Viaggio tra i borghi italiani da favola

murales valogno ocn mabini

I viaggi, le vacanze, le gite che amiamo di più sono quelli che ci fanno sognare. Un’idea semplice è quella di viaggiare in Italia alla scoperta dei piccoli borghi, lontani dal caos, un turismo lento e di scoperta. Ma come coinvolgere i bambini? Vi proponiamo una mappa dei borghi italiani da favola.

Borghi italiani dipinti: favole e murales

Cosa sono i borghi italiani da favola? Sono piccolissimi borghi, alcuni che rischiavano anche di scomparire, che hanno trasformato le mura e le porte delle loro case in tele bianche: centinaia di artisti hanno dipinto il paese, spesso con personaggi delle favole, da Pinocchio a Cappuccetto rosso… sono borghi che diventano libri da sfogliare con il naso all’insù, musei a cielo aperto. Spesso gli unici abitanti che si incontrano sono i gatti e qualche anziano con tanta voglia di parlare.

Vi possiamo assicurare con certezza che, murales dopo murales, favola dopo favola, i bambini cammineranno entusiasti e senza lamentarsi… per fare trecento metri magari ci vorrà un’ora, ma sarà proprio questa l’avventura, camminare senza meta per piccoli paesi con il naso all’insù.

All’inizio sarete voi a raccontare le favole raffigurate nei murales, ma piano piano anche i vostri piccoli si appasioneranno e cominceranno a raccontarvi storie che avranno visto sulle pareti delle vecchie case… è una passeggiata terapeutica, una passeggiata in cui la fantasia comincia a correre.

E sono certa che dietro l’angolo troverete anche un ristorantino casereccio (leggete la storia di Gumina, il ristorante di Carmina e Guidoche non esisteva su nessuna guida e che ha sorpreso Francesco a Valogno).

Ma ora partiamo… facciamo insieme il giro dei borghi italiani da favola, da Nord a Sud.

Chissà se nascosto nella vostra regione c’è un piccolo borgo dipinto con un murales

In questo articolo troverai:

1. Borghi da favola in Piemonte
2. Borghi da favola in Veneto
3. Borghi da favola in Liguria
4. Borghi da favola in Lombardia
5. Borghi da favola in Emilia Romagna
6. Borghi da favola nelle Marche
7. Borghi da favola nel Lazio
8. Borghi da favola in Campania
9. Borghi da favola in Calabria
10. Le favole per fa camminare i bambini
11 I Borghi italiani per viaggiare nel tempo


Borghi da favola in Piemonte

Vernante (provincia di Cuneo)

pinocchio murales a vernate

Nel nostro giro dei borghi italiani con i murales da favola partiamo da Nord, dal Piemonte, ma anche da uno dei borghi che amiamo moltisismo, perché sulle facciate delle di Vernante, paesino in provincia di Cuneo, viene narrata la storia di Pinocchio. Oltre centocinquanta murales ispirati al libro di Carlo Collodi, dipinti da Bruno Carlet e Meo Cavallera.

Ma qual è il legame tra Vernate e Pinocchio? Attilio Mussino, uno dei più famosi illustratori dell’amato burattino, passò in questo piccolo borgo di montagna gli ultimi anni della sua vita.

All’entrata del paese vi accoglierà una statua del bimbo di legno, realizzata da artigiani locali, che la favola abbia inizio.

Borghi da favola in Veneto

Cibiana di Cadore  (provincia di Belluno)

A Cibiana di Cadore la storia che raccontano i muri è quella degli antichi mestieri, mestieri che non esistono più o stanno scomparendo: il fabbro, il carbonaro, il mugnaio…. In questo piccolo borgo in provincia di Belluno potete trovare una cinquantina di affreschi dipinti dagli anni ’80 a oggi da artisti italiani e stranieri.

Informazioni: Comitato Turistico Cibiana

Borghi da favola in Liguria

Valloria il paese delle porte dipinte (Imperia)

porte dipinte

In Liguria c’è un piccolo gioiello, in questi piccolo borgo a “parlare” sono le porte. A 14 chilometri da Imperia, nel Comune di Prelà, perso tra colline di ulivi, c’è un paese minuscolo : 40 abitanti e 144 porte dipinte: Valloria.

Valloria è un borgo medioevale con case in pietra, muretti a secco e vicoli con i ciottoli. Ogni estate artisti famosi e ignoti animano il borgo per l’evento “A Valloria fai baldoria”, prima di dipinge e poi si fa festa.

