Cosa vedere ad Agropoli in un giorno con i bambini

agropoli castello

La cittadina di Agropoli è la porta sul Parco Nazionale del Cilento, una colonia della Magna Grecia, arroccata in alto, come una vedetta sul mare. Noi ci siamo dedicati alla visita di Agropoli un giorno intero, un giorno perfetto, tra passeggiata nel borgo antico con il castello, shopping, visita alla fornace e pomeriggio in spiaggia. Ecco cosa vedere ad Agropoli in un giorno, con i bambini, ma anche senza.

In questo articolo Cosa vedere ad Agropoli troverai

Cosa vedere ad Agropoli in un giorno
La fornace, Museo di Archeologia Industriale di Agropoli
Cosa vedere ad Agropoli: il Borgo antico e il castello
La zona pedonale di Agropoli
Passeggiata sul lungomare di Agropoli
Cosa vedere ad Agropoli: le torrette fortificate
Le più belle spiagge di Agropoli
Il Natale delle Meraviglie ad Agropoli
Coma arrivare ad Agropoli

Cosa vedere ad Agropoli in un giorno

Noi abbiamo diviso la giornata in tre tempi, dopo la colazione abbiamo visitato la Fornace, poi passeggiata nel borgo antico con il castello, quindi siamo scesi nell’aria pedonale dove abbiamo comprato dei libri e il pranzo e siamo andati a fare un pic-nic in spiaggia con passeggiata nell’oasi naturalistica di Trentova. Ecco il nostro itinerario su cosa vedere ad Agropoli in un giorno.

La fornace, Museo di Archeologia Industriale di Agropoli

fronace di agropoli con due bambini

Cosa vedere ad Agropoli? noi siamo partiti da una meta forse poco conosciuta. All’interno di una vecchia fornace di Laterizi a “fuoco continuo”  dalla fine del XIX secolo (la Fabbrica dei Laterizi e la sua fornace, sono stati inaugurata nel 1880 e chiusi  definitivamente nel 1969) c’è il museo di archeologia industriale di Acropoli. È molto piccolo e la visita è veloce, ma è come fare un viaggio nel tempo percorrendo gli 84 metri dell’anello della “galleria del fuoco” del forno Hoffmann, una grandi innovazione rispetto ai tradizionali forni “intermittenti”. Passeggiando si notano 16 camere per la cottura a ciclo continuo dei laterizi, corrispondenti a 16 archi che collegavano la fornace con il parco esterno per l’introduzione o l’estrazione dei materiali.

Il museo è diviso in due sezioni: la prima ( che ai bambini è piaciuta di più) riservata alla mostra permanente sulla storia della fornace e alla tecnica di produzione dei laterizi, l’altra invece dedicata a mostre temporanee, quando siamo andati noi c’erano le mappe dei viaggiatori del Grand Tour.

Prenotate una visita guidata. Come dicevo è veloce e proprio davanti alla fornace c’è un piccolo parco giochi dove far correre e giocare i bambini.

  • parco giochi

 

  • Dove: incrocio di via Lombardia con via della libertà
  • Info: 0974 827411

Cosa vedere ad Agropoli: il Borgo antico

 

Dopo la visita alla fornace con una breve passeggiata (in salita, ma attenzione ci sono mille divieti al traffico e  telecamere e se andate in auto rischiate la multa) siamo andati nel borgo antico di Agropoli. Il centro storico risale al V secolo ed è arroccato su un promontorio roccioso sopra il porto che mantiene intatto la sua originaria  natura ed è super panoramico. Per entrare nel borgo si deve salire lungo una rampa di scale che porta fino alla seicentesca porta merlata della città. Ma appunto non ci sonoo auto e sembra di fare un salto nel tempo e di entrare nel passato mentre si tra vicoli acciottolati, edifici medioevali, piazzette, mura di cinta, chiese e il  castello. A noi hanno consigliato di fare il percorso dal castello alla chiesa della Madonna di Costantinopoli, vero balcone panoramico sul porto.

