fbpx


Firenze, piazza Santa Maria novella

Firenze, cosa vedere e cosa fare in un week-end con i bambini? Firenze, la mia città, una tra le più belle città d’arte al mondo che accoglie grandi e piccini. Di seguito vi consiglio itinerari a piedi per un weekend fiorentino, visite guidate adatte a tutti, playground sparsi per la città e dove provare i piatti tipici della cucina Toscana. Siete pronti?! Scarpe comode e si parte 🙂

Juna, 31 anni, con Grace, tre anni, viaggia tantissimo, ma questa volta per la rubrica In viaggio con Juna ha scelto di fare la turista nella sua città, la bellisisma Firenze.
Trovate Juna e Grace su Instagram con i lrpofilo di “LavaligiadiBuba”

Firenze, cosa vedere: 1° giorno itinerario 2,5km a piedi

Si parte da piazza della stazione dirigendoci subito verso la basilica di Santa Maria Novella una delle chiese più importanti in stile Gotico in Toscana, all’interno racchiude capolavori come: la Trinità di Masaccio, il Crocifisso di Giotto e affreschi del Ghirlandaio. E’ stata di recente ristrutturata l’omonima piazza. read more

Viaggiare in gravidanza consigli

Quante di voi, donne viaggiatrici, si saranno poste il problema di come fare a viaggiare con il pancione?! Viaggiare in gravidanza, si può ed è bellissimo. Anche perchè il bambino è ancora nella vostra pancia e non occupa un posto in aereo….nè fa capricci per addormentarsi o al ristorante. Credetemi è un bel vantaggio. Godetevelo.

Juna, 31 anni, con Grace, due anni, di alberghi ne ha  scelti tanti nei suoi viaggi, molti giusti, alcuni sbaglaiti. Ecco i suoi consigli su come scegliere un Family hotel, senza avere brutte sorprese nella nuova rubrica per Viaggiapiccoli: In viaggio con Juna

Viaggiare in gravidanza si può, la gravidanza non è una malattia!

Se la gravidanza è fisiologica e il ginecologo da l’ok si può tranquillamente mettersi in viaggio anche con il pancione. Soprattutto per quanto riguarda i voli, l’aereo è il mezzo di trasporto più sicuro rispetto ad auto, treno ecc. read more

Come intrattenete i vostri figli in viaggio, durante un volo o semplicemente al ristorante?! Anche Juna con la sua rubrica partecipa al vademecum di gruppo di viaggiapiccoli suo Giochi in viaggio.

Juna, 31 anni, con Grace, due anni, di alberghi ne ha  scelti tanti nei suoi viaggi, molti giusti, alcuni sbaglaiti. Ecco i suoi consigli su come scegliere un Family hotel, senza avere brutte sorprese nella nuova rubrica per Viaggiapiccoli: In viaggio con Juna

Siete del team tablet o a casa vostra la tecnologia è bandita?!

La nostra bimba compirà 3 anni ad aprile e non sa cosa sia un tablet ne tanto meno il cellulare. In compenso guarderebbe la Tv tutte le volte che ne ha l’opportunità, ma ovviamente esiste una regola anche per vedere i cartoni. Preferiamo passare il tempo all’aria aperta o in altre attività. read more

valigia bambini piccoli

Quando arriva il momento di preparare la valigia per i bambini scatta il panico! In viaggio si immagina di dover portare l’impossibile quando invece la regola “viaggiare leggeri” vale anche per i più piccoli.

Vediamo le 6 categorie

Juna, 31 anni, con Grace, due anni, di alberghi ne ha  scelti tanti nei suoi viaggi, molti giusti, alcuni sbaglaiti. Ecco i suoi consigli su come scegliere un Family hotel, senza avere brutte sorprese nella nuova rubrica per Viaggiapiccoli: In viaggio con Juna

Abbigliamento

Un cambio al giorno per viaggi corti di massimo una settimana. Se invece prevediamo un viaggio di via 2, 3 settimane o più nella valigia per i bambini dobbiamo prevedere: un cambio al giorno per 7giorni e mettere in conto di fare 1 o 2 lavatrici durante il viaggio (lavatrici a gettoni esistono in tutto il mondo). read more

Da quando ho iniziato a viaggiare, passando per la cima di Machu Picchu per poi scendere sulle rive del Gange a Varanasi e arrivare a sorseggiare un caffè turco  a Istanbul, abbiamo sempre stipulato un’assicurazione di viaggio.

L’assicurazione è una di quelle cose fondamentali da fare quando si pianifica un viaggio all’estero e purtroppo molte persone continuano a partire senza.

