Virus intestinali e bambini: fermeti lattici, probiotici e prebiotici

virus intestinali bambini

Virus intestinali e bambini. Che si tratti di stitichezza o di gastroenteriti, quando mi vengono illustrate problematiche intestinali, una delle domande che ricevo più frequentemente al banco è “Dottoressa, mi spiega la differenza tra probiotici, prebiotici e fermenti lattici?” e “quando devo usare cosa?”. L’argomento è più complesso e spinoso di quanto si pensi.
Il mercato è ampio, anche troppo.
Ed è vero che questi termini spesso vengono confusi e usati impropriamente.
Così dedico sempre quel minuto in più per cercare di far chiarezza e indirizzarvi verso una scelta più consapevole e autonoma. Si tratta infatti di sostanze diverse tra loro, con meccanismi e funzioni specifiche nel nostro organismo che, come sappiamo, è popolato da milioni di microrganismi.  La maggior parte di questi ultimi albergano nel tratto gastrointestinale e ne costituiscono il cosiddetto MICROBIOMA (o MICROBIOTA).

Alterazioni di questo ambiente perfetto sono causa di disturbi di vario tipo, che generalmente cerchiamo di risolvere con la somministrazione di integratori a base proprio di fermenti lattici, probiotici o prebiotici, da soli o in associazione (SIMBIOTICI).

Ma guardiamoli più da vicino.

Virus intestinali e bambini: i  fermenti lattici

I FERMENTI LATTICI sono batteri in grado di metabolizzare il lattosio, uno zucchero presente nel latte e nei suoi derivati.
Rientrano in questa categoria:
* Lactobacillus
* Lactococcus
* Pediococcus
* Streptococcus
* Leuconostoc
Partendo dal processo di fermentazione del lattosio, i fermenti lattici producono acido lattico.
Per questa ragione vengono impiegati nella produzione del nostro tanto amato yogurt.
Ma attenzione!
Non tutti i fermenti lattici hanno un effetto benefico sulla salute del nostro organismo.
I migliori sono i PROBIOTICI, in grado di produrre prevalentemente acido lattico e solo in minima parte altre sostanze.

Virus intestinali e bambini: i probiotici

I PROBIOTICI (dal greco pro-bios), hanno la funzione di “favorire la vita” della flora batterica “buona” del nostro intestino.
Tra loro:
* Lactobacillus acidophilus
* Lactobacillus gasseri
* Lactobacillus Casei
* Bifidobacterium
* Saccharomyces boulardii

Questi microrganismi (batteri e lieviti) vivi infatti resistendo all’azione dei succhi gastrici e delle secrezioni biliari, giungono intatti nell’intestino.
Aderendo alle cellule epiteliali impediscono la proliferazione di ceppi batterici patogeni, e danno vita a una flora batterica intestinale più sana, forte ed equilibrata.
Un goal pieno per tutto l’organismo, compreso il sistema immunitario.

È mia abitudine consigliarli in concomitanza di terapie antibiotiche. Gli antibiotici infatti, non mi stancherò mai di ripeterlo, non sono farmaci gastrolesivi (per questo non occorre alcun protettore gastrico a supporto!!!) e sono capaci di combattere infezioni di natura batterica.

Il loro unico “difetto” se così possiamo chiamarlo, è di non fare una selezione sul tipo di batterio da combattere, debellando tutti quelli che incontrano sul loro cammino.

Ne consegue che la loro azione terapeutica va ad alterare anche la flora batterica “buona”, causando spesso disturbi come:
* diarrea e vomito
* meteorismo
* dolori addominali
* stipsi
* nevralgie e mal di testa
* candidosi (più frequente nelle donne)
* cistite
Altro accorgimento, vanno assunti sempre ad una distanza di almeno un paio d’ore dalla somministrazione dell’antibiotico per evitare che l’azione battericida di questo incida sulla loro efficacia.

Virus intestinali e bambini: i prebiotici

In ultimo troviamo I PREBIOTICI.
Come dico sempre sono la “benzina” del microbiota intestinale.

