fbpx
famiglia colazione in malga

 

Come si munge il latte? Come si fa il formaggio? Quanto è grande una mucca? I bambini hanno sempre mille domande e se, come i miei, sono bimbi di città spesso non hanno le risposte giuste sui prodotti che in genere comprano semplicemente al supermercato o animali che vedono sui libri. Ecco perché le vacanze estive, i viaggi, per noi diventano sempre una scusa per cercare “risposte” alla vita, vivendo. Scusate il gioco di parole, ma per noi il viaggio è da sempre scuola di vita. Ecco perché questa estate abbiamo scelto di dormire in un rifugio e svegliarci all’alba per vivere la vita di una malga alpina in Val di Fassa. È stata la giornata più bella del nostro viaggio. Ecco il racconto di Albe in Malga  (#albeinmalga) una giornata alla malga Contrin.

Vacanze estive sulle dolomiti

Dolomiti, per le vacanze estive. Che ne pensate? Le mamme – e anche i papà ovviamente – si dividono in due categorie: chi ama le vacanze in spiaggia, al mare, anche con i bambini; e chi invece preferisce le vacanze con i bambini in montagna. Io rientro nella seconda categoria. Trovo che l’aria pulita e fresca, lo stretto contatto con la natura, il rallentare dei ritmi quotidiani siano solo di grande benefici per i più piccoli. E anche per i genitori, che tornano in città rigenerati.

La mia passione più grande sono le Dolomiti, ed è proprio qui che trascorro ogni anno le mie vacanze prima in coppia, adesso in famiglia.

In Alto Adige ci sono tantissime attività ed escursioni da poter fare con i bambini: vi elenco però quelle che mi hanno colpito maggiormente in questi ultimi anni, cercando di evitare le passeggiate più conosciute e di conseguenza più affollate.

montagna con i bambiniSono Chiara Borioni ( Mamma con caschetto) e ho 31 anni, mamma blogger di Cloe dal 2016 che mi ha letteralmente stravolto la vita. Prima della nascita di Cloe,  il mio alter ego online era Sciatrice con caschetto, adoro la montagna, il mio cuore appartiene alla Val Gardena e al Sassolungo.

Ora sono anche mamma, sempre sciatrice ma con alcune strategie logistiche! E vorrei trasmettere questa passione per la montagna a mia figlia e a tutti voi che mi seguite, con consigli sulle attività da fare in famiglia e informazioni sulle località Family Friends.Vivo a metà strada tra il mare e le colline, nelle Marche, trasferita per amore di Marito ormai qualche anno fa. Con la nascita di Cloe mi si è aperto un mondo sul baby e kids fashion che mi ha portato ad avere occhi a cuoricino su tutto ciò che è bello, una carta di credito in rosso e tanta tantissima voglia di scoprire le novità di stagione. Non in questo ordine preciso però – dipende dai saldi ecco!

 

Dolomiti, vacanze estive: escursione sulla cima del Plan de Corones

Il Plan de Corones è famosissimo per le sue piste da sci in inverno: il paradiso per sciatori e snowboardisti. Ma d’estate è altrettanto piacevole salire con gli impianti sulla cima. La salita in cabinovia è possibile da Brunico, da Valdaora o dal Passo Furcia: alla partenza troverete sempre un grande parcheggio per le auto. Sulla cima il panorama spazia a 365 gradi sulle Dolomiti venete, trentine, sulle alpi italiane e austriache.

Se salite sulla campana potrete individuare tutte le cime dal bassorilievo espositivo. Un sentiero circolare molto facile e percorribile anche con passeggino gira tutto intorno alla cima del Kronplatz, facendovi conoscere le diverse attività che si possono fare con i bambini. Troverete il villaggio degli indiani, il Messner Mountain Museum, la parete di arrampicata, il parco giochi per grandi e piccini, la piccola fattoria della malga. Insomma, oltre a godersi uno spettacolo naturale a dir poco eccezionale, non mancheranno di certo le attività per divertirsi.

Dolomiti con i bambini

Vacanze estive sulle Dolomiti, le Odle come non le avete mai viste

Le Odle sono montagne a forma di spaghetto perché molto appuntite, che fanno parte delle Dolomiti ladine. Seguendo il sentiero per l’Utia Ciampcios, da San Martino in Badia, le Odle appariranno davanti ai vostri occhi all’improvviso, aprendo un panorama quasi surreale, o addirittura lunare.