Il castello di Agropoli

In posizione dominante sulla cima del comune si trova il Castello Aragonese, una fortezza medioevale che oggi ospita mostre d’arte ed eventi culturali e un panoramico belvedere dal quale è possibile ammirare dall’alto tutta la baia . Noi non siamo entrati, ma abbiamo passeggiato nel cortile per poi proseguire la passeggiata

Chiesa della Madonna di Costantinopoli

vista agropoli

La Madonna di Costantinopoli è la protettrice dei pescatori. La storia racconta che, nel 1535 durante l’assedio di Agropoli da parte del corsaro Barbarossa, i fedeli riuscirono a sottrarre al trafugamento la statua della Madonna, nascondendola in un luogo sicuro sull’acropoli.

Chiesa della Madonna di Costantinopoli

Molti anni dopo, alcuni pescatori videro galleggiare la statua in mare, evidentemente strappata dalla grotta in cui era custodita da una tempesta. La raccolsero e decisero di costruire una cappella in onore della Madonna, da allora protettrice dei pescatori. Ogni anno, il 24 di luglio, una suggestiva processione notturna in mare celebra il culto per la Vergine.

 

La zona pedonale di Agropoli

Percorrendo la scalinata in senso contrario siamo quindi scesi nella zona pedonale in prossimità del porto turistico. Abbiamo passeggiato dal Corso Garibaldi e da Piazza Vittorio Veneto fino a Via Filippo Patella, esplorando  Via Mazzini e Piazza della Mercanzia, e abbiamo comprato dei libri e il nostro pranzo al sacco  per un picnic in spiaggia.

Passeggiata sul lungomare di Agropoli

Se non vuoi andare in spiaggia il lungomare puoi fare una passeggiata  sul lungomare facendo uno stop a uno ei ristoranti degli stabilimenti balneari . Una buona meta può essere “Campamento”, presso la foce del fiume Testene.

Cosa vedere ad Agropoli: le torrette fortificate

Sono fuori dal centro storico, ma Agropoli, come Acciaroli e altri paesi del Cilento , è famosa per le torrette di fortificazione, erette in punti strategici e visibili dal mare, donando al paesaggio un fascino antico. In particolare, la Torre di San Marco è posta strategicamente tra il Castello di Agropoli a picco sul mare e la torre di Paestum, mentre la Torre di San Francesco è posta di fianco al convento in onore del medesimo Santo, particolare per la sua pianta a forma di rettangolo con chiostro interno.

Le più belle spiagge di Agropoli

bambini giocano ocn la sabbia a mare

La  Baia di Trentova

Noi per andare al mare ad Agropoli abbiamo scelto la baia di Trentova, una spiaggia di sassi e sabbia, selvaggia e meravigliosa

Baia di San Francesco

Poco adatta forse ai bambini piccoli, ma bellissima la caletta naturale della Baia di San Francesco, insenatura con spiaggetta libera, che si raggiunge attraverso delle scale in un sentiero naturale. La risalita è abbastanza faticosa e davvero difficoltosa da fare con passeggino o ombrellone, la spiaggia è rocciosa e non ci sono servizi, ma il mare è spettacolare. Caratteristica la croce al centro del mare, che simboleggia il luogo della leggenda di San Francesco ad Agropoli.

Il Natale delle Meraviglie ad Agropoli

Agropoli è sicuramente una meta estiva, però, segnaliamo anche un bellissimo appuntamento per famiglie nel mese di dicembre. Il Natale delle meraviglie, un mercatino di Natale, con la casa di babbo natale, laboratori e incontri a misura di bambini. Il villaggio è allestito nel castello e per tutto il paese ci sono “tappe” a tema natalizio.

Coma arrivare ad Agropoli

Ad Agropoli c’è la stazione, quindi il modo migliore per arrivare da Napoli ad Agropoli è in treno, ci vogliono 1 ora 24 minuti e costa 7€ – 15€. In alternativa, è possibile prendere un autobus, ma ci vogliono più di due ore, In auto, invece, da Napoli, sono 1 ora e quaranta 8 e la strada è trafficatissima), si prende l’A3 e si esce a Battipaglia.

Author: viaggiapiccoli

Cristina e Francesco viviamo a Napoli, ma la nostra casa è il mondo...un mondo che scopriamo con i nostri "piccoli", i gemelli Enrico e Giulia. Siamo i coordinartori della grande famiglia di Viaggiapiccoli  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.