newsletter-viaggiapiccoli
HomeEmilia RomagnaReggio EmiliaGeorgica Guastalla 2024: due giorni di natura, giochi ed esperienze alla festa...

Georgica Guastalla 2024: due giorni di natura, giochi ed esperienze alla festa sul Po

Il 20 e 21 aprile 2024 torna Georgica, la festa sul Po, a Guastalla, dove si celebrano, da dieci anni, la terra, l’acqua e il lavoro dei campi e sono in programma tante attività per tutta la famiglia.



A Georgica, nel lido Po di Guastalla, in provincia di Reggio Emilia, i bambini – e perché no, anche i grandi – possono riscoprire il mondo rurale e l’amore per i giochi di una volta e l’ambiente che ci circonda, animali compresi.

Georgica Guastalla: la festa del mondo rurale sul fiume

La manifestazione giunge quest’anno alla decima edizione. Una location particolare sulle rive del Po che porta grandi e bambini nel mondo rurale e della biodiversità, con la sua mostra-mercato con di più di centocinquanta espositori; aziende agricole, artigianato artistico, arredo da giardini, qualificati florovivaisti, piccoli produttori alimentari.

In programma anche tantissimi eventi: incontri, laboratori e attività pratiche per tutta la famiglia.

Georgica 2024: tutto il programma per bambini

Due giorni intensi dove i bambini potranno partecipare a laboratori dove impareranno a prendersi cura degli animali domestici e d’allevamento, assisteranno a spettacoli e letture e si cimenteranno nei giochi di una volta.

Laboratori per bambini: Atelier sul Fiume

Appuntamento per bambini dai 3 ai 10 anni tra letture e percorsi in cui potranno dare sfogo alla loro capacità espressiva in diversi modi.

Sabato 20 aprile dalle 15 alle 17 e dalle 17 alle 19: Emozioni dipinte

Letture sui temi del fiume e della natura: sul bosco, sugli animali, sugli alberi e poi laboratorio di pittura.

Si passerà quindi a trasportare su fogli disposti su cavalletti le piccoli-grandi opere dei bambini realizzate dopo aver appreso dalle letture tanti stimoli e sensazioni.

Sabato 20 aprile dalle 17 alle 19: Camminando sulle rive del fiume con le tasche piene di tesori

Un evento in cui si camminerà solo virtualmente, gli educatori faranno vivere ai bambini le emozioni per il ritrovamento di reperti come sassolini, fiori, foglie, cortecce e molto altro.

I bambini realizzerannomosaici creati con tesserine di legno, sassi, foglie e colori per rappresentare le forme che preferiscono

Domenica 21 aprile dalle 10 alle 12: Letture di racconti

Con storie per bambini inerenti il tema del Grande Fiume, cui seguirà la parte pratica, ovvero “Emozioni dipinte” grazie a tutta la creatività che si può esprimere al cavalletto con i colori, anche con l’aiuto dei genitori.

Domenica 21 aprile dalle 10.30 alle 12.30 Magic Wands Circle by Orenda Herbals

I bambin* sono guidati a livello sensoriale alla scoperta delle erbe aromatiche, sentendo e toccando con mano (e “con naso”!) gli odori e le diverse consistenze. Si costruisce insieme una bacchetta magica naturale, arricchita a piacere da ciascun* con i rametti e le foglie di aromatiche esplorate nella prima parte del laboratorio.

L’idea è quella di arricchire nei più piccoli le sfumature del concetto di magia che può scaturire anche da semplici elementi della natura – che con i loro odori, le loro consistenze e le loro proprietà sono in grado di dotare tutti noi di piccoli e grandi superpoteri.

Per iscrizioni e domande: Giorgia 3473261707 orendapotions@gmail.com

Domenica 21 aprile dalle 12 alle 13: Viaggio immaginario sulle rive del fiume

Una partenza non reale ma raccontata e fatta vivere grazie alla raccolta dei sassolini, dei rametti e di altre espressioni della natura vegetale che saranno dipinti a cavalletto oppure serviranno per realizzare mosaici naturali e pitture sui sassi stessi.

Domenica 21 aprile dalle 15 alle 17: Fiabe e pittura

Ovvero lo speciale connubio tra le fiabe e il loro mondo con la magia della pittura per bambini.

Domenica 21 aprile dalle 17 alle 19: Creta, mosaici e materiali naturali

I bambini realizzeranno qualcosa che ricordi i paesaggi del fiume o i casotti del Po magari su una corteccia, su una foglia o altro che sarà reso disponibile.

A Georgica si potrà anche riscoprire l’incanto dei giochi antichi con tutta la famiglia

Giochi antichi di una volta

Sabato 20 dalle 15 alle 19 e domenica 21 dalle 9.30 alle 19 ci sarà anche una zona dedicata ai giochi antichi in legno; ci saranno la dama e i giochi da costruzione, i giocattoli da sollevare e trainare fino ai rompicapi.

Laboratori con gli animali a Georgica

Con l’asineria Asimondo di Reggio Emilia avranno a disposizione asinelli e istruzioni su come accudirli.