Io non altro facevo che ripetere :”che meraviglia!”. E fermarmi a scattare foto in continuazione, anche per riprendere fiato durante la salita. La passeggiata parte dal paese di Longiarù in Val Badia ed è adatto a tutti: si può percorrere a piedi, con passeggino o con la mountain bike se siete allenati.

dolomiti bambini malghe

E sulle Dolomiti è bellissimo andar per malghe al Passo delle Erbe

Il Passo delle Erbe è il paradiso dei bambini, e non esagero. Si raggiunge in auto, si parcheggia al passo e si parte per il sentiero che attraversa pascoli verdissimi, sotto il cospetto del monte Putia, chiamato Sass de Putia. Disseminate nei prati tante malghe ognuna con parco giochi per bambini, e dovreste vedere che bellissimi giochini!

Io mi sono innamorata di una casetta in legno formato bimba con i cuoricini intagliati delle finestre. Abbiamo bevuto ottimo latte appena munto e mangiato canederli buonissimi, anche mia figlia di 11 mesi non ha resistito!

Gli itinerari che potete fare sono molteplici: dal giro completo del Sass de Putia per i più allenati, al giro delle malghe per chi come noi vuole sempre un obiettivo culinario e tipico da raggiungere. Utia Fornela e Utia de Goma sono mete ideali per rilassarsi e far giocare i bambini nel parco giochi immerso nella natura.

dolomiti bambiniVacanze estive sulle Dolomiti, informazioni utili

In Alto Adige ci sono tantissimi hotel per famiglie: dalla catena dei Familien Hotel alle pensioni a conduzione familiare.

Per poter fare queste 3 escursioni, consiglio di alloggiare a San Vigilio di Marebbe o a San Martino in Badia.
Ottimo per le famiglie è il Residence Moelgg a San Vigilio.

Per un’esperienza di vacanza in maso consiglio di collegarsi al sito del Gallo Rosso e scegliere tra i tanti agriturismi con animali e parco giochi in giardino.

Il periodo ideale per queste escursioni è da metà giugno a fine settembre: periodo in cui riaprono le malghe e sono in funzione gli impianti di risalita; la neve in quota dovrebbe essere ormai sciolta.

Attenzione all’abbigliamento in montagna: vestirsi sempre a strati ed avere dietro il k-way. Il tempo può variare davvero repentinamente.

Prima di intraprendere l’escursione consultare l’agenzia di soggiorno per la fattibilità del percorso e le condizioni meteo: non sottovalutare mai le perturbazioni!

 

Per chi non ha mai sciato o per i bambini l’approccio con le piste può essere traumatico. Al di fuori del campo scuola hai sciatori, snowboardisti, bravi e meno bravi, che sfrecciano a pochi centimetri da te e in ogni direzione. Se cercate piste poco affollate e a misura di famiglia, in Abruzzo, un’ottima idea sono gli impianti di Vallefura, con una vista spettacolare sul parco nazionale della Majella.

Sono una buona idea per chi scia nel comprensorio dell’Alto Sangro e cerca  un posto tranquillo. Per i bimbi piccoli che non sciano c’è anche un attrezzato Baby Garden.

Pescocostanzo neve famiglie

Dove mangiare sulle piste di Vallefura

Per mangiare c’è il rifugio Tana del Lupo, situato all’arrivo della seggiovia quadriposto. Offre panini con salsiccia, hamburger e cucina di montagna, con camino, panorama mozzafiato e solarium .

Dove dormire a Vallefura

L’Hotel Vallefura è proprio sulle piste, ottime le recensioni on line proprio delle famiglie, che sottolineano l’attenzione ai più piccoli nelle cucina oltre alla vicinanza alle piste. Grandi lodi per la colazione.

 

A farci da guida agli impianti di Vallefura – Pescocostanzo è Francesco Di Pasquale, presidente della Scuola Sci 3000, 38 anni, maestro di sci esperto

Scuola Sci 3000 Pescocostanzo

Perché venire a sciare a Vallefura?