In questo paese vi segnaliamo un piccolo Museo delle cose dimenticate, dove sono esposti i piccoli  oggetti  del vivere quotidiano del tempo passato e della tradizione contadina. Il museo si trova nel vecchio oratorio.

Borghi da Favola in Lombardia

Arcumeggia piccola frazione di Casalzuigno (provincia di Varese)

murales ciclisti Arcumeggia

Arcumeggia (frazione del Comune di Casalzuigno), piccolo borgo tra la Valcuvia e la Valtravaglia, a partire dagli anni ’50 del   per provare a contrastare l’abbandono dei territori montani che il paese stava vivendo, chiamò artisti di fama nazionale ed internazionale per realizzare affreschi sulle facciate delle case rurali e nacque una “galleria d’arte a cielo aperto”. Potete correre come ciclisti all’ultimo spint, dondolare su un’amaca dolce, sedervi a tavola con una famiglia di contadini. La favola i nquesto borgo la dovete inventare voi, lasciandovi semplicemnte trascimnare dalle immagini dipinte dui muri.

Come in ogni borgo rurale italiano, l’architettura e la vita contadina si svilupparono attorno ai cortili, sono bellissimi e da vedere assolutamente.

Info:  Pro Loco Arcumeggia

Parlasco (Lecco)

murales perlasco

Attenzione in un piccolo borgo della Valsassina si narra la storia di Lasco, di notte bandito e di giorno amato benefattore nei panni di Sigifredo Falsandri. Una storia misteriosa fatta di ruberie e gesti nobili, che terrà i vostri bimbi con il fiato sospeso passo dopo passo.

Le mura degli edifici di Parlasco sono decorate da affreschi  con la vita del misterioso criminale dal 207

A Parlasco sono ancora oggi visibili i pochi ruderi della Rocca di Marmoro , quartier generale del leggendario personaggio , le cui avventure tornano a rivivere attraverso gli affreschi e le vie di Parlasco sono di fatto un museo all’ aria aperta.

Taceno (Lecco)

murales taceno, scritta "Borghi non comuni"

Sempre in provincia di Lecco, tra le montagne del lago di Como, a Taceno i muri dell case raccontano le storie degl iantichi mesieri.

Per riassumere una passeggiata a taceno basta il murale di questa foto e la scitta: “Luoghi non comuni: un tuffo nel passato”

Calcio (Bergamo)

Murales calcio
Foto Vittorio Giannella pubblicata dal Touring club

Un libro da sfogliare, casa dopo casa. Anche a Calcio, nella bassa Bergamasca i murales raccontano la storia del paese, un fumetto di vita quotidiana. I protagonisti dei 47 murales di Calci osono gli abitanti e gli scorci del paese stesso.

Il borgo di Calcio sulle rive del fiume Oglio, equidistante sia da Bergamo sia da Crema e da Brescia: la meta ideale per una gita per chi abita in Lombardia. Se volte scoprire tutto su Calcio e i suoi murales abbiamo trovato un bellissimo articolo del Touring Club.

Borghi da favola in Emilia Romagna

Dozza (Bologna)

murales dozza sagomas donna intorno a una porta

I bambini si innamoreranno di Dozza, in provincia di Bologna, a 30 chilometri dal capoluogo e 6 da Imola, perché sembra davvero un borgo delle fiabe, le stradine acciottolate sembrano dipinte tante sono perfette e pulite, poi c’è la rocca medievale e sui muri, sulle arcate delle porte, sopra i balconi, attorno alle finestre oltre novanta murales e più cammini più ti perdi in un mondo fatato. Un libro da sfogliare, un museo a cielo aperto senza bigleitto da pagare.

La Biennale del Muro Dipinto, nata negli anni sessanta, ha regalato a Dozza una galleria a cielo aperto che si rinnova ogn isettembre

Info: Fondazione Dozza

I Bersani di Gropparello Provincia di Piacenza

E l’Emilia sembra essere una regione da favola. Nel piccolo borgo di I Bersani (Comune di Gropparello, in provincia di Piacenza) sono dipinte tutte le favole. La bella addormentata, Alice nel Paese delle meraviglie, il Pifferaio Magico. DPasso dopo passo incontrerete Hansel e Gretel , Cenerentola, Peter Pan e da.

L’iniziativa è dell’artista Fausto Chittofrati, ideatore del progetto “Arte nostra”. Credo che se i bambini potessero scegliere il borgo più “favoloso” d’Italia sceglierebbero I Bersani di Gropparello.

