Come scegliere la bicicletta ed il seggiolino bici

 

Tra poco inizierà la bella stagione e le biciclette dovranno essere pronte per l’utilizzo, se non la usate da tanto tempo prima di rimontare in sella sarebbe meglio portarla dal meccanico per un controllo generale freni, cambio e ruote devono essere in ottimo stato. In caso in cui la bicicletta non l’avete e dovete comperarla nuova ecco alcuni consigli pratici, su come scegliere la bicicletta, il seggiolino bici, cammellino, appendici ed elastico da traino.

Come scegliere la bicicletta da adulto

Prima di comperare una bicicletta dovete avere bene in mente l’utilizzo principale che ne farete, la userete tutti i giorni in città, andrete solo in gita la domenica o farete entrambe le cose. Fatto questo recatevi in un negozio di fiducia dove potranno consigliarvi al meglio per trovare un giusto compromesso tra qualità e prezzo.

Per affrontare itinerari cicloturistici non vi servirà una bicicletta con componentistica, freni, cambio e trasmissioni top di gamma ma bensì prodotti ben collaudati che normalmente nei cataloghi (Shimano, Campagnolo) sono i più economici perché più pesanti e meno hi-tech. Assieme alla bicicletta comprate anche un buon casco che anche nel caso di cadute sciocche può salvarvi la vita.

Come scegliere la bicicletta da bambino

Con ogni probabilità controllando le biciclette dei vostri figli vi rendete conto che sono diventate piccole, questo succederà ogni anno, bisogna quindi affrontare il nuovo acquisto. Mi raccomando di non prenderla troppo grande “perché così la userà per più tempo”, ma fatevi consigliare la giusta misura per l’anno in corso, su una bicicletta troppo grande non si sentiranno tranquilli e avranno difficoltà a prendere confidenza e quando sarà della taglia giusta ne vorranno una nuova.

Assieme alla bicicletta prendete un buon casco meglio se con la rotellina per regolare la taglia e ricordate che deve essere sempre allacciato e aderire alla circonferenza della testa ( ce  ne sono anche di belli e divertenti: guarda qui)

Per entrambe le biciclette il codice della strada prevede che siano dotate di campanello, luci anteriori, luci e catarifrangenti posteriori, catarifrangenti sui pedali e laterali. Molto utili sono i giubbini per bambini già dotati di strisce catarifrangenti.

 

Il seggiolino bici

papà bimbo in vici

Prima di portare i vostri bambini sui seggiolini dovete sentirvi sicuri e sapere che non rischiano nulla anche se piccoli, noi abbiamo incominciato a portare i nostri bambini in bicicletta da quando hanno imparato a stare seduti.

All’inizio i bambini vanno posti nel seggiolino bici anteriore dove mamma e papà possono controllare se si addormentano e possono interagire con loro, i piccoli adorano stare davanti perché hanno una visuale completa di ciò che li circonda.

Una volta cresciuti diventa pericoloso tenere i bambini sul seggiolino anteriore perché i piedi possono toccare le ruote e con il peso sbilanciare la bicicletta, il seggiolino bici posteriore  porta fino a 25 kg ed è attaccato al portapacchi o al tubo del telaio. Il sistema di aggancio deve essere ben saldo per resistere alle sollecitazioni e per la sicurezza dei vostri figli prendete solo seggiolini omologati, personalmente con tutti i nostri tre figli abbiamo usato l’OK BABY. Anche in questo caso mi raccomando di usare sempre le cinture di sicurezza ed il casco.

Il carrello per la bici, il cammellino

L’alternativa al seggiolino bici è il carrello per la bici, detto anche “cammellino“, rimorchio a due ruote che si fissa alla bicicletta, i bambini stanno molto comodi al loro interno allacciati con cinture di sicurezza, la nota dolente è che sono ingombranti nel trasporto per le gite domenicali e possono risultare scomodi in mezzo al traffico e sulle nostre piste ciclabili, consigliati per il trasporto di 2 bambini.

 

Cammellino per bici e appendici

L’utilizzo del camellino permette al bambino di vivere la bicicletta in prima persona, le appendici partono dalla sella del genitore e arriva sul manubrio del bambino permettendogli di pedalare ma senza stancarsi troppo visto che viene trainato.

Le appendici possono essere utili per imparare come ci si comporta sulla strada e a conoscere la segnaletica oppure se decidete di fare una gita dove si pedala più chilometri di quanti i bambini possono affrontare.

 

Elastico da traino per bici

Personalmente noi usiamo l’elastico da traino per bici perché non è ingombrante e il bambino deve comunque pedalare.

Si aggancia un’estremità al manubrio e una alla vostra sella, nei tratti in salita/discesa o quando è stanco potete aiutare il bambino trainandolo ma per tutta la durata dell’uscita lui dovrà essere attento e partecipe pedalando con voi. Consigliato dai 5 anni.

 

Tutti questi materiali, bici ed accessori, si possono trovare anche nel mercato dell’usato cosa che, soprattutto per le biciclette dei nostri figli, sono un’ottima alternativa per la velocità con cui si cambiano. L’importante è far sempre revisionare i mezzi da un meccanico di fiducia.

 

 

Leggi anche Come convincere i bambini a pedalare e segui Famiglia in bici

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.