“Perché in Abruzzo è uno dei pochi impianti nel centro storico; il borgo di Pescocostanzo è a un chilometro e le piste sono con vista su centro storico. Solo a Cortina c’è un panorama così. Le piste, 12 chilometri,  si sviluppano sul pendio del monte Calvario. C’ è la seggiovia Valle Fura, quadriposto, che conduce gli sciatori dal Piazzale degli Sciatori a 1440 metri sino al Rifugio a 1729 metri, e la  seggiovia biposto Valle Gelata. Inoltre ci sono uno skilift e una manovia che servono piste per lo sci alpino, tra cui tracciati di gigante cronometrati. Ci sono anche due tapis roulant per i principianti. Visto che non c’è molta folla riusciamo a mettere anche le porte per lo slalom e i più bravi si divertono. E poi è l’ambiente adatto alle famiglie”.

Perché le piste di Pescocostanzo sono adatte alle famiglie?

“Prima di tutto perché c’è un’ambiente sano. Le famiglie vengono a Pescocostanzo per rilassarsi. E poi il nostro punto di forza sono le attrezzatture didattiche dedicate ai bambini: ciuffetti, ponticelli, tappetini didattici che facilitano l’apprendimento. Per i bambini sciare è un gioco e allora noi abbiamo creato un campo scuola coloratissimo. Siamo 20 maestri, facciamo lezioni singole e collettive a bambini ed adulti. E poi c’è lo Sci Club.

Sci club Valle Fura pescocostanzo

Come funziona lo Sci club?

Selezioniamo i ragazzi che già hanno avuto un primo approccio con noi e li inseriamo in gruppi dello stesso livello per tutta la stagione invernale. Abbiamo tre pacchetti: da 30-40- 50 giornate. Parliamo di sei ore al giorno, è abbastanza impegnativo, ma negli ultimi anni abbiamo formato un bel gruppetto affiatato. Il nostro allievo più piccolo ha 4 anni e mezzo”

Piste val di fura scuola sci

A Proposito di età, a che età è consigliato mettere i bambini sugli sci?

“Beh, proprio ora ho una piccola alunna di tre anni mezzo , bravissima, che fa tutto. Diciamo che l’età ideale è dopo i quattro anni. Dipende dai bambini: ci sono bambini che piangono e bambini che si lanciano. I maestri per bambini devono saper utilizzare il linguaggio del gioco. Quando il bambino capisce che oltre a camminare e correre si può scivolare, inizia il divertimento. Ci vuole pazienza e attenzione, ma i bambini danno grandissime soddisfazioni. La mia regola è quella del sorriso, se il bambino finisce la prima lezione con il sorriso tornerà”.

Pescocostanzo

Le mamme che non sciano hanno un posto dove aspettare i bimbi? 

“C’è un piccolo chiosco, in prossimità del campo scuola, dove possono bere una cioccolata calda o, se vogliono, possono mangiare un panino con la salsiccia. Ma, soprattutto, noi offriamo un servizio navetta gratuito per il centro: la mamma può lasciare il bambino e fare una passeggiata a Pescocostanzo”.

Quali altri servizi offre la vostra scuola sci?

“Stiamo cercando di integrare i servizi della scuola sci. Chi prende un pacchetto di cinque giorni, per esempio ha in regalo un giro ebike (bicicletta con la pedalata asisstita) nel centro storico, con istruttore!”

E per le attrezzature?

“Abbiamo un servizio di noleggio sci integrato. E soprattutto abbiamo un macchinario che disinfetta automaticamente gli scarponi e li riscalda. La nostra struttura è all’avanguardia”

Quanto costano le lezioni?

“Le lezioni singole di un’ora in alta stagione 40 euro, in bassa stagione 35 , quelle di gruppo 25 euro due ore”.

Vallfura è meglio dell’Aremogna?

Ride. “Sono due cose diverse. Da una parte è meglio perché non si fanno file e non c’è confusione, dall’altra parte le nostre piste sono più piccole e quindi offrono meno possibilità, il che non vuol dire però meno divertimento”.

 

Avete anche maestri di Snowboard per bambini?

“Due maestri e un tirocinante”.

 

A che età i bambini possono iniziare ad andare in Snowboard?

“Anche in questo caso direi quattro anni”.

 

Tre parole per descrivere le piste di Vallefura?

“1) Sicure

2) Con una vista mozzafiato (vale una parola)

3) A misura di famiglia”

 

Grazie a Francesco Di Pasquale a cui auguriamo di realizzare i suoi obiettivi di migliorare e ingrandire la scuola sci, magari creando anche uan tavola calda  e un  grazie a Roberta Castiglione che crede nella potenza del territorio e che ci sta aiutando a conoscerlo meglio.

