newsletter-viaggiapiccoli
HomeCampaniaNapoliRicomincio dai Libri: dalla fiera dei libri al festival delle storie per...

Ricomincio dai Libri: dalla fiera dei libri al festival delle storie per bambini in Campania

Ricomincio dai Libri”, la prima fiera del libro in Campania dopo Galassia Gutenberg, nasce nel 2014 per valorizzare le realtà editoriali campane e contribuire alla diffusione della cultura in una zona del paese parca di eventi di grande spessore dedicati ai libri. Nasce quindi come una fiera che vuol essere una vera festa, un momento di aggregazione, d’incontro, di scambio e di crescita culturale tra editori, autori e associazioni. Si svolge nel mese di settembre presso l’Archivio di Stato di Napoli, una splendida location, ideale per un evento così importante.

Dal 2022 nasce poi il suo spin-off dedicato questa volta ai bambini e ai ragazzi: viene chiamato “Ricomincio dalle Storie“, perché ha come obiettivo quello di avvicinare i bambini e i ragazzi al magico mondo delle storie attraverso laboratori di scrittura, atelier creativi, attività ludico-educative, letture, incontri con autori, musica, teatro, eventi sociali, giochi, formazione ed incontri con le scuole.



Ricomincio dalle Storie 3° edizione 2024

Si terrà dal 24 al 26 maggio 2024 la terza edizione del festival dello storytelling per ragazzi e bambini, Ricomincio dalle Storie, l’unico evento gratuito di questo genere in Campania. La kermesse si svolgerà, come per le scorse edizioni, in Villa Falanga, ma anche nella Libreria La Bottega delle Parole e nella biblioteca comunale “Giovanni Alagi” a San Giorgio a Cremano.

Spin-off della fiera del libro di Napoli “Ricomincio dai Libri”, anche per questa terza edizione il Festival offrirà un programma ricco e variegato, pensato per stuzzicare la curiosità e la creatività dei più giovani.

Il tema della terza edizione sarà “Specchio Riflesso” che “ha molti significati intrinsechi. Sicuramente volevamo sottolineare l’idea di gioco semplice e divertimento sano tra bambini, come lo erano i giochi di una volta che facevamo noi quando eravamo piccoli. L’idea dello specchio è una metafora molto profonda dei tempi che stiamo vivendo adesso e come lo vivono soprattutto i bambini e i ragazzi”, spiegano gli organizzatori. “Dicendo ‘Specchio riflesso!’ immaginavamo che tutto ciò che ci era stato fatto o detto tornasse per magia indietro, alla sua fonte. Era un modo per difenderci da ciò che ritenevamo ingiusto e cattivo”.

“Lo specchio, oltre che strumento di trasformazione, sarà per tutti quelli che parteciperanno al festival un momento di riflessione e di accettazione, di consapevolezza del sé e di autodeterminazione. Abbiamo immaginato delle installazioni all’interno del parco di Villa Falanga proprio in quest’ottica. Perché uno specchio è la manifestazione del mio vero “io” e mi fa capire dove si deve lavorare per stare finalmente bene”.

Il programma

Venerdì 24 Maggio

Si parte subito in quarta con un doppio appuntamento alle 9.30: in Villa Falanga con il coinvolgente laboratorio di cianotipia a cura de La Scugnizzeria, mentre nella biblioteca di Villa Bruno Simone Laudiero incontrerà gli studenti per parlare del suo ultimo libro Killer Gamer. Claudio Gobbetti, alle 11, catturerà l’immaginazione dei più piccoli mentre Tells Italy sarà alle prese con le Letture Piccine Picciò. Sempre alle 11, Paquito Catanzaro terrà un laboratorio di legalità letteraria con gli studenti delle scuole secondarie.

Alle 11,45 spazio allo sport con la presentazione di Garricha con Rosario Esposito La Rossa e Giovanni Salomone.

Tra gli appuntamenti del pomeriggio, alle 16.30 la tavola rotonda Formare una comunità educante a partire dai Patti Educativi, il doppio incontro con Ma Dove Vivono i Cartoni? e il pigiama party dei peluche (17.30) che invita i bambini a sognare insieme ai loro giocattoli preferiti.

