In un’arrampicata, come nella vita aggiungerei io, hai sempre due moschettoni. La regola è non staccarli mai insieme. Uno deve essere sempre fissato alla corda di sicurezza (il tuo presente), l’altro si stacca per andare avanti (il tuo futuro). Non bisogna avere fretta. Ci vuole coraggio e tecnica. Per andare avanti devi sempre partire da ciò che sei ora. Se hai fiducia in te stesso potrai sfidare i tuoi limiti e sarà ADRENALINA. Benvenuti all’Ischia Adventure Park , il parco avventura più grande del Sud Italia. read more

Lasciare i propri punti fermi. Cambiare punto di vista. Alzare i piedi da terra e salite sugli alberi. Noi lo abbiamo fatto: per una notte abbiamo dormito in un nido, come uccelli… la nostra casa è stata una tenda sospesa. Abbiamo fatto TreeCamping e ci siamo sentiti liberi. Abbiamo lasciato a terra i problemi, le preoccupazioni, i contrattempi e in una tenda, tra terra e cielo, ci siamo abbracciati tanto, abbiamo riso tanto e ci siamo sentiti vivi.

Un’esperienza unica e siamo i primi a provarla

Il campeggio ha aperto da un mese  all’interno dell’Adventure Park di Ischia, nella Pineta di Fiaiano (Barano). È l’unico in Italia e noi siamo i primi a provarlo. Emozione a mille. read more

Come si convince un bambino (nel nostro caso due di sei anni) a camminare in una città per diversi chilometri, magari sotto il sole? Abbiamo due trucchi: una mappa e tante storie.

A caccia di monumenti

Italy Forr Kids ci ha donato una mappa di Napoli, perché come c’è scritto nel loro sito

Imparare a viaggiare è ancora più bello, se lo si fa da piccoli, anche nella propria città

Perciò hanno scelto Viaggiapiccoli, anche perché, come chi ci segue sa bene, a noi piace moltissimo fare i turisti a Napoli, la nostra città. Mappa di Napoli in mano abbiamo deciso di fare un’avventura e di andare a caccia di monumenti.
read more

“Una magnifica domenica dedicata alla lettura, alla creatività, alle emozioni, alla mia famiglia nel suggestivo scenario dei giardini della Certosa di San Martino”. Avete mai fatto un book.nic con i vostri figli?  Veronica De Crescenzo ci racconta il suo Book-nic con la libreria Mio nonno è Michelangelo alla Certosa di San Martino, a Napoli.

Un Book-Nic

Un Book-Nic open air, nato da un’ idea della libreria indipendente Mio Nonno è Michelangelo di Maria Carmela Polisi, che ha visto insieme la partecipazione di librerie per bambini del nostro territorio socie di “Campania per bimbi”. Che meraviglia vedere bambini di ogni età immersi nei libri… libri ovunque… su plaid colorati, appesi agli alberi, tra le mani dei piccoli lettori in erba; libri letti da mamme e papà oppure animati dalle “libraie” che sul nostro territorio stanno facendo un grande lavoro educando i nostri bimbi alla lettura. E tra un libro e un altro ci divertiamo a realizzare marionette, a dipingere, a dare vita ad un tappeto bianco con le nostre impronte, a fare laboratori creativi, a giocare con le emozioni, a inventare storie (grazie ai meravigliosi tabelloni ideati e creati da Viviana Hutter, un’amica di Viaggiapiccoli di cui vi parleremo presto). read more

Nel Salento siamo stati tre giorni. Il nostro obiettivo era uno: MARE. Ma domenica in cielo c’erano grossi nuvoloni neri e soffiava un vento fortissimo, quindi, nonostante le resistenze di Enrico e Giulia, abbiamo deciso di passare la giornata a Lecce. Cambio di programma: e abbiamo scoperta una Lecce a misura di bambini.

