fbpx


L’acqua è di tutti. L’acqua è nostra. Ma ho 43 anni e sono nata nella società dell’usa e getta, della plastica monouso, dello spreco, dei rubinetti sempre aperti. Eppure da quest’anno ho deciso, spinta anche dai miei bimbi (e soprattutto da Enrico, molto impegnato nella difesa dell’ambiente) a cambiare le mie – le nostre- abitudini. Uno dei miei primi obiettivi è stato quello di eliminare le bottiglie di plastica dall’uso quotidiano. All’inizio mi sembrava difficile, perché bevo tanta acqua e quella del rubinetto non ha un buon sapore. Ma poi, con qualche ricerca e buona volontà sono riuscita a trovare una soluzione su misura per la mia famiglia. Come abbiamo eliminato le bottiglie di plastica? Informandoci e facendo rete con altre famiglie.
read more

Chi ci segue su Instagram ( ci seguite? qui il link per Viaggiapiccoli) sa che due settimane da mi sono fatta male a un dito e sono rimasta a casa per dieci giorni. Ho utilizzato questo inaspettato periodo di stop forzato per riflettere sulle mie abitudini.  Ho iniziato dai detersivi  biolgogici e ho scelto quelli di Verdevero.

Troppa plastica, troppi rifiuti, troppi sprechi nella nostra quotidianità. Vado sempre di corsa e…. gestire lavoro, bambini e famiglia è impegnativo. Ma se voglio bene alla mia famiglia devo fare uno sforzo in più e migliorare la nostra qualità di vita. read more

kuxo vestiti bimba primavera 2019

Mia madre è stata sempre una donna super pratica. Ricordo ancora con chiarezza una discussione quando io avevo 4 anni, in una giornata di neve a Bergamo:  volevo indossare la gonna. “Mamma sono una femmina”, continuavo a ripetere risoluta. Lei alla fine per accontentarmi mi mise i pantaloni, come aveva deciso, e da sopra la gonna.  Ero buffissima e sgraziata. Ma io, in qualche moda orgogliosa per la mia vittoria, andai a scuola con la gonna sui pantaloni, come se stessi indossando un vestito da principessa. Ed ecco la grande domanda: come vestire i bambini per viaggiare e per giocare tutti i giorni? Praticità o eleganza? Qualità o risparmio? read more

Se c’è una cosa che adoriamo è fare i pic-nic con i bambini. D’inverno li facciamo con la coperta sul pavimento del salotto, in primavera sui prati e d’estate sulla spiaggia. E tutti sono pic-nic eco-frienly: senza plastica e zero (o quasi) waste.

Francesco ogni tanto si lamenta, perché dice che è scomodo o faticoso e che vorrebbe la birra ghiacciata, ma per fortuna in questo  ho Giulia ed Enrico dalla mia parte e quindi facciamo tantissimi pic-nic, a volte veloci, con un panino preparato al supermercato, a volte lenti e ben studiati . read more

Orologio bambini

Un vero viaggiatore ha il suo orologio. Ricordo ancora il nostro viaggio in Bretagna e Normandia. Enrico e Giulia avevano due anni, Enrico non parlava ancora. Facemmo un viaggio in treno e campeggio. E ricordo Enrico che andava in giro per il campeggio a chiedere un martello per fissare i paletti, prima che diventasse buio, e Giulia (piccola donna in miniatura) sempre con il biglietto del treno in mano con la paura di arrivare tardi in stazione.

Viaggiare e l’arte del tempo

Viaggiare è una scuola di vita. Una delle prime cose che hanno imparato i nostri bimbi è stato il valore del tempo. L’aereo parte a un orario, c’è la coincidenza da rispettare, se si perde un treno può essere un problema, se cala la notte, montare la tenda diventa più difficile. Hanno imparato a correre e sbrigarsi, a dare un mano e… hanno scoperto, il prima e il dopo, l’attesa e il ricordo. Ora hanno quasi sette anni ed è arrivato il grande momento: avere un orologio tutto loro. read more

Quisque sem ipsum, placerat nec tortor vel, blandit vestibulum libero. Morbi sollicitudin viverra justo et pellentesque. Nunc sem metus, maximus eu leo viverra, pulvinar vestibulum mi. Morbi bibendum convallis velit, sed fringilla diam. Nullam ultricies sem vel vestibulum congue. In gravida enim in orci pellentesque, in aliquam felis faucibus.

Moda etica mamme scalda collo

“Ciao mi chiamo Sonya Masacoy e sono una mamma sarta, spero che questo capo di moda etica ti accompagni per tante stagioni con la stessa cura e con lo stesso amore con cui l’ho cucito io”. Inizia così la lettera che accompagna il mio scalda collo in jersey nero con interno in bambù rosa. Come avete capito mi sono innamorata delle fibre naturali, adattissime a chi viaggia e ai bambini. Ma questo scalda collo ha un valore in più: oltre alle proprietà del bambù, nasce da un progetto di Moda etica studiato da Amrita Kids per le mamme rifugiate e vittime della tratta. read more