 

 

Alberghi famiglia roccaraso

Quando vai sulla neve con un bambino è faticosissimo: vesti, svesti, asciuga, copri, scopri…. e in genere quando hai imbacuccato per bene il pupo arriva implacabile la frase. “Mamma, devo fare pipì”. Perciò se vai in montagna con i bambini (sia i piccolissimi che non sciano– sia per chi fa lezione di sci)  hai bisogno di aiuto e di coccole e di strutture family-friendly.  Abbiamo provato a selezionare con l’aiuto della nostra comunità di amici gli alberghi e i ristoranti a misura di famiglia a Roccaraso.

Zerododici, lo skipass gratuito

Ci sono  15 alberghi convenzionati con il  consorzio Alto Sangro Turismo, che quest’anno ha lanciato una promozione dedicata alle famiglie, con lo skipass gratuito per i bambini nati dopo il primo novembre 2004 e agevolazioni sul prezzo delle lezioni di sci; la promozione è valida per le settimane comprese tra il  6 gennaio ed il 3 febbraio 2019 e tra il 10 marzo ed il 31 marzo 2019, è riservata ai clienti degli alberghi e consiste in:

  • Acquisto 1 Skipass Consorzio adulto valido minimo per 4 giorni – gratuito equivalente
    skipass consorzio bambino (previa esibizione di documento del minore o stato di famiglia);
  • Acquisto 2 skipass consorzio adulto validi minimo per 4 giorni – gratuiti equivalenti
    2 o più skipass consorzio bambino (previa esibizione di documento del minore o stato di famiglia).

Gli alberghi convenzionati per la promozione sono:

1           Albergo Reale: su TripAdvisor le recensioni sono positive soprattutto per la disponibilità del personale, la qualità del cibo e la posizione centrale. C’è un servizio di animazione per i più piccoli;

2         Hotel Sporting: anche in questo caso le recensioni on line sono buone. Ha un mini club e garage convenzionato;

3         Hotel Boschetto: qui ci sono sauna, piscina e bagno turco per mamma e papà (anche se nelle recensioni on line lamentano che le tisane sono a pagamento) e baby club per i più piccoli. L’albergo si trova proprio sulle piste da sci dell’Aremogna ed è  in stile montano, accogliente e tranquillo. Le recensioni on line sono tendenzialmente positive, ma ci sono anche alcune lamentele per le stanze piccole;

4         Hotel Tiffany’s: buona posizione, pulito e buon cibo, ha un garage con ascensore e accesso diretto all’hotel, comodo per chi ha i bimbi molto piccoli;

5         Hotel LuSi: vicino alle piste dell’Aremogna, a conduzione familiare;

6         Hotel Iris: vicino ai giochi del Pratone, on line le recensioni parlano bene dell’animazione per bambini;

7         Hotel Le Ortensie: sulla strada per Pietransieri, ha il parcheggio e uno spazio all’aperto per far giocare i bambini, sala camino e animazione;

8         Hotel Vetta d’Abruzzo: nel centro di Roccaraso, vicino al palaghiaccio, gestione familaire, animazione;

9         I Narcisi – Affittacamere: non abbiamo trovato recensioni e il sito è molto rudimentale;

10       Hotel Pizzalto: a quota 1440 mt, direttamente sui campi da sci, ideale per chi scia anche con i bambini;

11       Hotel Suisse: è situato in via Roma, nel centro di Roccaraso, ristrutturato di recente e con animazione per i bambini;

12       Hotel Cristal: con ampia disponibilità di parcheggi auto e posti disponibili anche in garage e a conduzione familiare, in rete giudicano un po’ alte le “4 stelle”;

13      Hotel Paradiso Aremogna: è situato vicino alle piste da sci, ha un ampio mini club con baby dance tutte le sere, ping pong e calcio balilla. L’hotel  dispone di una piscina semi olimpionica con separata vasca Jacuzzi,  una zona benessere finlandese con sauna e jacuzzi esterna, sala cinematografica 350 posti con dolby-surround,  una pizzeria, ristorante, garage coperto a capienza e due campi da tennis estivi. Le recensioni in rete sono buone anche se i clienti sottolineano che la struttura è “vecchiotta”;

14      B&B Il Viottolo: le recensioni sono molto positive, struttura nuova, colazione abbondante e tutti sono entusiasti di Elisa, la proprietaria;

15    B&B La Capannina, in rete non abbiamo trovato informazioni.

Dove dormire Roccaraso

I residence consigliati dai nostri amici

Per le famiglie a volte è più comodo un residence di un albergo. Infatti, i nostri amici su Facebook che sono recentemente stati a Roccaraso consigliano: 

Adele, mamma di due bimbi di sette e quattro anni consiglia il Residence orizzonte, “Perché è comodo per far stare tante famiglie insieme.  Le casette sono piccole, ma al piano terra ci sono sale grandi per adulti e per bambini in cui potersi trattenere senza dover uscire per forza. Logisticamente è a metà strada tra Roccaraso e le piste di Pizzalto”.

