bruges bambini

 

Quando andate in una nuova città, preferite seguire l’itinerario classico, quello consigliato dalle guide e non perdervi nulla, o andare a cercare angolini nuovi, magari non famosi, ma unici, anche a rischio di vedere solo una parte della città? Questo dilemma ci siamo trovati ad affrontarlo a Bruges, la perla delle Fiandre. Francesco la conosce bene e ci era stato due volte, ma voleva mostrarmela seguendo un itinerario classico, io invece –  che su Instagram avevo scovato dei posticini alternativi – spingevo per un altro giro. Che fare? Indovinate che itinerario abbiamo seguito? Ecco una mini guida di Bruges in un giorno: due itinerari per famiglie e bambini.

Bruges mulini

Grandi giganti, solitari e imponenti. Sono i mulini a vento, torri possenti e pale leggere che si fanno sferzare dal vento e producono energia, all’infinito. I bambini li vedono immensi. Per noi adulti sono il simbolo delle sfide impossibili. Nel cuore delle Fiandre a Bruges con i bambini abbiamo seguito la strada dei mulini, tra corse, silenzio e un prato verdissimo in cui sentirsi liberi, prorpio come il vento.

Bruges strada muliniBruges con i bambini, la strada dei mulini

Fuori dal centro e dal caos della cittadina fiamminga c’è un grande parco alberato con un prato curatissimo, dove si può andare in bici (c’è una bellissima pista ciclabile) o a piedi e percorrendo la strada verde lungo il canale si arriva ai mulini. Dal centro è una passeggiata di 15 minuti.

bruges Bicicletta
Ci si può arrivare in bici

Ma che ci fanno i mulini a Bruges? Un tempo erano molti di più, ora ne sono rimasti solo quattro, di cui solo due visitabili. Servivano per lavorare e vendere il grano, Bruges ha una tradizione commerciale fortissima

Il primo che si vede è i Bonne-Chièremolen tutto bianco. I bambini, che non li avevano mai visti, ne son orimasti affascinati. 

Sono bellissimi e imponenti e i bimbi hanno giocato nel prato a rincorrersi, in grande libertà, fuori dal caos del centro cittadino. Il quartiere di Sant’Anna, dove si trovano i mulini, è un silenziosissimo quartiere residenziale.

Bruges bambini
Il quartiere di Sant’Anna

In questo quartiere si possono visitare  anche la Chiesa di Sant’Anna, il Museo del merletto ed il Museo del Folklore , per enttrambi i musei  il bilgietto costa 4 euro.

Orari e prezzi per visitare i mulini di Bruges

Come dicevo, solo due dei quattro mulini sono ancora funzionanti e si possono visitare il Koeleweimolen e il l Sint-Janshuismolen . Per salire, bisogna salire una scala ripida, quindi se avete bambini piccoli, grande attenzione.

mulino a ventoIl Koelewei si può visitare a luglio e agosto martedì – domenica 9.30-12.30; 13.30-17. Prezzi: 3€ adulti, 2€ ridotto; gratis i bambini sotto i 12 anni.

 

Il Sint-Janshuis, si può visitare da maggio ad agosto martedì – domenica 9.30-12.30; 13.30-17; a settembre: sabato e domenica 9.30-12.30; 13.30-17. Prezzi: 3€ adulti, 2€ ridotto; gratis i bambini sotto i 12 anni.

All’interno dei due mulini è stato allestito il Museo del Mulino, il Bruggemuseum-Molens., con la storia dei grandi giganti del vento e la loro evoluzione nel corso dei secoli.

Con la Brugge City Card (48h costa 38€; 72h costa 43€; per gli under 26, 48 h costa 35€ e 72h costa 40€) l’ingresso nei mulini, al museo del Merletto e del Folklore  è gratis.

Stazione Bruges

Avete organizzato un week-end a Bruxelles e volete fare una gita. Bruges è un’ottima idea. Ma come arrivare a Bruges?  Il modo più comodo per arrivare da Bruxelles a Bruges è in treno, soprattutto se avete bambini e nel week-end. Perché?

In Belgio i treni sono puliti, puntuali e nuovisismi.

Sui treni in Belgio i bambini non pagano

I bambini da 0 a 11 accompagnati da un adulto pagante viaggiano gratis. Ed ci sono degli sconti speciali per famiglie e comitive. Noi in quattro, con due bambini, per andare e tornare da Bruxelles a bruges abbiamo speso 30 euro.

Bruges
Grote Markt

Da Bruxelles a  Bruges in treno, il week-end ticket

In Belgio poi nel fine settimana c’è un motivo in più per prendere il treno perché a partire dalle 19 del venerdì fino alla domenica sera il biglietto costa la metà, c’è uno sconto del 50% se andate e tornate in giornata.

Il week-end ticket si compra online ,alle biglietterie o alle macchinette i nstazione e, generalmente, viene fatto da Bruxelles alla destinazione che scegliete, quindi Bruges, ma anche altre destinazioni . Attenzione però è solo andata e ritorno. Dovete andare e tornare nel fine settimana-

Se partite dall’aeroporto Charleroi non potete utilizzare il weekend ticket direttamente dall’aeroporto, ma dalla stazione di Charleroi al prezzo di 23 euro andata e ritorno.

Un consiglio: se usate il biglietto con lo sconto del week-end, soprattutto in primavera ed estate, arrivate in stazione un po’ prima e aspettate il treno sulla banchina, perchè i treni sono molto affollati e potreste rischiare di fare il viaggio in piedi. 

Non c’è neanche un posto dove lasciare i passeggini, perciò i belgi li mettono tra i sedili, occupando due posti, cosa non molto pratica, ma i controllori non dicono nulla.