In viaggio con Juna Juna, 31 anni, con Grace, due anni, di alberghi ne ha  scelti tanti nei suoi viaggi, molti giusti, alcuni sbaglaiti. Ecco i suoi consigli su come scegliere un Family hotel, senza avere brutte sorprese nella nuova rubrica per Viaggiapiccoli: In Viaggio con Juna. Su Instagram Juna ha una pagina che si chiama LavaligiadiBuba.
 

La mia esperienza in Messico con l’assicurazione di viaggio giusta

Vi racconto di quella volta in Messico nel 2012, dopo aver girato in lungo e largo Yucatan e Chiapas per quasi un mese, decidiamo di rilassarci a Tulum e precisamente a Playa Paraiso! read more

Bambini scelta hotel
Come scegliere un hotel baby-friendly ? In un viaggio di coppia, la scelta dell’hotel ricade su pochi parametri fondamentali quali il prezzo e la posizione, nulla più. Mentre invece quando si comincia a viaggiare con i bambini il discorso è ben diverso.Juna, 31 anni, con Grace, due anni, di alberghi ne ha  scelti tanti nei suoi viaggi, molti giusti, alcuni sbaglaiti. Ecco i suoi consigli su come scegliere un Family hotel, senza avere brutte sorprese nella nuova rubrica per Viaggiapiccoli: In viaggio con Juna

I neonati in albergo pagano?

I bambini sotto i 2 anni generalmente non pagano, in molti hotel anche fino a 6-10anni a seconda della loro politica. Per esempio soggiornano gratis nel letto dei genitori, mentre pagheranno una quota se verrà aggiunto un letto per loro. 

La maggior parte delle volte ci affidiamo a Booking.com per la ricerca dell’hotel più adatto alle nostre esigenze. Io vi consiglio di non inserire il bambino al momento della ricerca iniziale, ma solo successivamente quando avrete fatto già una scelta dei vostri 4-5 hotel preferiti in base al prezzo e alla posizione, altrimenti booking vi proporrà camere triple anche se il vostro piccolo ha meno di 2 anni. Andrete poi a controllare singolarmente tra i servizi dell’hotel se sono ammessi bambini, se soggiorneranno gratis in base all’età e se sarà disponibile la culla per i più piccoli. 

Meglio l’hotel o l’appartamento con un bambino piccolo?

C’è chi preferisce gli hotel, chi gli appartamenti, noi decidiamo a seconda della destinazione e del numero di notti. Nel nostro ultimo viaggio nei paesi Baltici abbiamo sempre soggiornato in hotel, solamente 3 giorni a Tallin abbiamo scelto un appartamento perché il prezzo era più interessante e soprattutto per la lavatrice. Trovandoci a metà viaggio avevamo esigenza di lavare i (pochi) vestiti che avevamo con noi. Mentre nel nostro viaggio di 10 giorni a New York abbiamo preferito un hotel, con ricca colazione a buffet la mattina fino a tardi. Qualche sera abbiamo consumato cibo da asporto nella sala colazione dove c’era sempre a disposizione un bollitore e un microonde.  

I criteri per noi fondamentali con cui scegliamo gli hotel sono:

  • La posizione
Che deve essere comoda, preferibilmente in centro città ma anche un po’ fuori ma ben servita dai mezzi pubblici (metro, autobus, ecc.).
  • Il prezzo adeguato
  • La colazione
Scegliamo sempre questa opzione, ci piace partire la giornata a stomaco pieno.
  • La disponibilità di culla o lettino da campeggio per Grace
Per noi fondamentale dato che la piccola dorme solamente nel suo lettino e non è abituata a dormire con noi
  • Il bagno privato per maggior comfort (anche se ci è capitato di averlo condiviso)
  • Parcheggio gratis privato o nelle vicinanze, ovviamente solo se provvisti di auto!

 

Da cosa riconosciamo che un hotel è davvero baby-friendly?

Da molte piccole accortezze quali:
  • Particolare accoglienza del personale e un occhio di riguardo per i più piccoli
  • Disponibilità di lettini da campeggio, provvisti di cuscino e piumone

(ci è capitato in alcuni posti che Grace dormisse in lettini addirittura senza il materasso, per fortuna fino ad ora si è sempre adattata ad ogni situazione!)

  • Asciugamano e piccolo accappatoio per la doccia, vaschetta da bagno
  • Fasciatoio
  • Riduttore per il wc o vasino
  • Sgabello piccolo
  • Seggiolone
  • Stoviglie di plastica colorata per la colazione
  • Angolo giochi con tavolino, libri e altre attività.

Per nostra esperienza posso dire, ad oggi, che nei paesi del Nord Europa si trovano facilmente hotel baby friendly, come lo spazio bimbi nei locali, c’è un’attenzione maggiore per i piccoli ospiti. Siamo rimasti piacevolmente sorpresi anche dal Portogallo, abbiamo sempre trovato tutto l’occorrente per la nostra piccola.
read more