Dolce per Halloween: dita spettrali di strega

Dolci per halloween

Spooky Witches’ Fingers. Mostruose e buonissime dita di strega. Pronti a leccarvi i baffi da pipistrello? Una ricetta dolce per Halloween facilissima.

 

Gli “Spooky Witches’ Fingers” sono una ricetta semplicissima: farina, burro, uova marmellata e mandorle. Ma è anche una ricetta mostruosa che piacerà moltissimo ai vostri piccoli e ai loro compagni di scuola per Halloween o nelle spaventose merende a casa in questi giorni.

Stamattina Sofia, una compagna di Enrico e Giulia, ha portato gli Spooky Witches’ Fingers in classe ed è stato un successo.

Spooky Witches’ Fingers, un docle per halloween per viaggiare

Questo non è un blog di cucina Questo non è un blog di cucina, è un blog di viaggi. Sì, sì, me lo ricordo. Però come avete visto  negli ultimi post ( Halloween 10 mete last minute in Italia, Halloween al Museo, Halloween a Roma e Halloween a Napoli) stiamo studiando Halloween, perché quest’anno abbiamo preparato una sorpresa per i nostri bimbi, li poteremo in un luogo segreto  (non sveliamo ancora dove) per vivere la vera emozione di “trick or treat”.

Il cibo fa parte della scoperta di viaggio

Un buon viaggiatore (anche se piccolo) deve sapere che quando si viaggia no nsi devon ovedere solo paesaggi mozzafiato e monumenti, ma si devono assaporare i piatti locali, esplorare nuovi gusti, condividere le tradizioni a tavola. Solo così si potrà davvero conoscere il paese che visitiamo

 

Sofia e la tradizione inglese dei Spooky Witches’ Fingers

Sofia, con i suoi genitori Davide ed Elena, ha vissuto cinque anni a Plymouth, città portuale del Devon, nel sud-ovest dell’Inghilterra, e lì la sua mamma ha imparato che una brava mamma inglese a ottobre deve fare Spooky Witches’ Fingers per tutti gli amichetti.

bambina cucina
Sofia al lavoro

Ed ecco che se non volerete in Inghilterra, con un po’ di farina e burro, da veri viaggiatori potrete anche voi assaporare l’atmosfera di Halloween.

La ricetta degli Spooky Witches’ Fingers: dolce per halloween

150 g di farina bianca normale

100 g di farina di frumento

Tre cucchiai di miele

120 g di burro

Un cucchiaino di lievito per dolci

Un cucchiaio di estratti di vaniglia

Scorza di limone

1 uovo

Marmellata di fragole o ciliegie (per decorare le dita)

Unite tutti gli ingredienti insieme e conservare in frigorifero da 20 a 30 minuti

Preriscaldare il forno a 165 gradi C. Imburrate leggermente le teglie

docle halloween
Dolcetti in forno

Rimuovete l’impasto dal frigorifero in piccole quantità. Raccogliete 1 cucchiaino colmo alla volta su un foglio di carta oleata (carta da forno). E usate la carta per arrotolare l’impasto in un biscotto a forma di dito. Premere una mandorla in un’estremità di ciascun biscotto per dare l’aspetto di un’unghia lunga (potere usare sia mandorle con la pelle che senza pelle). Fate una piccola pressione sul biscotto vicino alla punta e al centro per dare l’impronta delle nocche. Potete anche tagliare l’impasto con un coltello affilato negli stessi punti per dare un aspetto più simile a un dito. Disponete i biscotti a forma sulle teglie

Cuocete nel forno preriscaldato a 180 gradi fino a quando i biscotti saranno leggermente dorati, da 20 a 25 minuti.

dolci halloween
Il risultato finale

Rimuovete la mandorla dalla fine di ogni biscotto; spremere una piccola quantità di marmellata di fragole nella cavità; sostituire la mandorla con una nuova per far fuoriuscire la marmellata attorno alla punta del biscotto.

Author: viaggiapiccoli

Cristina e Francesco viviamo a Napoli, ma la nostra casa è il mondo...un mondo che scopriamo con i nostri "piccoli", i gemelli Enrico e Giulia. Siamo i coordinartori della grande famiglia di Viaggiapiccoli  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.