Segnatevi anche che durante il periodo natalizio (8 Dicembre – 6 Gennaio), diventa teatro di suggestivi presepi, realizzati dagli abitanti del borgo in modo artigianale e con l’utilizzo di materiali di riciclo.

Borghi da favola nelle Marche

Braccano (Macerata)

lupo Braccano
Foto MASSIMO MORUZZI

Chi ha paura del lupo? E se andassimo a trovarlo a casa sua. Proprio all’ingresso di Braccano tra i tanti murales ce n’è uno stupendo con un enorme lupo e la scritta: “Io abito qui”

Il paese ha una sola strada principale ed è a due passi da Matelica e dalle pendici del monte San Vicino

Se volete fare un tour virtuale diu Braccano andate sulla pagina di Massimo Moruzzi che ci ha donato questa foto

E segnate: a Braccano a luglio si festeggia la festa degli spaventapasseri.

Borghi da favola nel Lazio

Rocca di Papa(Roma)

murales donna anziana si affaccia alla finestra

Nel parco dei Castelli Romani c’è Rocca di Papa non c’è una vera e propria storia da seguire , qui la passione per i murales nasce negli anni Ottanta, grazie all’iniziativa di alcuni artisti locali che, insieme a ospiti italiani e internazionali (come l’artista giapponese Isao Nunome), hanno realizzato un vero e proprio percorso tra i vicoli che si ispira agli abitanti e ai paesaggi del borgo. Vi capiterà di vedera una nonnina enorme spiarvi dalla finestra, un uomo in giacca e cappello verde che vi aspettaosotto un portico, un venditore di angurie che vi offre una fetta succosa…

I borghi con i murales in Campania

Valogno

Frida Khalo Valogno
L’ingresso del paese

La nostra passione per i borghi da favola è iniziata dopo la visita una domenica di primavera a Valogno, in provincia di Caserta. Siamo stati accolti da Frida Khalo, abbiamo passeggiato, raccontato, immaginato… e parlato con i pochissimi abitanti del borgo, anche in questo caso che rischia di scomparire. Leggete nel nostro post tutte le informazioni su Valogno… e, non perché siamo di parte, ma è bellissimo.

I borghi da favola in Calabria

Diamante

murales diamnete

E nel nostro tour dei picocli borghi italiani siamo arrivati nel profondo Sud. A Diamante, in provicnia di Cosenza, paesino solare che si affaccia sul mare cristallino della Calabria (non a caso è chiamato “la perla del Tirreno”)  nel 1981, Nani Razzetti, un pittore milanese (ma diamantese di adozione), propose al sindaco di dare vita al centro storico con  dei murales. Razzetti la chiamò proprio “Operazione Murales” . Anno dopo anno siamo arrivati a oltre 150 opere, realizzate da artisti italiani e stranieri

Sui muri delle case prendono quasi vita le barche che tornano in secca con le reti cariche di pesci, il mercato, i ragazzi del paese che giocano….Superman che bacia sulla fronte un’anziana del paese.  La fantasia e i colori possono tutto. E se cercate bene anche qui troverete il birbante di Pinocchio. La storia che si racconta qui è la storia di una vita semplice, di un paese di pescatori….

Le favole per far camminare i bambini

Nel nostro aricolo 10 trucchi per far cammianre i bambini , diciamo appunto che raccontare una favola è un ottimo stratagemma per far cammianre i bambini. E se la favola fosse dipinta sulle facciate dei palazzi? Allora il gioco è fatto, inizia la magia… perchè loro sono tentati di correre da un dipinto all’altro…. se hanno l’età dei nostri, 6-7 anni, cominceranno a raccontarsi da soli le storie.

Sono come parchi giochi, solo che le attrazioni le costruiscono loro con la fantasia, parlando con noi, incontrando gli abitanti di questi piccoli borghi dipinti e dimenticati, che cercano di lottare contro l’oblio.

 

I Borghi italiani per viaggiare nel tempo

Non è un borgo, ma anche Torino racchiude murales da favola, ve lo raccontiamo nei musei all’aperto a Torino, i borghi però hano il fascino del piccolo, del lento, del tempo che si è fermato.

Ogni gita in uno di questi borghi da favola vi porterà indietro nel tempo, e sarò una bellissima avventura per i vostri bimbi, scopriranno un mondo fatto di legno, fieno, terracotta, pane che profuma di brace… un mondo senza tablet e telefoni, in cui i muri parlano, le porte raccontano, le finestre osservano.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.