Francesco, invece, papà di tre maschietti, questo capodanno è stato al Tassido Coda resort: “Noi siamo stati bene, certo è un po’ isolato, non è in paese , ma può essere un vantaggio perché è proprio sul lago. Noi siamo stati benissimo, l’appartamento era comodo e carinissimo”.

Per chi invece preferisce stare in paese, torniamo agli alberghi. Gianluca Minin consiglia l‘Hotel Trieste, in centro (via Claudio Mori 15), “ottimo rapporto qualità prezzo “. E’ un albergo tre stelle di Montagna. Nel prezzo della pensione è compresa la scuola sci gratuita per 5 giorni. Settimana intera o settimana corta dal Lunedì al Venerdì, due ore al giorno dalle ore 11:00 alle 13:00, nei periodi dal 06/01 al 03/03 e dal 10/03 al 31/03; Inoltre, nelle settimane bianche, è compreso 1 ingresso al Palaghiaccio di Roccaraso.

 

Gli alberghi consigliati dalla giovane maestra di Sci

Sonia Oloferni è una maestra di scuola, con patentino per insegnare anche a sciare. Lei ci consiglia:

  • Residenza dei maestri: con monolocali e bilocali, B&B situato nel pieno centro di Roccaraso;
  • Hotel Belvedere: via del Sannio 1 Roccaraso, non ha animazione ma è molto accogliente;
  • Hotel da Remo: viale degli Alberghi 2, con ampio parcheggio e piccolo giardino con altalene;
  • Hotel Grande Albergo: via Roma 21, “Top dei top”, ottima animazione, centro Spa (anche per esterni), si mangia benissimo.

Dove mangiare a Roccaraso e dintorni

Dico subito che in Abruzzo si mangia benissimo e le porzioni sono abbondanti. Ottimi i salumi, i formaggi, la pasta fatta in casa, la carne e la cacciagione, ma anche le zuppe.

Tra i nostri ristoranti preferiti

– Da Alessandro a La Baita, a 2000 metri di quota, sei accolto e riverito come un re. Qui sostavano il Principe di Piemonte Umberto di Savoia e le sue sorelle principesse. C’è una piccola sala con il caminetto, dove viene cotta la carne e sciolto il formaggio. Nelle giornate di sole si può mangiare anche sulla terrazza all’esterno. Buonissima anche la polenta;

– Il Ristornate i tre frati, in viale Fanzago Cosimo, 4 a Pescocostanzo, ottimo per i primi piatti e la cacciagione;

Ristorante da Paolino, strada Vulpes, 34, a Pescocostanzo. Non ci siamo ancora stati, ma tutti i nostri amici lo straconsigliano e lo proveremo presto;

La Fattoria:  i bambini spesso vogliono la pizza, una delle migliori è quella della fattoria sulla Strada SS. 17 Km.

Qualsiasi ristorante scegliete, prenotate per tempo, c’è sempre molta richiesta. 

 

Pane e focaccia e pasta fatta in casa

Quando andiamo a Roccaraso sono due le nostre tappe fisse: il panificio, accanto alla Clinica dello sci, fa un pane pizza, semplicissimo (solo pizza, sale e olio), ma buonissimo, e la pasta fresca e all’uovo Da Michela, via Salvatore Tommasi. Entrambi consigliatissimi. 

 

 

 

 

 

Bambin isulla neve con maschera e sci

Sciare è sempre stato un mio sogno. La velocità, il silenzio, i panorami mozzafiato. E per tutti noi del centro Sud quando si parla di montagna si parla di Abruzzo: Rivisondoli Pescocostanzo, Barrea e RoccaPia. Ed ecco la nostra mini guida: ” Abruzzo, sciare con i bambini nel comprensorio dell’Alto Sangro”.