Si tratta infatti di sostanze di origine alimentare non digeribili che fungono da nutrienti per alcuni “batteri buoni” già presenti nell’intestino, che li fermentano, e ne traggono energia per il proprio metabolismo e per la loro crescita, con conseguenti effetti favorevoli per l’organismo.


Sono presenti in vari alimenti (banane, , porri, aglio, cicoria e nei cereali come il frumento), ma in quantità non sufficiente per ottenere i risultati sperati.

Per questo motivo è consigliata un’integrazione che abbia quantità predefinite e standardizzate. Attualmente sono presenti in commercio fibre idrosolubili come i frutto-oligosaccaridi (FOS), i galatto-oligosaccaridi (GOS), l’inulina (un polimero del fruttosio) e lo psyllium.

Ne avrete sicuramente sentito parlare. Anche il lattulosio (spesso consigliato come blando lassativo), dopo fermentazione da parte della flora batterica intestinale, esercita un’azione favorevole sull’equilibrio fisiologico e le funzioni dell’intestino e dell’intero organismo.

Virus intestinali, i miei best seller

Per la categoria PROBIOTICI consiglio sempre

– ENTEROLACTIS BEVIBILE di Sofar
Formulazione in flaconcini già pronti da bere e di gusto gradevole.
8 miliardi di lactobacillus paracasei.
Un flaconcino due volte al giorno prima dei pasti principali.
In caso di cura antibiotica sempre a tre ore di distanza dal farmaco.

– DICOFLOR 60 bustine di AG Pharma.
3 miliardi di lactobacillus rhamnosus.
Se ne assume una bustina al giorno, ai pasti, sciolta direttamente in bocca, in acqua o in altra bevanda fredda o tiepida.

Prodotti SIMBIOTICI consigliati:

– ENTEROLACTIS DUO di Sofar in bustine
8 miliardi di cellule vive e inulina in grado di persistere attivamente nell’intestino per riequilibrarne la flora batterica e contrastare gonfiore addominale, diarrea e stipsi.
Per gli adulti consiglio: 1 bustina 2 volte al giorno, da sciogliere in acqua o altro tipo di liquido come latte o tè;
Per i bambini: 1 bustina al giorno prima del pasto, da sciogliere in acqua o altro tipo di liquido.
– PROBINUL 5 di Ca.di.group srl
Integratore a base di fermenti lattici vivi microincapsulati e gastroprotetti in grado di donare all’organismo il giusto apporto di Fibre prebiotiche, Vitamine e Rebaudioside da Stevia Rebaudiana.
Una busta al giorno a stomaco vuoto (preferibilmente di mattina). Per i bambini al di sotto di 8 anni si consiglia di dimezzare la dose. Versare sul contenuto di una busta poca acqua o qualsiasi altra bevanda non alcolica, non gasata e a temperatura ambiente.

Per i più piccini:
– YOVIS BAMBINI flaconcini bevibili.
integratore alimentare a base di fermenti lattici vivi e vitamine del gruppo B.
Gusto fragola.
10 miliardi di fermenti lattici di 6 ceppi diversi.
Consiglio di assumere un flaconcino al giorno pontando dai pasti.

 

* Ovviamente tutti i consigli valgono per il virus intestinale e i bambini, ma anche per i grandi.

 

Leggi anche: L’influenza nei bambini, ecco cosa fare davvero

 

 

Mi chiamo Eleonora Teti e sono una farmacista a tempo pieno e giornalista per passione.
Mamma di Tommaso e moglie di Luca, sul web mi piace mixare tutte queste attività, mettere a disposizione quello che imparo ogni giorno oltrepassando il banco della mia farmacia.

Author: viaggiapiccoli

Cristina e Francesco viviamo a Napoli, ma la nostra casa è il mondo...un mondo che scopriamo con i nostri "piccoli", i gemelli Enrico e Giulia. Siamo i coordinartori della grande famiglia di Viaggiapiccoli  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This field is required.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*This field is required.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.