fbpx
Cerca

Desinazioni

Molte amiche mi avevano parlato del museo dei bambini a Roma e avevo visto varie foto girare sulle bacheche dei social. Con Enrico e Giulia andiamo spesso nei musei, quelli dei grandi però. Gli sarebbe piaciuto Explora? Decidiamo di provare.

Vado sul sito e scopro che le visite sono a tempo. D’istinto questa visita che dura un’ora e mezza mi lascia disorientata. Ogni bambino ha i suoi tempi e poi un’ora e mezza è davvero poco. Mi sbagliavo. Quando sono entrata ad Explora è stato come entrare nella Fabbrica di cioccolato di Willy Wonka. read more

Quando volete scoprire una città, quale la scelta migliore? Salite sul palazzo più alto per dominare la vista o camminate strada per strada, per scoprirla lentamente? Una buona idea per vedere una città con i bambini è il CitySightseeing: l’autobus rosso scoperto.

Perché l’autobus rosso è una buona scelta?

Il CitySigntseeing ti permette di visitare velocemente la città con la formula Hop-on Hop off. Sali e scendi e soprattutto con i bambini è l’ideale così non devono camminare troppo a piedi e si possono vedere subito i posti più belli. read more

Qual è una meta vicina, in cui trascorrere una vacanza tra natura e cultura? La Francia. Eravamo molto tentati dalla Provenza, ma poi abbiamo scelto una strada meno battuta, e siamo andati in Bretagna e Normandia, anche per la mia grande passione per la storia (e la Seconda Guerra Mondiale). Quando siamo partiti, Enrico e Giulia avevano due anni.

Perché la Francia

Abbiamo scelto la Francia perché la conoscevamo poco, e quel poco derivava dai mitici racconti dei nostri amici che a vent’anni l’hanno girata con l’inter-rail. Quindi, ci siamo chiesti se non potevamo fare lo stesso anche noi: i treni sono efficienti e puntuali, il Paese è “tranquillo” e perciò molto adatto a due bambini di due anni, si mangia bene… Per non rendere il viaggio troppo piatto, abbiamo deciso di portarci la tenda e dormire in campeggio! Proprio come nel mitico viaggio che non abbiamo fatto a vent’anni.  read more

Due bambini, tre anni entrambi: dove andare? Per fortuna usiamo ancora il passeggino, ma sarà l’ultimo anno e poi a dire il vero ormai i piccoli ci vogliono stare poco, hanno scoperto che camminare è bellissimo. Nell’estate del 2015, con Enrico e Giulia treenni scatenati, abbiamo scelto la Malesia.

Perché la Malesia

  • Perché ha il fascino discreto dell’Asia, ma allo stesso tempo guarda all’Europa e all’America, ed è un paese molto tranquillo;
  • Perché permette di alternare mare cristallino a visite culturali non troppo impegnative
  • Perché non mancano le occasioni peri fare incontri ravvicinati con gli animali.

 

Il meglio del nostro viaggio in Malesia

  1. Lo street food e la Chinatown di Malacca
  2. Bagno nelle piscine pubbliche sotto le Petronas Tower a Kuala Lumpur
  3. Visita ai templi delle Batu Caves
  4. Kota Bharu, un pomeriggio con un artigiano che realizza gli aquiloni in stoffa e visita ad una fabbrica di batik
  5. Bagni, mare e relax alle isole Perhentian
  6. Un po’ fuori mano, ma è bellissima l’isola delle tartarughe: Pulau Tioman

Il meglio del nostro viaggio a Singapore

  1. Gardens By The Bay (qui c’è il sito, per farvi un’idea)
  2. Chinatown e Little india: due quartieri coloratissimi
  3. I Giardini botanici (serve un pomeriggio intero, sono meravigliosi). I giardini sono dal 2013 patrimonio dell’Unesco.
  4.  Gli Universal Studios, un luna park con tante attrazioni e con Shrek, Fiona e tantissimi personaggi amati dai più piccini
  5. Una passeggiata di notte sul lungomare per godervi la straordinaria cura e modernità di questa città
  6. I Southern Ridges. Guardate che posto incredibile qui

L’età giusta per portare i bambini in Malesia

Noi siamo andati  appunto quando i nostri gemelli avevano tre anni. Cristina era preoccupata e quasi non se la sentiva di portare i piccoli in un posto così lontano e, nel nostro immaginario, selvaggio. read more

L’America è grande e nel nostro libro dei viaggi futuri ci sono tantissime mete già segnate. Prime tra tutti i grandi parchi americani, poi la California, la Florida… insomma l’America è perfetta per viaggiare con i bambini.

