Francesca Dafne Vignaga, questionario di Proust

Illustratori per bambini
Su Viaggiapiccoli parte una nuova rubrica: questionario di Proust per illustratori, a cura di Stefania Fracasso. La prima intervista è per Francesca Dafne Vignaga.

Chi è Francesca Dafne Vignaga

Ho avuto il piacere di intervistare Francesca Dafne Vignaga, autrice e illustratrice dell’adorabile “Igor“, creatura fantastica in libreria dallo scorso maggio per le Edizioni Corsare.
Francesca Dafne Vignaga vive con la sua cagnolina Liska in provincia di Vicenza, dove dipinge, illustra, cucina e si prende cura del suo orticello.
Ha preso parte a numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero, pubblicato albi illustrati e ricevuto premi e riconoscimenti sia in ambito nazionale che internazionale fra cui il Terzo premio al Sharjah International bookfair negli Emirati Arabi nell’Aprile 2014.
Ci ha accolto nella sua casa studio in occasione degli open days, ci ha mostrato lavori vecchi e nuovi, deliziato con una tisana e risposto alle domande della nostra versione rivisitata del famosissimo Questionario di Proust. E non è così imbranata come vi racconterà, ma una creatura eterea, succosa e pepata tutto insieme.

 

 

Francesca Dafne Vignaga

Descrivi in tre parole il tuo stile

Non posso rispondere alla domanda perché dal mio punto di vista non ho uno stile e non apprezzo molto questa parola. Mi piace pensare che il mio modo di lavorare possa continuamente cambiare ed evolversi.

Tecnica preferita (matita, pastelli, acquerelli, acrilico, etc.) di Francesca Dafne Vignaga

Non ho una tecnica preferita. Credo che ogni lavoro o progetto porti con sé la sua tecnica più adatta. Scelgo di volta in volta con che modalità illustrare un testo o un’idea, lo faccio senza forzature in modo che ogni atmosfera porti con sé la sua tecnica preferita.

Francesca Dafne VignagaRicetta per una illustrazione efficace

Dev’essere onesta

Maestri dell’illustrazione che ti hanno ispirato

Sono davvero troppi. Ne scelgo tre ma con fatica: Shaun Tan, Olivier Tallec, Wolf Erlbruch

Vignaga Francesca Dafne 8Illustratore preferito di oggi

No, uno solo è davvero chiedermi troppo

Quali sono le storie che ti stimolano maggiormente?

Quelle che mi danno nuovi stimoli, quelle coraggiose, quelle inaspettate e poco zuccherose.

Vignaga Francesca Dafne 3Hai mai pensato di lavorare nel micro stock? E cosa pensi degli illustratori che ci lavorano?

Il mondo dell’illustrazione non è facile, se poi lo si fa come lavoro riuscire a viverci è davvero un’impresa. Ogni nuova possibilità è importante per cui non ci vedo niente di male.

 

Prima persona che ha creduto in Francesca Dafne Vignaga , all’infuori di te: La mia mamma anche se con qualche riserva all’inizio.

Committenti: meglio italiani o esteri?

Ho avuto esperienze positive e negative in entrambi i casi. 

Vignaga Francesca Dafne 1Consigli per intraprendere la tua strada

Essere onesti, umili, perseverare, confrontarsi, mettersi in discussione e avere almeno una piccola base di lingua inglese.

Si può vivere tranquillamente insomma “accendere un mutuo” facendo l’illustratore?

Tranquillamente no. Bisogna essere imprenditori di sé stessi: fare ricerche, proporsi a editori e aziende, rinnovarsi, essere dinamici…

Strumenti/software che utilizzi principalmente

Lavoro essenzialmente a mano perché mi piace molto il rapporto tattile con i materiali ma per lavorare oggi bisogna anche avere una competenza base di alcuni software. Io uso Photoshop per sistemare e ritoccare i files e Indesign per l’impaginazione.

Vignaga Francesca DafneIl “no” e il “si” che ti hanno cambiato la vita

Probabilmente devono ancora arrivare.

Non potendo più fare l’illustratore, quale è il “piano b

Ho sempre pensato la pasticcera ma ultimamente mi dicono spesso che dovrei fare l’attrice comica (probabilmente perché sono davvero imbranata!)

Descrivi la tua giornata tipo

Lavoro per lo più a casa per cui generalmente cerco di alzarmi prima delle 8, faccio un’abbondante colazione, chiacchiero con Liska e la coccolo un po’; poi rispondo alle mail e cerco di adempire a tutto il lavoro noioso e burocratico. Dopo mezzogiorno io e Liska ci concediamo sempre buoni pranzi colorati e speziati e riposiamo un po’. Caffè e riprendo il lavoro, se ho la fortuna di aver finito tutta la parte a computer procedo con colori i e pennelli ascoltando musica. Per concludere se posso passeggiata con Liska e yoga, cena e serata libera (amiche, cinema etc.) Se ho scadenze lavoro finchè gli occhi restano aperti.

Che rapporto hai con la lettura? Autore e libro preferiti

Leggo troppo poco. Voglio e devo leggere di più. Il mio libro preferito è Marcovaldo di Calvino.

Francesca Dafne Vignaga 2Ruolo Ruolo dei social network nel tuo lavoro

Sono importantissimi se usati in modo intelligente. Posso mantenere i contatti con i colleghi e gli amici illustratori, essere aggiornata su saloni, mostre, ricerche. Sono un grande strumento di promozione per quel che riguarda il mondo delle immagini, una pubblicità gratuita anche se spesso mi portano via molto tempo.

Come fai i conti con l’ansia delle scadenze imposte dall’editore

Raramente consegno in ritardo. Sono una persona puntuale. Se le scadenze mi mettono in difficoltà bevo tanto caffè e dormo meno. Sotto pressione a volte sono meno dispersiva e ho buoni risultati

Il prossimo progetto?

Più che un progetto un proposito: divertirmi di più con il mio lavoro. Dei progetti non si parla mai prima. 

Siamo un blog di viaggi: trovi delle similitudini tra il disegno e il viaggio?

Certo. Ogni disegno è un viaggio: in altri luoghi, dentro infiniti immaginari. Ogni disegno può portare molto lontano. Lo sappiamo no?! Il vero viaggio non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi.

 

Rubrica a cura di

Roma Libri
Stefania e Fiamma

Stefania Fracasso, mamma della piccola Fiamma, che per Viaggiapiccoli già cura la rubrica degli appuntamenti del week end per famiglie a Roma, inaugura una nuova rubrica dedicata ai libri: “In viaggio con i libri”. La potete seguire anche tutti i giorni sulla sua nuovissima pagina instagram C’era una volta libri per bambini.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.