Sabato 25 Maggio

Il Gatto Verde inaugura il sabato con sessioni creative per piccoli lettori e scrittori. Dalle ore 9 sarà possibile registrare la lettura di una storia presso la postazione de La Scugnizzeria, per creare audiolibri destinati ai bambini non vedenti. Il “Book Mob” porterà un’esplosione di condivisione letteraria e sarà seguito dalle letture e firmacopie di Silvia Serreli. Nel frattempo, i laboratori di fotografia di Angelo Orefice (11.30) offriranno tecniche e trucchi agli aspiranti fotografi. La giornata sarà animata dalle performance di Marco Zurzolo (18.30) e dalla sua musica evocativa, culminando con letture sotto le stelle. Spazio anche a Human Hero e al laboratorio di fumetto che si terrà alle 17, come l’esibizione musicale degli allievi de L’Atlante.

Domenica 26 Maggio

La domenica mattina sarà la volta di Diario di una Schiappa con un triplo appuntamento alle 11 con un laboratorio di scrittura creativa, alle 13 dove si avrà la possibilità di incontrare Greg e scattare una foto e alle 18 con un laboratorio di disegno.

Alle 10.30 ci sarà il laboratorio di musica a cura di Tumpa, seguito dal dinamico gioco Spaccanapoli che promette divertimento e risate. Il pomeriggio si arricchisce con il Teatro nel Baule che presenta lo spettacolo Agenti Speciali Foresta Viva. Infine, lo Speed Date Letterario offrirà agli adulti un momento di scambio culturale e di discussione su varie opere letterarie.

  • Quando: Venerdì 24, Sabato 25 e Domenica 26 maggio 2024
  • Dove: Villa Falanga, San Giorgio a Cremano
  • Costo: appuntamenti gratuiti su prenotazione

Ricomincio dai libri all’Archivio di Stato

E poi è stata l’occasione per i visitatori di immergersi nella stupefacente realtà dell’Archivio di Stato di Napoli che ha aperto i suoi battenti alla cittadinanza, a grandi e piccini, e ha lasciato a bocca aperta chiunque per la magnificenza dei locali, degli immensi affreschi, delle rifiniture antiche, della manutenzione quasi perfetta e, lo diciamo ancora con ammirazione, di tutti i faldoni antichi conservati, carte che risalgono a centinaia di anni fa e che sono ancora lì conservate e ben visibili a tutti.

Ricomincio dai Libri

Un patrimonio storico e culturale di enorme pregio e che era sconosciuto ai più. Sicuramente a noi che siamo rimasti a guardare affascinati i soffitti delle grandi sale (sembrava di stare in un film di Harry Potter!), il grande cortile con alberi e piante intrecciati (abbiamo pensato per un attimo di essere tra le pagine del Giardino Segreto di Frances Hodgson Burnett), il giardino con il grande platano (che, come in tutte le storie di elfi, fate, folletti e boschi incantati che si rispettano, è diventato il Grande Platano, il vecchio saggio ai cui piedi si raccontano storie meravigliose), e poi lo splendido colonnato bianco del grande atrio centrale al secondo piano, che l’ha fatta da padrone perché è stato il centro vivo del passaggio di tutti, protagonisti e fruitori.

Ricomincio dai libri: la X edizione a settembre 2024

 

Ricomincio dai Libri IX edizione è stato un evento che abbiamo apprezzato tanto per la varietà di attività e proposte per bambini e ragazzi, e soprattutto perché si è svolto in un luogo meraviglioso, e questo ci ha dato la possibilità di scoprire il lato bello della nostra Napoli, quello della cultura, della storia, dell’arte, che spesso vengono oscurate da notizie e avvenimenti che invece vorremmo non leggere mai.

Ci vediamo il prossimo maggio, con lo spin-off di Ricomincio dai Libri (ovvero Ricomincio dalle Storie) dedicato alle storie per bambini e per ragazzi, e a settembre 2024 con la decima edizione di questa fiera dei libri che abbiamo trovato davvero perfetta per i più piccoli.

 

 

foto ufficiali credits: @Angelo Orefice per Ricomincio dai Libri

Info: Sito ufficiale

RELATED ARTICLES

SCRIVI UN COMMENTO

Per favore inserisci il commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

dove-dormire-a-Napoli-con-i-bambini


Iscriviti alla Newsletter

Rimaniamo in contatto - Entra a far parte delle famiglie Viaggiapiccoli, riceverai via mail agende esclusive con eventi nella tua città, codici sconto, offerte e itinerari in anteprima

Chi siamo

Eravamo in due, Francesco e Cristina, improvvisamente ci siamo trovati in quattro, quando nel 2012 sono nati Enrico e Giulia. Abbiamo capito che le nostre vite sarebbero cambiate, ma non volevamo rinunciare alla nostra passione: VIAGGIARE. Grazie ai nostri “piccoli” abbiamo capito che esiste sempre un viaggio giusto.