Da che età è consigliato

Possiamo dire da un mese in poi. Tranne forse il lungo volo aereo (ma i piccolissimi non avvertono la fatica del volo) è un viaggio facile e confortevole. Quando siamo diventati genitori e abbiamo deciso che non volevamo rinunciare a viaggiare siamo partiti proprio per l’America. read more

Lapponia Rovaniemi bambini

Chi ha detto che Babbo Natale non esiste? Noi siamo andati a trovarlo, a casa sua. Missione Lapponia. Abbiamo messo i piedi sul parallelo del Polo Nord, emozione pura e freddo freddissimo.  Per chi ama il Natale è il viaggio dei sogni, tra elfi, canzoni, candele e magia natalizia, la desitnazione perfetta è la Lapponia e Rovaniemi in inverno.

Quando apri un blog, wordpress ti chiede un motto e noi abbiamo scelto “Esiste sempre un viaggio giusto”, perché da quando sono nati Enrico e Giulia ogni anno abbiamo studiato un viaggio a misura delle loro esigenze, adatto alla loro età. Il segreto è: se i piccoli si divertono e non si stancano i grandi si godono il viaggio. Ecco perché la Danimarca è un viaggio perfetto per famiglie.

 

A che età è consigliato

Noi lo abbiamo fatto quando i gemelli avevano quattro anni. Era il primo anno che non usavamo il passeggino e i bambini erano troppo piccoli per camminare a lungo. Abbiamo scelto la formula auto + bici, usando per i piccoli il carrellino. Diciamo che dai 3 ai 16 anni è un viaggio perfetto. Magari quando i bambini sono più grandi possono facilmente andare in bici: le piste ciclabili sono belllisime, tutte in piano e illuminate di notte. read more

I bambini non camminano. I bambini si stancano presto. I bambini si annoiano. Quante volte l’abbiamo sentito dire.  E le preoccupazioni dei genitori non sono tutte infondate. Ma vi sveliamo un piccolo trucco: camminare è un’abitudine. E soprattutto ci sono tanti piccoli trucchi per far abituare a camminare i bambini. E, troppo facile, direte: voi lo fate da sempre e i vostri bimbi non danno problemi, siete fortunati, ma non è così per tutti. osservazione plausibile. Ecco perché abbiamo fatto un esperimento. read more

Il Sudafrica è libertà, è strade che puntano dritte verso l’orizzonte, è viaggio. Il Sudafrica è profumo di terra e di cielo, è i colori dei tramonti rossi, è la voce del vento e il silenzio della notte.

Perché andare in Sudafrica con i bambini?

  • Perché c’è il fascino dell’avventura, (ma in completa sicurezza!)
  • Perché ci sono gli animali che vivono liberi ed è facile vederli da vicino
  • Perché è un Paese con infrastrutture e servizi di livello Occidentale, ma allo stesso tempo è… Africa
  • Perché i bambini possono scoprire ad ogni angolo un mondo diverso dal loro
  • Perché i piccoli non dimenticheranno mai i colori di questa terra
  • Perché potranno imparare che esiste un modo diverso dallo zoo per vedere gli animali

Il meglio del nostro viaggio

1 – I safari per vedere gli animali della savana;

2 – La visita al centro di riabilitazione dei pinguini a Port Elisabeth;

3 – Gita sul fiume e cottage con terrazza nella città degli ippopotami (St. Lucia);

4 – Visita a un villaggio Xhosa, indimenticabile e fuori da qualsiasi itinerario turistico; read more

X