutti insieme e fare un bel picnic in famiglia.

Al castello di Murialdo caccia al tesoro alla spada

Un’altra passeggiata che potrà appassionare grandi e piccini è quella al Castello del Carretto, a Murialdo (provincia di Savona), per trovare la seconda spada nella roccia in Liguria (in ordine di arrivo). Per trovarla bisogna percorrere un facile loop chiamato “Passeggiata al Castello” lungo circa 7 km e della durata di circa 2 ore. Il sentiero è facilmente riconoscibile perché segnato dal tipico simbolo sei sentieri bianco e rosso contraddistinto da un pallino blu in alto a destra. Per raggiungere la spada nella roccia ci si può avventurare in una divertente caccia al tesoro con i bambini.

Altri punti di interesse lungo il percorso oltre alla spada

  • il Lago delle Masche attorno al quale c’è una bellissima leggenda
  • il Seccatoio, vicino ad un magnifico castagneto
  • la Borgata Azzini: una casa che si pensa fosse un rifugio dei pellegrini del Medioevo

Dove trovare la spada nella roccia in Lombardia: l’Excalibur delle Orobie

Excalibur delle Orobie

In Lombardia la spada nella roccia si trova in un posto spettacolare a pochi passi dal Rifugio Antonio Curò, in Valbondione in provincia di Bergamo. Il Rifugio non è lontano dalla diga costruita nel 1931, che forma le cascate del Serio, le più alte in Italia. E’ consigliato recarsi a fare questo trekking negli appuntamenti annuali di apertura che variano ogni anno (trovate tutte le informazioni sul sito). Per chi vuole arricchire l’esperienza con un pizzico di magia e mistero all’escursione delle Cascate, può cercare vicino al Rifugio Curò la misteriosa spada nella roccia che è stata conficcata qui appena due anni fa.

La storia dell’Excalibur delle Orobie

L’Excalibur delle Orobie non è legata a storie mitologiche, ma ad un’idea di Matteo Rodari, un ragazzo di Valbondione, che lavora come guardiacaccia della riserva faunistica del luogo insieme al collega Valerio Gadaldi. Rodari è anche volontario del Soccorso Alpino.

Sulla spada sono impresse le iniziali R.M. (le stesse per padre e figlio che hanno portato a termine questa missione) e l’anno 1415, non per caso. L’anno è inciso in ricordo dell’epoca in cui a Gromo e Valbondione lame e spade venivano forgiate.

 

Prima di affrontare tutti questi bei trekking vi consigliamo di leggere i 10 trucchi per far camminare i bambini in montagna.

 

Se sei arrivato su questo articolo cercavi la spada nella roccia dove si trova secondo la leggenda, speriamo di esserti stato utile e di averti suggerito nuove gite in famiglia, all’aria aperta, tra mito e leggenda.

Se è stato un articolo utile condividilo su Instagram e Facebook per essere utile ad altri genitori e se fai una gita a caccia della spada nella roccia lasciaci un commento, ci farebbe piacere.

Se , invece,  conosci dove si trovano altre spade nella roccia che qui non abbiamo citato scrivici, ci farebbe molto piacere.

Author: Chiara Feriotto

Siamo Chiara & Ale con Filip Ele e Jack ma tutti ci conoscono come The travelling Golden Family, per Viaggiapiccoli curiamo la pagina del Veneto  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.