Quando siamo entrati in macchina i piccoli che erano determinatissimi a fare il bagno anche con la pioggia e avevano un gran muso lungo, quindi abbiamo pensato di iniziare la visita di Lecce, non dal centro storico (sulle guide sono decine le cose da vedere) ma dalla Villa Comunale, per provare strappare un sorriso ai due bimbi imbronciati. read more

Mare, mare, mare. In Salento c’è l’imbarazzo della scelta per le spiagge. Ma non tutte le spiagge sono adatte ai bambini e soprattutto per andare al mare in Salento c’è un trucco.

In Salento bisogna seguire il vento

Il trucco è fermarsi e ascoltare il vento. In Salento le spiagge non sono uguali tutti i giorni. Nel tacco d’Italia tutto dipende dal vento. Ma questo è anche un vantaggio, perché se ti fermi e segui il vento trovi sempre la spiaggia giusta. Se c’è tramontana bisogna andare sulle spiagge della costa Ionica (Porto Cesareo, Torre lapillo, Punta Prociutto), se soffia vento di scirocco cambiate direzione e puntate sulla Costa Adriatica (Torre dell’Orso, Grotta della Poesia, Otranto, Castro) . Ecco perché noi nel nostro week end non abbiamo scelto una casa su un lato o sull’altro ma a metà strada, proprio per avere la possibilità di scegliere visto che rimanevamo in Salento solo tre giorni. read more

Da quando viaggiamo con i bimbi sempre di più scegliamo appartamenti, B&B a conduzione familiare o veri e propri appartamenti. I bambini hanno mille piccole esigenze e un grande albergo troppo spesso è dispersivo. Questo week end siamo stati in Salento per inaugurare la stagione dei bagni e proprio su Instagram abbiamo conosciuto Casa di Anita. Siamo partiti senza programmare troppo, seguendo l’istinto.

Un posto strategico se si vuole andare in Salento

Con solo due giorni a disposizione dovevamo scegliere un posto strategico. Cristina, che è pugliese, ci voleva portare in Salento… così abbiamo scelto Arnesano, perché è a meno di dieci chilometri dal centro di Lecce, ma soprattutto perché ci permetteva di scegliere se andare sulle spiagge sulla costa Ionica (Porto Cesareo, Torre lapillo, Punta Prociutto) 25 minuti in auto e sulla Costa Adriatica (Torre dell’Orso, Grotta della Poesia, Otranto, Castro), un po’ più lontane (40-50 minuti in auto). read more

Molte amiche mi avevano parlato del museo dei bambini a Roma e avevo visto varie foto girare sulle bacheche dei social. Con Enrico e Giulia andiamo spesso nei musei, quelli dei grandi però. Gli sarebbe piaciuto Explora? Decidiamo di provare.

Vado sul sito e scopro che le visite sono a tempo. D’istinto questa visita che dura un’ora e mezza mi lascia disorientata. Ogni bambino ha i suoi tempi e poi un’ora e mezza è davvero poco. Mi sbagliavo. Quando sono entrata ad Explora è stato come entrare nella Fabbrica di cioccolato di Willy Wonka. read more

Che ci fa un topo a Pompei? E non è certo un topo qualunque. E’ il direttore dell’Eco del Roditore. Geronimo Stilton, il topo giornalista più amato dai bambini di tutto il mondo, diventa il testimonial d’eccezione del progetto educativo rivolto ai giovani cittadini del territorio del sito Unesco “Pompei, Ercolano, Torre Annunziata”, svolto in collaborazione con l’osservatorio permanente del centro storico di Napoli-sito Unesco. Sarà una guida per i più piccoli. read more

“Silenzio bambini, qui non si può parlare” . Enrico e Giulia non so perché, istintivamente, serrano le labbra e cominciano a camminare in punta di piedi e così entrano nella Biblioteca Nazionale di Napoli.

Una biblioteca non è un posto per bambini

Niente di più sbagliato. I bambini devono scoprire le case della cultura e la bellezza. E soprattutto loro, nativi digitali, devono sentire l’odore della carta e della polvere, devono toccare i libri, scoprire la delicatezza e la bellezza di un testo antico. Sono piccoli, magari può scappare una parola a voce alta, ma vi assicuro che nessuno li sgriderà, anzi sorrideranno tutti, perché la loro mamma li ha portati a vedere i libri. read more