Teatro e spettacoli per bambini a Georgica

I Dream Makers faranno spettacoli nel Teatro del vento e Domenica 21 aprile è in programma Lutka, lo spettacolo di burattini del Teatrino di carta che da più di vent’anni porta i suoi spettacoli in tutta Italia dai maggiori festival del settore. Il Teatrino di Carta è una compagnia di teatro di burattini fondata nel 1993 da Maurizio Mantani ultimo discendente della Famiglia d’Arte Mantani (domenica 21 dalle 11 alle 12).

bimba che fa l'orto
Foto di Emanuele Caleffi

L’orto dei bambini a Georgica

Grazie al laboratorio didattico di Marino Alessandri, i bambini toccheranno la terra, prenderanno con delicatezza le piantine da orto nelle diverse varietà di ortaggi e le deporanno nei vasetti, che si potranno portare a casa per iniziare a sperimentare un piccolo orto domestico.

Ci sarà anche Biofan, azienda agricola di Pieve Saliceto di Gualtieri(RE), che porterà i bambini alla riscoperta dei nostri frumenti e mais antichi che assicurano vantaggi per la salute e la biodiversità delle campagne.

Georgica a Guastalla: info utili per andare alla festa sul Po

Georgica: quando si svolge l’edizione 2024

Georgica è in programma il 20 e 21 aprile 2024. La manifestazione parte al mattino e finisce al tramonto, la biglietteria è aperta entrambi i giorni dalle 8 alle 19.

Georgica: dove si trova, come arrivare e dove parcheggiare

Georgica è a Lido Po di Guastalla, in provincia di Reggio Emilia.

Se arrivi in autostrada:

  • da Milano o dalla Toscana (via Cisa): uscita a Terre di Canossa/Campegine sulla A1
  •  da sud/Bologna: uscita a Carpi o Reggiolo Rolo (A22 Brennero), oppure Reggio Emilia (A1)
  • da nord/Brescia e Verona: uscita a Pegognaga (A22)

La location è in riva al Grande Fiume e ci si arriva in auto da Viale Po, si può arrivare anche in bici grazie a una ciclopedonale paesaggistica immersa nel verde. 

Se sei abituato a camminare (c’è più di un km da fare a piedi) puoi usufruire del parcheggio gratuito in Piazzale Ragazzi del Po, che è collegato da una pista ciclopedonale fino al Lido.

Ci sono poi  parcheggi a pagamento: il più grande è vicino alla cassa 1 – ingresso principale di Georgica e alla cassa 2 area collezionismo e vintage).

In camper a Georgica: info utili sulla sosta

Si può sostare col camper nell’area sosta di Guastalla– in via U. Foscolo, questa è la posizione:  44°55’27.65″N 10°39’10.95″E(4)

L’area è dotata di camper service, WC Wash, elettricità, illuminazione, parzialmente ombreggiata con distributore acqua refrigerata gratuita.

Da qui si può raggiungere la festa attraverso la pista ciclabile.

Georgica: quanto costa il biglietto

L’ingresso al festival è a pagamento e costa 5€. Si può usufruire anche della formula “ingresso rimborsato”: conservando il biglietto di ingresso, per ogni acquisto di 10 € avrai diritto a uno sconto di 1 € fino al raggiungimento del costo del biglietto.

Entrano gratis bambini e ragazzi fino a 15 anni, persone fragili e loro accompagnatori.

Dove mangiare a Georgica

All’interno della manifestazione si possono gustare piatti tipici nei punti ristoro, come in quello del ristorante tipico  “Nell’Occhio delle correnti” aperto sulle riva del Po all’interno dell’area espositiva solo in occasione di Georgica.

Altre info su Georgica sul sito della manifestazione.

Contatti:  UIT Informazione e Accoglienza Turistica – Tel. 0522 839763; uit@comune.guastalla.re.it

Da un’occhiata anche agli altri eventi del weekend per bambini qui.

 *foto in copertina di Georgica – articolo scritto ad aprile 2023 e aggiornato a marzo 2024

Giulia Gardini
Giulia Gardini
Mi chiamo Giulia Gardini e sono cresciuta mangiando piadina a tutte le ore e i cappelletti in brodo anche a Ferragosto, continuo a farlo ora con i miei bimbi. Da quando sono nati Margherita , Federico e Ludovica, io e il babbo Matteo stiamo riscoprendo la nostra Emilia Romagna, a misura di bambino.
RELATED ARTICLES

SCRIVI UN COMMENTO

Per favore inserisci il commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

squaliparchi-divertimento-emilia-romagna

Assicurazione-viaggio

Iscriviti alla Newsletter

Rimaniamo in contatto - Entra a far parte delle famiglie Viaggiapiccoli, riceverai via mail agende esclusive con eventi nella tua città, codici sconto, offerte e itinerari in anteprima

Chi siamo

Eravamo in due, Francesco e Cristina, improvvisamente ci siamo trovati in quattro, quando nel 2012 sono nati Enrico e Giulia. Abbiamo capito che le nostre vite sarebbero cambiate, ma non volevamo rinunciare alla nostra passione: VIAGGIARE. Grazie ai nostri “piccoli” abbiamo capito che esiste sempre un viaggio giusto.

Giulia Gardini
Mi chiamo Giulia Gardini e sono cresciuta mangiando piadina a tutte le ore e i cappelletti in brodo anche a Ferragosto, continuo a farlo ora con i miei bimbi. Da quando sono nati Margherita , Federico e Ludovica, io e il babbo Matteo stiamo riscoprendo la nostra Emilia Romagna, a misura di bambino.